Aviano, un'esplosione nucleare provocherebbe 234mila morti

Uno studio austro-statunitense simula le conseguenze di una catastrofe nucleare nella base aerea. Gli Usa non hanno smentito né confermato la presenza di ordigni

Un'esplosione nucleare nella base aerea di Aviano, nel Friuli, provocherebbe la morte di almeno 234mila persone. La ricostruzione-choc è emersa da una ricerca congiunta austro-statunitense, i cui risultati sono stati presentati a Vienna lunedì.

Con la simulazione elaborata dal Natural Resources Defenze Council di Washington e della Zentralstalt fur metereologie und geodynamic di Vienna si puntava a prevedere gli effetti di una catastrofe nucleare che dovesse verificarsi in una delle basi militari nel Vecchio Continente. La scelta è caduta sulla base di Aviano per la sua vicinanza con l'Austria ma anche per le insistenti voci che vedrebbero diversi ordigni nucleari all'interno della struttura (ma si tratta, va detto, di una circostanza non smentita né confermata dalle autorità Usa).

Se la popolazione fosse debitamente avvertita e protetta, si avrebbero 82mila vittime: 26mila morti per l'esplosione e 56mila feriti provocati dalle conseguenze delle radiazioni. Se invece gli abitanti non fossero protetti in alcun modo, il conto dei morti salirebbe ulteriormente: si prevederebbero 234.500 morti, per la maggior parte feriti dai micidiali effetti della nube tossica che si verrebbe a creare.

Nell'esplosione atomica di Hiroshima perirorono 90mila persone, mentre per l'incidente nucleare di Chernobyl l'Onu calcola circa 4000mila morti. Aviano è un'infrastruttura militare italiana concesso in uso all'aeronautica militare statunitense, l'Usaf, sin dal 1955.

Commenti
Ritratto di nowhere71

nowhere71

Ven, 12/12/2014 - 11:22

gli ordigni nucleari sono presenti ad Aviano, tant'e' che nei piani di invasione dell'URSS, una bomba nucleare sarebbe dovuta scoppiare giusto ad Aviano.

Zizzigo

Ven, 12/12/2014 - 11:34

E in base a quali illazioni hanno fatto questi bei conti? Che ne sanno degli ordigni di varia natura, depositati ad Aviano? E che ne sanno delle misure di sicurezza adottate nella base? E chi ci guadagna a spandere informazioni terroristiche? Ci sono bestiate ben peggiori sulle quali discutere, che vengono decantate come bio ed ecologicamente sostenibili...

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 12/12/2014 - 12:05

ma non ci si può rilassare/ i russi possono arrivare/ Ogn'ora/ Ogn'ora. Certo che se scoppia qualcosa, sarebbe una bella sveglia.

moichiodi

Ven, 12/12/2014 - 12:10

E se scoppiasse il Vesuvio o l'etna? E se scoppiasse un centrale nucleare in Francia? Chi fa la conta dei morti?che notizia è

cgf

Ven, 12/12/2014 - 12:16

in un raggio di 200 chilometri dai confini italiani sono ad oggi attivi 27 impianti nucleari per un totale di circa 24 mila mwe. La maggior parte di questi impianti [francesi] ha un'età media che supera il quarto di secolo, inoltre quelli francesi sono in un'area sismica attiva. Aviano è solo 'solletico' se dovesse succedere qualcosa. BTW in Europa (CEE) ci sono 165 impianti, ok, alcuni di questi non sono attivi, non per questo non sono da considerare "poco pericolosi" anzi, DI PIU!

Hilbert_Space

Ven, 12/12/2014 - 12:25

Esatto nowhere71. Gli USA tengono bombe atomiche in Europa, sperando che la rappresaglia russa si limiti a colpire gli stati da cui sono partite le bombe verso la russia. L'Europa è la carne da cannone degli USA. Io spero invece che le bestie USA vengano cancellate dalla faccia della terra. (Purtroppo mi dovrò accontentare del lento ma inesorabile declino degli USA a cui stiamo assistendo, ma gli sforzi della grancassa massmediatica ci fanno credere tutto il contrario)

Artorius11

Ven, 12/12/2014 - 12:54

grande Hilbert...

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 12/12/2014 - 13:05

E' da una vita che si parla di ordigni nucleari colà custoditi. Sarebbe ora di far chiarezza.

Fradi

Ven, 12/12/2014 - 14:06

Dopo 70 anni dalla "liberazione" non abbiamo ancora recuperato la piena sovranità nazionale. Le atomiche nella base USA (la chiamano ... base NATO!) ci sono, chi risiede qui e segue la vicenda da anni, non ha dubbi.

Ritratto di afiorillo

afiorillo

Ven, 12/12/2014 - 14:10

Visto che i morti di Chernobyl sono stati 56, tutto l'articolo è quanto meno discutibile.

Ritratto di onollov35

onollov35

Ven, 12/12/2014 - 14:22

Ma smettiamola!l'Italia è attorniata da impianti termonucleari,mentre i nostri connazionali bocciarono il referendume per una centrale termonucleare,affinchè si pagasse meno elettricità.Per ottusità,dobbiamo importarla da Paesi a noi vicini con centrali termonucleari.La Base di Aviano è da cinquantasette anni gestita dagli USA.Vi posso assicurare che è ben manutenzionata e controllata.Ho prestato servizio in quelle zone friulane per alcuni anni.

Fradi

Ven, 12/12/2014 - 14:54

Qui qualcuno non ha ancora capito la differenza tra una centrale nucleare ed una bomba atomica.

mariolino50

Ven, 12/12/2014 - 15:11

Gente che conosco ci faceva la guardia ai bunker di Aviano, prima la vam, poi i caramba e dopo i marines, e le voci di corridoio dicevano che ci stavano le bombe atomiche,e visto il livello di guardia credo sia vero. Dicono anche che ci sono anche a Camp Derby, non molto lontano da casa mia. Chi fà il confronto con le centrali francesi dovrebbe sapere che non scoppiano, le bombe invece si e il botto è ben più grosso.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Ven, 12/12/2014 - 16:33

E se avessero sbagliato i conti? E se i morti fossero almeno 235 mila ?

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 12/12/2014 - 18:08

Tutto rientra nel progetto lineare di tagli alle pensioni, inutile affannarsi. C'est écrit dans le ciel...

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 18:46

Avevo letto da qualche parte che ad Aviano erano stivate una 90 di bombe termonucleari, di conseguenza se ne esplode una esplodono tutte quante. Altro che 234 Mila morti! Verrebbe cambiata tutta la configurazione geografica del Nord Italia e dell'Austria e i morti sarebbero a milioni non solo sul posto ma in due terzi d'Italia almeno, tralasciando le altre nazioni confinanti.

gian paolo cardelli

Ven, 12/12/2014 - 19:05

Hilbert_Space, lei del confronto militare USA/URSS non ha proprio capito un bel niente, ma tentare di spiegarlo a chi scrive "bestie USA" è perfettamente inutile. Continui pure ad odiare dimostrando così di possedere un cervello di gallina...

gian paolo cardelli

Ven, 12/12/2014 - 19:07

Stock47, non le è mai venuto in testa che le "bombe termonucleari" cui fa riferimento non esistono, perchè ad Aviano possono starci, secondo logica eurostrategica, solo ordigni atomici tattici? quelle di cui teme l'esistenza stanno e sono sempre state solo in cima ai missili balistici intercontinentali ovvero nelle stive di alcuni bombardieri strategici...

Hilbert_Space

Sab, 13/12/2014 - 09:50

Gian paolo ecc. Il cervello da gallina dimostra di averlo chi non vede (o non vuole vedere) cosa è diventato il mondo in questi ultimi 25 anni, per colpa della follia delle elìte USA. Lei continui a leggere la feccia che propongono i nostri media, e contribuisca a sostenere la loro menzogna colossale. Questo non cambierà di una virgola l'esito finale.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 13/12/2014 - 19:01

gian paolo cardelli, credo che si sbagli. Lessi tempo addietro la notizia che ho riportato e le bombe sono termonucleari. Quelle atomiche praticamente non le fanno più, o meglio, servono per innescare le seconde, perchè non hanno la stessa potenza distruttiva. E' vero che solitamente tali bombe vengono messe su missili a lunga gittata ma lei ignora, forse, che non ne mettono solo una ma un grappolo che arriva a oltre 10 bombe per missile. Tali bombe sono quindi facilmente caricabili su normali aerei caccia bombardieri sotto forma di missili cruise. Ad Aviano se ci sono bombe sono termonucleari e credo che si aggirino nel numeo che ho scritto. Di conseguenza se ne esplode una, esplodono tutte.

Federico65

Sab, 20/12/2014 - 17:53

Non c'è nessuno che parla del pericolo delle 20 bombe nucleari nella base italiana di Ghedi?