Il governo toglie pure i cartelli che avvisano degli autovelox

Pronto un decreto per rendere illegali tutte le segnalazioni di velox e tutor: spariranno da strade, app e siti. Il governo: "Inducono a manovre di emergenza"

Gli autovelox, si sa, sono lo strumento preferito dei Comuni per battere cassa. Fortuna che almeno ci sono le segnalazioni preventive. O dovremmo dire c'erano? Sì, perché il governo ha intenzione di varare un decreto ad hoc per renderli illegali. Non i tutor, ma gli avvisi della loro presenza, che spariranno da strade, navigatori, App e siti internet.

"È per una questione di sicurezza: guando gli automobilisti si trovano davanti cartelli del genere inchiodano improvvisamente, diventando un pericolo per se stessi e per gli altri".

Questa la spiegazione offerta dal governo per motivare il decreto di prossima approvazione: spiegazione che non convicne per nulla. Infatti i tutor più moderni sono in grado di misurare la velocità media in un determinato tratto e non soltanto la velocità raggiunta nel momento esatto in cui si passa davanti al dispositivo. E la gente lo sa.

Non bastavano le maglie larghe della legge che consentivano ai Comuni di piazzarli ovunque. Ora ci pensa il governo a dare man forte agli enti locali: se da un lato li priva dei trasferimenti necessari per finanziare le proprie attività, dall'altro consente loro di "fregare" i cittadini approfittando di una nuova legge che rischia di rovinare la vita delle persone.

Togliere le segnalazioni preventive non servirà ad aumentare la sicurezza, ma a mettere le mani nelle tasche degli Italiani.

Tra i sostenitori della proposta del governo, come scrive Repubblica, anche il procuratore generale di Roma Giovanni Salvi. Secondo il giudice l'abolizione dei segnali di presenza dei tutor "rimetterà legalità sulle nostre strade: deve passare il concetto che gli automobilisti devono sempre viaggiare entro i limiti di velocità, non solo quando ci sono i controlli".

Se il decreto passerà, prepariamoci a non vedere più la scritta: "Attenzione: controllo elettronico della velocità". Ma a ricevere a casa le solite, inique, insopportabili multe.

Altro che sicurezza. A beneficiare della nuova misura saranno solo le casse dei Comuni, che ringrazieranno il governo un secondo dopo avergli gridato di tutto per le decine di miliardi di euro di trasferimenti agli enti locali tagliati in epoca di spending review.

Il tipico compromesso all'italiana: da cui escono sconfitti gli Italiani.

Commenti

Michele Calò

Ven, 07/07/2017 - 16:35

E ti pareva! Ora pure il comunistissimo Giovanni Salvi, toga rossa, ne è assertore. Continua la spremitura degli imbelli italiani, volontarie vittime sacrificali che continuano a votare la piu' schifosa sinistra del mondo occidentale!

Marcello.508

Ven, 07/07/2017 - 16:35

Meno male che il C.d.S. ha, all'art. 11 punto 1, stabilisce quanto segue: 1. Costituiscono servizi di polizia stradale: a) la prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale." La parola prevenzione viene prima della parola accertamento, sbaglio? Questa sarebbe l'attività di prevenzione? Magari nascondersi dietro una curva x fregare l'automobilista ad ogni costo? Governo cialtrone, vuole far bella figura arricchendo le casse comunali senza scucire un centesimo e facendo mettere le mani in tasca dai comuni agli utenti della strada. Complimenti: con questa manovra risolverete all'istante il debito pubblico di 2.260 mld di euro. Vi ci mando.. Dove? A ffa'n bicchiere.

ANTONIO1956

Ven, 07/07/2017 - 16:46

Bene allora cominciamo a distruggere questi infernali arnesi ...

G+Max

Ven, 07/07/2017 - 16:54

Nessuno inchioda dinanzi ad un cartello semmai dinanzi ad un autovelox non preannunciato. Togliere i cartelli è pericolosissimo proprio per questo

cir

Ven, 07/07/2017 - 16:58

antonio 1956: gia' fatto.

Ernestinho

Ven, 07/07/2017 - 17:01

Mi sembra giusto. Se c'è un limite di velocità l'automobilista deve rispettarlo, SEMPRE, non soltanto se sa che sta per essere controllato. Piuttosto si agisca quando essi sono dei veri e propri abusi, magari in lunghi rettilinei senza pericoli, o subito dopo una curva non visibile, solo per fare cassa!

Fjr

Ven, 07/07/2017 - 17:02

Dicesi la solita truffa legalizzata ma dai sapientoni di Roma cosa vuoi aspettarti,al confronto lo sceriffo di Nottingham era un sempliciotto

gneo58

Ven, 07/07/2017 - 17:03

se esistessero limiti di velocita' adeguati la gente li rispetterebbe di piu' invece magari trovi spesso (e ne ho visti tanti) limiti di 50 km/h o meno in piena campagna in mezzo alle carote dove ogni morte di papa si incontra una stradina che incrocia la strada e qualche casolare e se sgarri.......a me hanno dato na multa perche' col limite di 50 km/h lungo una strada semideserta di estrema periferia con torrentello a dx e qualche capannone industriale a sx superavo di 2 km il limite massimo ammesso - ora ditemi, considerata la tolleranza di 5 km/h che differenza c'e' tra andare a 55 o a 57 ! assurdo. e' piu' percoloso continuare a guardare il tachimetro invece della strada.

Ernestinho

Ven, 07/07/2017 - 17:04

Questa volta non sono proprio d'accordo con l'articolista. Do invece pienamente ragione al P.G. Giovanni Salvi, secondo cui l'abolizione dei segnali di presenza dei tutor "rimetterà legalità sulle nostre strade: deve passare il concetto che gli automobilisti devono sempre viaggiare entro i limiti di velocità, non solo quando ci sono i controlli".

il sorpasso

Ven, 07/07/2017 - 17:26

Ne devono introdurre di altri di autovelox perchè evitano tantissimi incidenti ovviamente parlo della mia terra dove in certe strade gli incidenti si sono ridotti molto.

fifaus

Ven, 07/07/2017 - 17:36

LADRI, ma non è una novità

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 07/07/2017 - 17:37

I buffoni hanno bisogno di più soldi,per questo cercherò di non pagare più multe andando piano.Mascalzoni.

Ernestinho

Ven, 07/07/2017 - 17:47

Purtroppo anche in città noto che i limiti di velocità non vengono rispettati, così come nelle autostrade! Per non parlare di altre infrazioni: mancata precedenza, non fermarsi e neanche rallentare agli Stop, sorpassi a destra, incolonnamenti favorevoli come per andare a destra e poi proseguire diritti mettendoti in difficoltà. Purtroppo più del 15-20% degli automobilisti è indisciplinato e non osserva il Codice della Strada! Ognuno può constatarlo!

giosafat

Ven, 07/07/2017 - 17:50

Rispettate il codice della strada, punto e basta. Segnalare gli autovelox serve solo a far rallentare per 100 metri per poi scatenarsi non sussistendo più il pericolo di incapparvi. Siamo proprio dei pulcinella. Poi all'estero ci adeguiamo ai limiti che troviamo, anzi teniamo qualche km/h in meno per paura che il tachimetro possa segnare male, senza fiatare e senza porci tante domande. Facciamo ridere...

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 07/07/2017 - 17:50

Si fanno chiamare Frazione nazionalista armata rivoluzionaria, ma in Francia sono noti anche come la gang anti autovelox. Le minacce di questo gruppo che si dice “terroristico” sono prese sul serio dal governo francese che teme l’emergere di gruppi violenti, La gang ha rivendicato 20 attentati contro autovelox nella regione parigina. Sara' forse il caso di importarli al piu' presto anche in Italia !

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 07/07/2017 - 17:58

Ernestinho sarebbe giusto quello che tu dici, se non ti "rubassero" una o piu' giornate di lavoro con un cartello nascosto in una strada larga 12 metri dove ti impongono 50km. orari !!

Mauro23

Ven, 07/07/2017 - 17:59

Bastardi per fare cassa nei comuni

Klotz1960

Ven, 07/07/2017 - 18:04

Siamo un Paese sempre piu' invivibile. In tutti gli altri Paesi civili i cartelli ci sono e ci restano.

Ritratto di Farusman

Farusman

Ven, 07/07/2017 - 18:09

"Giosafat" ha ragione ma ci dovrebbe essere correttezza anche da parte dei Comuni. Pensi ad esempio a quelle limitazioni improvvise che non servono a nulla e a quei segnali altalenanti di velocità variabile che cambiano ogni duecento metri senza alcuna ragione. E allora nasce l'italiano ricorre al verbo tipicamente napoletano di cui tutta Italia si è ormai appropriata: fottere. Io fotto te perché tu fotti me e lui ci fotte entrambi...

carpa1

Ven, 07/07/2017 - 18:27

Questi non cercano la sicurezza sulle strade! Sono paragonabili a quel deficiente patentato che aveva imposto i 110 KM/h sulle autostrade, dove poi chi era alla guida si addormentava per la monotonia. Cominciate a fare manutenzione seria delle vie di comunicazione e mettere la segnaletica corretta per la tipologia della strada anzichè un generico limite di 50 KM/H ad inizio del territorio comunale dove, prima di incontrare il centro abitato si devono percorrere chilometri di campagna. Ci sono zone dove nel breve tratto di una ventina di KM ci sono una serie interminabile di cartelli di inizio/fine 50/70/90 e molti di questi pure mancano là dove sarebbe obbligatorio dopo l'incrocio con una strada laterale (mi riferisco, ad esempio, alla provinciale Colico Chiavenna (segnaletica demenziale).

cesare caini

Ven, 07/07/2017 - 18:27

TOGLIETE I CARTELLVa bene toglieteli pure ma non fate le multe a chi va a 54 Km orari anziché a 49 !! Fate le multe a chi va a 120 km su strade dove il limite è 50 !! siate severissimi con chi infrange ma tolleranti con chi sfora di nulla il limite (a volte talmente assurdo che sono impossibili da mantenere) ! In Francia le uscite delle autostrade sono percorribili a 70 km da noi a 40 Km (velocità ridicola) . Quindi cambiate tutti i limiti ed abolite quelli assurdi ed incomprensibili dagli utenti della strada. Altimenti alimenterete la NON vendita e il NON uso dell'automobile. Ormai fare lunghi viaggi in macchina è impensabile !! Meglio il treno !! se sbagliate politica eliminerete l'automobile dalle abitudini degli italiani!

osservatore13

Ven, 07/07/2017 - 18:36

perchè devono essere segnalati , gli autovelox ??? se il limite è di 50 km orari , basta rispettarlo IL ''GUAIO'' è mettere autovelox (con limite 30/50 km orari) in stradoni (strade statali e similari )con tantissima visibilità... IL ''PROBLEMA'' NON SONO I VELOX MA DOVE SONO POSIZIONATI.....

mork

Ven, 07/07/2017 - 18:54

RISPETTARE i limiti è così complicato ???? gli autovelox sono stati inventati proprio per quello, se ve ne fregate pagate

Frank90

Ven, 07/07/2017 - 18:57

Gentiloni non si smentisce. I Comunisti riescono alla grande quando si tratta di fare ciò che meglio fanno da sempre: RUBARE nelle tasche di quella classe sociale che millantano di "difendere". Oggi però rubano in maniera più raffinata. Si nascondono dietro buoni propositi, solidarietà, civiltà...Giù la maschera bestie comuniste! Potete ingannare la plebaglia addormentata, ma non chi vede dietro il sipario e abbia un minimo di conoscenza della storia passata.

Yossi0

Ven, 07/07/2017 - 19:00

questi solerti servitori dello stato non hanno altro a cui pensare e quindi debbono giustificare il loro lauto stipendio inventandosi la qualunque

sparviero51

Ven, 07/07/2017 - 19:39

I NOMI DI CHI LO HA PROPOSTO E DI CHI LO HA VOTATO . È ORA CHE QUESTI FARABUTTI SIANO ADDITATI AL PUBBLICO LUDIBRIO E NON SOLO !!!!!!!

frapito

Ven, 07/07/2017 - 20:00

Il vero problema sta nel fatto che non esistono delle vere e precise regole per stabilire oggettivamente i limiti di velocità, e quindi di pericolosità, di una determinata strada. Se un giorno un assessore si sveglia e decide di mettere il limite di 25/30 km/h su una strada di periferia a senso unico senza traverse o incroci con scarsissimo traffico lo può fare, e se decide di mettere un autovelox a 26km lo può fare. In pratica il cittadino deve rispettare le disposizioni, ma le autorità non devono rispettare le esigenze dei cittadini anzi ....!!!

Ritratto di lentiacontatto

lentiacontatto

Ven, 07/07/2017 - 20:36

I cartelli, servono anche per segnalare un pericolo, di conseguenza possono evitare frenate brusche se l'autovelox viene visto all'improvviso. Ma si sa, più delle volte servono alle amministrazioni comunali per fare cassa. Non ci sarebbe motivo per eliminare i cartelli segnalatori di autovelox.

Ernestinho

Ven, 07/07/2017 - 21:04

X "laghee100". E chi ha detto il contrario? Dai mie commenti puoi rilevare che ho detto che i limiti di velocità non devono essere "trabocchetti", come è capitato anche a me una volta. Parlo dove essi sono leciti, ad evitare e/o limitare tante tragedie a cui stiamo assistendo!

fr4nk18

Ven, 07/07/2017 - 21:06

questi signori del pd si comportano come scippatori come zingari borseggiatori .. andrebbero trattati come i suddetti quando vengono beccati.una fraccata di pugni in faccia e fratture alle mani francamente non capisco come non ci si rivolti contro questi nauseanti ladri e completi idioti per giunta il popolo italiano e' come stracchino marcio

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 07/07/2017 - 21:29

avanti con i decreti ammazza italiani!

Ernestinho

Ven, 07/07/2017 - 21:30

Finisco la giornata dicendo. I limiti di velocità, quando non sono "trappole" e sono leciti, ci devono essere e non c'è bisogno di indicare dove c'è l'autovelox altrimenti è una presa in giro. Questo per cercare di evitare la perdita di tante vite umane! BUONANOTTE!

MOSTARDELLIS

Ven, 07/07/2017 - 21:41

Ormai siamo alla follia pura. In Italia non c'è più niente di normale. Sono diventati tutti pazzi e Governo e PD in testa. Non si sa più se piangere o ridere per le scelleratezze che stanno combinando. FArabutti

pardinant

Ven, 07/07/2017 - 22:40

Forse è giusto tagliere i cartelli di preavviso ma sicuramente sarebbe doveroso revisionare i limiti in base alle reali caratteristiche della strada e non instaurare limiti assurdamente bassi su tratti di strada deserti in aperta campagna al solo fine di collocare un rilevatore di velocità per fare cassa. Posso aggiungere che attualmente la segnaletica stradale può essere troppo spesso definita schizofrenica, con talmente tanti limiti a volte riportanti velocità diverse a distanza di poche decine di metri, non di rado privi di termine ed a volte sospesi da incroci, da rendere spesso impossibile sapere con precisione il limite vigente.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Ven, 07/07/2017 - 23:18

BASTARDI pur di fare cassa non sanno più cosa inventarsi. Alla rimozione dei cartelli, se ciò avverrà, distruggiamo questi maledetti velox.

Silvio B Parodi

Sab, 08/07/2017 - 02:20

invece di piangere o ridere, votate il centro destra mandate a casa i ladri,, cioe 'il: PD.

giovanni.longoni.lc

Sab, 08/07/2017 - 06:45

COMPLIMENTI AL GOVERNO!!!. un provvedimento impopolare ma sicuramente giusto e utile. Le strade sono terra di nessuno.senza regole. una vergogna. Abito al confine con la svizzera ed è veramente umiliante vedere come una volta passato il confine da una situazione di rispetto delle regole si entri in un paese da quarto mondo e di illegalità. In un paese civile le regole vanno rispettate SEMPRE per un dovere civico e per un discorso di sicurezza quando siamo sulle strade. E non parliamo di fare cassa o lobby o che i cartelli non sono adeguati. L'obbligo di allacciare le cinture di sicurezza è notoriamente stata imposta dalle lobby di costruttori di cinture? ma per favore ... Sarà proprio l'occasione di sistemare e segnalare quelle situazioni sbagliate che ci possono essere sulla cartellonistica.Quante persone allacciano le cinture di sicurezza posteriori?Ma che paese del quarto mondo siamo? Vediamo quanto meno di adeguarci alla media europea. ripeto: COMPLIMENTI A QUESTO GOVERNO!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 08/07/2017 - 07:29

A parte che i limiti sembrano messi a capocchia, il conducente, che vedrà l'autovelox all'ultimo momento, frenerà con ancora maggiore violenza...accidenti, bisogna trovare un'altra scusa, governo ladro!

incavolatobianco

Sab, 08/07/2017 - 07:49

vi è un modo molto più semplice,per evitare gli autovelox:si chiama Codice della strada.Invece di piagnucolare come bimbi sorpresi col dito nella Nutella,mettetevi nelle zucche che i limiti di velocità,giusti o ingiusti,condivisibili o assurdi,vanno sempre rispettati.Certo,i comuni fanno cassa,ma siete voi a regalare i vostri soldi,quando ve ne infischiate dei cartelli stradali.

umberto nordio

Sab, 08/07/2017 - 08:04

Questi cartelli in effetti sono un segno evidente della demenzialità delle nostre leggi.

umberto nordio

Sab, 08/07/2017 - 08:07

Perché "insopportabili" multe? Basta rispettare i limiti di velocità!

Beaufou

Sab, 08/07/2017 - 08:26

Dal punto di vista teorico, togliere gli avvertimenti ha un senso: come dire, i limiti vanno rispettati sempre, com'è vero. Ma se fosse una cosa seria, si dovrebbero rivedere tanti limiti di velocità incongrui, arbitrari e ingiustificati. Ho viaggiato molto, e limiti cervellotici ne ho trovati su tutte le strade d'Italia.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 08/07/2017 - 09:03

Credo che sia una manovra del governo per dare ai comuni la possibilità di fare ulteriore cassa sulla pelle dei già tartassati automobilisti.

antipifferaio

Sab, 08/07/2017 - 09:23

Giorno dopo giorno i PiDioti si stanno ammazzando da soli...lasciateli continuare...Nemmeno la magistratura potrebbe (ma non vuole...) far tanto...

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 08/07/2017 - 09:56

Ernestinho 17:01 scrive : "Mi sembra giusto. Se c'è un limite di velocità l'automobilista deve rispettarlo, SEMPRE . . . Piuttosto si agisca quando essi sono dei veri e propri abusi, magari in lunghi rettilinei senza pericoli, . . . " - - - La sua riflessione avrebbe una certa logica se si invertisse l'ordine, cioè e sintetizzo : "si mettano cartelli con limiti di velocità logici e senz'altro ci sarà molta più disciplina/osservanza da parte degli automobilisti". - - - Spesso mi dico che certi cartelli sono così scriteriati e insulsi da essere un evidente mezzo di genuina rapina stradale. - - - Per maggiori dettagli, vedi commento gneo58 17:03. – (2° invio)--

Ernestinho

Sab, 08/07/2017 - 11:35

X "abj14" E cosa ho detto di diverso? Piuttosto, anche se mettessero cartelli logici, e lo devono fare, ci saranno sempre quelli che se ne fregano! Non so se le capita mai di vederne qualcuno! A me capita di vederne, sempre!

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 08/07/2017 - 12:12

Seguito mio 08:48 (se pubblicato – pubblicato 09:56) aggiungo che certi limiti di velocità sono non solo scriteriati e insulsi ma finanche subdoli. Sembrano infatti essere "calibrati" a posta per indurre l'automobilista a non rispettarli con conseguente più accentuata possibilità di sottrarre soldi a detti automobilisti.. – (2° invio)--