Avio, un balzo nel Medioevo con "Uva e dintorni"

Da venerdì 2 a domenica 4 settembre ad Avio (Tn), caratteristica cittadina della Vallagarina al confine tra le province di Trento e di Verona, si svolgerà la sedicesima edizione della manifestazione enogastronomica e storico-culturale

Da venerdì 2 a domenica 4 settembre ad Avio (Tn), caratteristica cittadina della Vallagarina al confine tra le province di Trento e di Verona, si svolgerà la sedicesima edizione della manifestazione enogastronomica e storico-culturale: “UVA e Dintorni” organizzata dall'omonimo comitato, in collaborazione con il Comune di Avio e la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Non si tratta esclusivamente di un evento enogastronomico di successo (ogni anno attrae circa 20.000 spettatori provenienti da altre parti d’Italia), ma di una kermesse a 360° caratterizzata da coinvolgenti iniziative e performance: canti e poesie, spettacoli itineranti, giochi (anche per i più piccini), sfilate in costume, mercatini di hobbisti e artigiani, dimostrazioni di falconeria, animazioni e scorci di vita medioevale, alla scoperta di mestieri dimenticati e antichi strumenti di lavoro.

Come si evince dal nome della manifestazione, la tre giorni è indubbiamente legata alla produzione e al mondo del vino che è un elemento fondamentale sia per l'economia del territorio sia per la connotazione del paesaggio. A tal proposito non mancheranno momenti di approfondimento (tra i quali l'incontro dal titolo: "Vino che resiste - un'ipotesi per la viticoltura del futuro ai piedi del Monte Baldo" a cura dell'Associazione Skywine e del Comune di Avio) e le degustazioni guidate dai tecnici dell'Onav DI Trento (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) e dei Viticoltori di Avio di prodotti locali e nazionali; il tutto all’insegna di una sorta di “Giro d’Italia del vino” dove i protagonisti saranno i vini che contraddistinguono “le Città del vino”. Per i più sportivi ci sarà l’opportunità di partecipare alle passeggiate nei vigneti circostanti oppure di prendere parte alla suggestiva pedalata ciclo-storica non competitiva di circa 40 km lungo la Valle dell'Adige con visita ai ristori e alle cantine della zona. Per potervi accedere il regolamento stabilisce e impone unicamente l’utilizzo di biciclette “retrò” (il cui anno di produzione deve essere antecedente al 1987).

Tra i momenti clou della manifestazione impossibile non citare il XIV Palio nazionale della Botte tra le Città del Vino, in calendario domenica 4 settembre alle ore 14.30, La gara consiste nel far rotolare una botte da 500 litri lungo un percorso compreso tra un minimo di 600 metri ad un massimo di 1500 metri di lunghezza e deve attraversare le vie della Città del Vino ospitante. Quest’anno la gara vedrà sfidarsi ben 14 Città del Vino per conquistare l'accesso alla finalissima di domenica 2 ottobre a Vittorio Veneto. In gara, oltre alle città trentine di Avio, Aldeno, Isera e Trento, ci saranno le squadre di Brentino Belluno (Vr), Cavriana (Mn), Ghemme (No), Nizza Monferrato (At), Maggiora (No), Pedemonte (Vr), Refrontolo (Tv), Serrone (Fr), Valdobbiadene (Tv) e Vittorio Veneto (Tv). Esclusivamente ad Avio, oltre alla gara di spinta si aggiungono altre tre specialità: la pigiatura dell'uva scalzi, il riempimento della botte e lo slalom femminile della botte.