Avellino, maxi rissa in famiglia: otto persone denunciate

Una resa dei conti senza esclusioni di colpi avvenuta per strada, nell'insediamento di edilizia popolare di via Iardino, non lontano dalla caserma dei carabinieri

La rissa è esplosa per futili motivi: sono prima volati insulti e poi si è passati alle mani. Una mega lite ha coinvolto ben 8 persone, di età compresa tra i 18 e i 60 anni, ad Avellino, tutti componenti dello stesso nucleo familiare. Una resa dei conti senza esclusioni di colpi avvenuta per strada, nell'insediamento di edilizia popolare di via Iardino, non lontano dalla caserma dei carabinieri.

I parenti si sono presi a calci e pugni e solo l’intervento tempestivo delle forze dell’ordine ha evitato il peggio. Ci hanno impiegato un po’ di tempo i militari a separare i litiganti, minuti interminabili, con scene di violenza inaudite sotto gli occhi dei residenti.

Grazie all’aiuto delle immagini delle telecamere di videosorveglianza i carabinieri sono riusciti a risalire a tutte le 8 persone coinvolte, che sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Rosario Cantelmo, per rissa aggravata.

Qualche tempo fa un episodio simile accadde a Caserta. dove ci fu una violenta lite in famiglia durante il cenone di Natale. Ad avere la peggio fu un uomo, che venne ferito con una bastonata.