Le autorità australiane avvertono: "L'Isis colpirà con armi chimiche"

Lo Stato Islamico sarebbe in grado di utilizzare il gas mostarda

Non solo la minaccia nucleare nordcoreana, adesso le autorità australiane lanciano anche l'allarme di un attacco chimico da parte dell'Isis.

La polizia di Sidney, come riporta Libero avrebbe fatto riferimento alla pianificazione di un attacco chimico da parte dello Stato Islamico: "È evidente che le persone sospettate dell’attentato fossero in grado di seguire il procedimento e produrre un dispositivo in grado di rilasciare idrogeno solforato".

L'Inghilterra sembra aver preso la minaccia sul serio, l ministro alla Sicurezza britannico, Ben Wallace, aveva infatti dichiarato che "l'ambizione di Isis o Daesh è decisamente quella di compiere attacchi che causino stragi di massa e non hanno ostacolo morale a usare armi chimiche contro le popolazioni e, se potessero, lo farebbero. Il numero di vittime che potrebbe essere coinvolto sarebbe la peggior paura di tutti". Inoltre "l’Isis ha la capacità di produrre da solo gas mostarda, come già dimostrato in Medio Oriente", ha aggiunto.

Commenti

Aegnor

Mer, 20/09/2017 - 16:48

Lo ius sola azzera d'incanto il pericolo di attacchi jihadisti