Da un avvocato con 48 anni di professione

Come quelli che ormai hanno perso ogni speranza, accolgo l'invito a segnalare l'inverecondo, riprovevole ed illegittimo comportamento di questo Stato

Le storie di malagiustizia raccontate dalle vittime al sito web del "Giornale". Scrivici anche la tua: malagiustizia@ilgiornale-web.it. La porteremo al ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri

Come quelli che ormai hanno perso ogni speranza, accolgo con furore il Vs invito a segnalare l'inverecondo, riprovevole ed illegittimo comportamento di questo ns Stato ed ahimé del ns. ineffabile ed "amichevole - familiare telecomunicatore " Ministro di Giustizia perché renda noto e faccia sapere: quando il (suo)Ministero provvederá ad inviare quanto la Corte di Appello di Salerno, competente per le altrettante invereconde lungaggini del Tribunale di Lamezia Terme, con decreti definitivi, risalenti agli anni 2009, 2010, ha disposto a titolo di risarcimento del danno cagionato in favore di questi poveretti ( piú sotto elencati) che hanno avuto la brillante idea di rivolgersi alla Giustizia nella mal riposta certezza di poter risolvere i propri problemi?

É forse ancora presto, dopo quattro - cinque anni dalla definizione dei procedimenti, pretendere che si provveda finalmente all'adempimento? E se quanto detto proviene da un Avvocato al 48 anno di professione (anche) onorata,cosa si puó ancora aggiungere, cosa si può ancora sperare? Certamente nulla : ad abundantiam, non si sono nemmeno accorti, o fanno finta di non essersene accorti, che si é evitato di dar corso ad altri procedimenti ( per es. al TAR....per costringere il Ministero ad ottemperare) ovvero per ottenere il c.d. "danno del ritardo del ritardo" giá sanzionato da innumerevoli decisioni della Corte di Giustizia Europea? Ma la Ministra se ne frega, é impegnata al telefono, e poi é sempre valido "io pago, ed io pago....", mah.....Credetemi il ribrezzo é talmente indicibile che sopratutto (o soltanto) per il rispetto dovuto alla mia professione mi consiglio di non andare oltre, anche perché é notorio che in questo nostro Paese (inevitabilmente) le vittime sono predestinate prima o poi ad essere additate come degli ottimi carnefici.....