Autoscatti hot sul web, scoppia la moda del "sexselfie"

In Gran Bretagna spopola la tendenza di fotografarsi nei momenti di intimità per poi pubblicare gli scatti sui social network

Se già non amate i "selfie", gli autoscatti eseguiti con gli smartphone e poi pubblicati sui social network per la gioia di amici veri e virtuali, preparatevi perché questo articolo ne presenta l'ultima, e più ardita, versione. L'ultima moda che ha conquistato il mondo degli internauti e dei self-fotografi è quella del cosiddetto "sexselfie", neologismo anglofono che designa gli autoritratti fotografici realizzati durante i rapporti sessuali. Scattate con l'ausilio di uno specchio o grazie a complicati contorsionismi amorosi, le fotografie che ritraggono le coppie nei loro momenti di intimità vengono immediatamente pubblicate sui social network, principalmente Instagram e Twitter.

La moda parrebbe essere esplosa in Oriente per approdare poi in Gran Bretagna, dove, secondo una ricerca condotta AshleyMadison.com, il 71% degli uomini e il 69% delle donne si è lasciato fotografare durante un rapporto sessuale almeno una volta nella vita. Del caso si sono occupate addiritture le compassate università britanniche. Eric Anderson dell'Università di Winchester ha commentato: "I giovani sono probabilmente molto coinvolti in questa pratica, dimostrazione che le tecnologie digitali stanno contribuendo a creare una società sessualmente più aperta." Alla faccia del vecchio detto "niente sesso, siamo inglesi".

Commenti

migrante

Ven, 21/03/2014 - 13:17

praticamente "il complesso di Rocco e Moana" !!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 21/03/2014 - 16:33

il mondo si divide in esibizionisti e guardoni

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 21/03/2014 - 17:22

E poi ci meravigliamo delle nostre troikette parioline.

odifrep

Ven, 21/03/2014 - 17:24

Chissà che non sia questi i ragazzi che -un attento utente- descriveva come pieni di freschezza mentale e voglia di imparare/lavorare e, che, il sottoscritto disapprovava la sua dea circa "il giovane che deve sostituire l'anziano".

precisino54

Sab, 22/03/2014 - 08:43

Innanzi tutto occorre dire da qualche lustro attraverso i media si sono veicolati forme comportamentali al limite; di questi atteggiamenti ovviamente ne ha fatto le spese in quanto passivi spettatori i nostri ragazzi, incapaci di capire la differenza tra la vita quotidiana e tutto quanto fa spettacolo. Ad ulteriore danno i vari social, fra le molteplici situazioni ha indubbiamente privilegiato quelle più esagerate; a questo punto il gioco è fatto, la mancanza di valori ha solo completato il quadro. Ha indubbiamente ragione -semovente - 17:22- nel suo dire: purtroppo le nostre ragazze hanno assorbito l’idea più aberrante di tutto questo. Il punto critico è, eventualmente, il fatto che pur in presenza di tanti segnali, ci si scandalizzi allorché ci si rende conto di quanto frulla nelle teste dei nostri figli. Nel caso delle squillo dei Parioli abbiamo l’assenza delle famiglie, non ci sono padri, e le madri stesse non mi pare fossero troppo presenti ed attente, la stessa che ha denunciato il tutto ha aspettato troppo, quasi che se non ci fossero le evidenze della prostituzione il resto fosse normale. Ricordiamo pure che tanti "personaggi" del mondo dello "spettacolo" hanno fatto dell'esibizionismo esagerato il proprio stile di vita ed in ciò, piuttosto che essere marchiate come meritano, sono state incensate e portate a modello.

buri

Sab, 22/03/2014 - 09:59

esibizionisti sono sempre esistiti, non serviva un neologismo inglese per farvelo sapere