Avvertimento da islamici d'Italia "Attentati se fate guerra in Libia"

Il consiglio del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani d'Italia manda un messaggio chiaro al governo italiano: l'intervento militare in Libia porterebbe un "rischio concreto" di attentati in Italia

Se non è un avvertimento, il consiglio del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani d'Italia manda un messaggio chiaro al governo italiano: l'intervento militare in Libia porterebbe un "rischio concreto" di attentati in Italia.

Il presidente della Comunità Islamica d'Italia (CIDI), e portavoce ufficiale del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani in Italia (CISMI), Sharif Lorenzini, in occasione della presentazione della giornata di incontro tra la comunità islamica e la cittadinanza locale, ha espresso la posizione del mondo musulmano su un possibile intervento in Libia. "Il rischio attentati c'è ed è concreto - ha detto Lorenzini - a maggior ragione perchè la Libia è dall'altra parte del Mediterraneo. E i libici e i simpatizzanti per la Libia o tutta quell'area che possono sentirsi chiamati in causa, possono essere già presenti in Europa".

Per Lorenzini, si tratta di "persone che, non avendo più nulla da perdere, possono pensare che la rappresaglia rappresenti l'obiettivo della propria vita, e quindi anche organizzarsi per infliggere un colpo a coloro che considerano il nemico". "Non è vero - ha aggiunto - che le popolazioni civili vedono le forze militari straniere come salvatori della patria, nè vedono quelle missioni come missioni di pace".

Secondo gli islamici italiani "qualsiasi intervento di natura politico militare in un altro paese straniero inevitabilmente porta il rischio di rappresaglia da parte di quella popolazione che vede nella presenza dello straniero, in questo caso l'esercito italiano, una minaccia. Il rischio quindi è concreto, a maggior ragione se quelle popolazioni sono già afflitte da scenari di guerra e distruzione". Non ci sono motivazioni politiche e geopolitiche che tengano. "E' molto complesso - ha continuato Lorenzini - e il primo sentimento che si prova è il terrore: quando si vede un carro armato non si può certo vederlo come un fiore che profuma. Quindi il sostegno verso quei paesi non può avvenire attraverso la guerra".

Poi l'avvertimento finale. "Un intervento militare da parte dell'Italia in quell'area non fa altro che alzare il rischio sicurezza a 1000".

Commenti

GuidoReinachAstori

Mer, 09/03/2016 - 13:59

Ma questa non è una minaccia? Andate a prendere il presidente dei mussulmani italiani, fategli spiegare queste allusioni di attacchi al Nostro Paese, radiografate la sua attività e rispeditelo al suo paese. Ho fatto parte dei corpi "detti" speciali e ritengo che, proprio perché la Libia è così vicina a casa Nostra debba essere monitorata molto più di altri paesi ed assolutamente messa nella condizione di non poter nuocere in nessun modo; (tratta di persone, terrorismo ecc.)La paura di conseguenze negative fa solo il gioco di questi cammellieri arabi pronti ad invadere le Nostre Terre.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 09/03/2016 - 14:08

Il classico "avvertimento"...mafioso.

Libero1

Mer, 09/03/2016 - 14:09

Come se non bastassero le minacce dei tagliatesta,ora arrivano anche le minacce dai musulmani che vivono in italia.Come dire che malgrado l'italia li ospita ora si prendono anche il lusso di minacciare il governo p-idioti se decidesse di intervenire in Libia.Roba da non credere.

Aleramo

Mer, 09/03/2016 - 14:14

Hanno capito che siamo dei cagas.tto

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 09/03/2016 - 14:21

Il nemico vero non e' in Libia...e' in Italia...ma il nostro governo gli si e' inchinato concedendosi supinamente...adesso e' troppo tardi...

Ritratto di onollov35

onollov35

Mer, 09/03/2016 - 14:28

Senza tante parole e compromessi.Il Governo tiri fuori le cosidette e cacci via tutti dal territorio Nazionale,togliendo la cittadinanza ai facinorosi.Sopratutto, dia più fermezza alle Forze dell'Ordine senza farli incriminare da qualche Giudice all'occorrenza.

vince50_19

Mer, 09/03/2016 - 14:40

Mi fanno ridere sti poveri co...: non è prevedibile un fatto del genere, c'è bisogno che lo dicano proprio loro? Beh .. ripensandoci è meglio che lo abbiano fatto presente: repetita juvant! Giusto Angelì, Mattè? Mi sa che "qualcuno", oltre che di loctite, stia facendo scorta di "carta regina" visto come hanno ridotto le nostre forze armate che possono fare poco sparse come sono a dx e a sx nello scacchiere mondiale.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 09/03/2016 - 14:40

Praticamente ci minacciano da casa nostra. Usano i nostri servizi, ci costano un occhio e ci minacviano. E noi, genuflessi.

venco

Mer, 09/03/2016 - 14:42

E anche questi approfittano dell'accoglienza per farci guerra.

Blueray

Mer, 09/03/2016 - 14:46

E questi sarebbero quelli che alcuni si ostinano a definire incautamente islamici moderati? Ora abbiamo la riprova, (che comunque non serviva), che proprio non esistono.

routier

Mer, 09/03/2016 - 15:18

"Ci saranno attentati se farete la guerra in Libia". Se ci fosse la regola del "pan per focaccia" dovremmo rispondere che se ci saranno attentati in Italia rispediremo tutti gli islamici in Libia. Così a minacce saremmo pari! (ma per dare certe risposte ci vogliono gli zebedei!)

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 09/03/2016 - 15:21

Sono questi la risorsa di cui pannolone Napolitano,il Papa,la clona di germania,nonché tutte le le cosiddette onlus a pagamento,parlano? nopecoroni.it

Una-mattina-mi-...

Mer, 09/03/2016 - 15:35

SOLO RICATTI, RICATTI, RICATTI

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 09/03/2016 - 15:45

Se gli Islamici in Italia minacciano, di attentati verso la popolazione Italiana,"""ALLORA, CHE SIA GUERRA!!! ED AL PRIMO ATTO TERRORISTICO NEL TERRITORIO ITALIANO, POTREMMO SBARAZZARCI DI TUTTO QUEL MARCIUME CHE È ENTRATO IN ITALIA CHIEDENDO ASILO E NO """!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 09/03/2016 - 15:46

Cari trinariciuti questi sono i primi vagiti, che una dissennata politica dell'accoglienza ad oltranza,incominciamo a sentire.Sarà l'islam buono????????????????????????????????????

Fjr

Mer, 09/03/2016 - 15:54

E allora togliamoci il pensiero e spediamoli tutti al paesello

grog

Mer, 09/03/2016 - 15:54

non si chiama avvertimento si chiama estorsione. Dove sono tutti quei PM che indagano su qualsiasi genere di Kazzata tranne ovviamente che su questioni serie? procedete contro questo sedicente Consiglio Islamico Supremo dei Mussulmani d'Italia. Ma chi sono chi si credono di essere? vadano a dispensare consigli a casa loro

dubbio

Mer, 09/03/2016 - 16:26

Claudio Cartaldo, la considerazione di Lorenzini è estremamente condivisibile. Ci mette giustamente in guardia da possibili attentati per il nostro paese che potrebbero venire non dai libici italiani ma dai libici che combatteremmo. Per questo e per cento altre considerazioni, credo, che non si possa che apprezzare l'estrema cautela del governo italiano a differenza dello sciagurato salvini che ieri voleva inviare truppe in Libia e di Berlusconi che 4 giorni fa voleva inviare mercenari per fame , non soddisfatto del disastro che ha contribuito a creare con l'intervento del 2011. Grazie Renzi. Grazie governo per la vostra serietà

Giorgio5819

Mer, 09/03/2016 - 19:12

Buttiamo fuori dall'Italia TUTTA questa gentaglia, adesso, subito ! E sbattiamo fuori anche tutti i maiali che li sostengono.

Ritratto di chiri

chiri

Mer, 09/03/2016 - 21:27

Avremo una coppa d'oro con la scritta eroi per il nostro territorio

ARGO92

Mer, 09/03/2016 - 22:04

LORENZINI IN GALERA PER DIRETTISSIMA E BUTTARE LE CHIAVI