Gli azzurri del volley donano il premio di 50mila euro ai terremotati

Gli atleti della Nazionale di pallavolo dopo aver vinto il premio "Le medaglie che valgono di più" hanno deciso di devolvere tutto il denaro alle persone colpite dal sisma

Tornati dai Giochi di Rio con un importante secondo posto, gli atleti della nazionale italiana di pallavolo hanno deciso di donare il loro premio di 50 mila euro alle popolazioni che sono state colpite dal sisma del 24 agosto.

Il premio in questione, "Le medaglie che valgono di più", arriva dalla Fondazione Giovanni Agnelli che, in occasione del suo cinquantesimo anniversario, in collaborazione con il Coni e la Gazzetta dello Sport, ha messo a disposizione per tre atleti italiani o per tre squadre le stesse cifre stanziate dal Comitato Olimpico: per l'oro 150 mila euro, per l'argento 75 mila euro e per il bronzo 50 mila euro.

A stabilire i vincitori del premio sono stati i lettori della Gazzetta.it che hanno dovuto scegliere le tre medaglie che più hanno emozionato e convinto ai Giochi. Al primo posto si è classificato lo schermidore Danile Garozzo, al secondo il ciclista Elia Viviani, mentre al terzo la nazionale di pallavolo maschile. Come riporta la federvolley, ad unanimità, la squadra degli azzurri ha deciso di devolvere il premio ricevuto ai terremotati.

Il capitano della Nazionale, Emanuele Birarelli, intervistato da La Gazzetta dello Sport ha espresso tutta la sua felicità e commozione per aver vinto questo premio, "ma, considerando la catastrofe che ha sconvolto il Centro Italia, ci sembra giusto donare l'intero importo 'della medaglia' a chi ora sta soffrendo perché ha perso tutto".

"Ne abbiamo parlato tutti insieme - conclude Birarelli - e siamo subito arrivati alla conclusione che quella cifra non spettava a noi, ma alle popolazioni colpite dal sisma. Il nostro pensiero va a loro".

Commenti
Ritratto di ezekiel

ezekiel

Ven, 26/08/2016 - 16:45

Bravi.

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 26/08/2016 - 16:48

Bravi, siete abituati a fare fatti e non chiacchiere. In molti dovrebbero seguire il vostro esempio.

guerrinofe

Ven, 26/08/2016 - 17:39

Complimenti ,pero dateli a "BREVI MANI" !

rokko

Sab, 27/08/2016 - 00:14

Sono dei grandi, io l'ho sempre detto