Baby squillo, nuovo arresto per Ieni: sfruttava due diciannovenni

Altre due ragazze coinvolte nel giro di prostituzione romano

Mirko Ieni, già coinvolto nell'inchiesta sullo sfruttamento della prostituzione minorile in un appartamento romano del quartiere Parioli, è stato arrestato oggi per la terza volta.

Già arrestato il 28 ottobre e il 12 novembre per i reati di sfruttamento della prostituzione minorile e spaccio, l'uomo è ora accusato dello sfruttamento di altre due giovani, che all'epoca avevano 19 anni, in zona Vescovio. Le nuove imputazioni sono emerse da testimonianze e indagini su computer e cellulari sequestrati a Ieni a ottobre.

Tra maggio 2012 e luglio 2013, Mirko Ieni avrebbe sfruttato due diciannovenni che si prostituivano nel suo appartamento, adescando i clienti con inserzioni su internet. Alle giovani e alla sorella minore di una di loro, avrebbe anche fornito cocaina e hashish.

Sul telefonino di Ieni è stato trovato anche un video, girato senza che i soggetti ripresi lo sapessero, in cui si vede una delle ragazze fare sesso con un cliente. 

Commenti

mbotawy'

Mer, 12/03/2014 - 14:20

Notizia,questa ridicola e comica. I nostri marciapiedi dal sud al nord d'Italia pullulano di ragazze e ragazzine in "libera prostituzione pubblica".

Giuseppe Borroni

Mer, 12/03/2014 - 15:24

al Giornale hanno deciso di stendere un velo pietoso sulla imbarazzante vicenda/vizietto del marito della Mussolini; e' convenientemente sparita dall'orizzonte. Bravo Sallusti, la rogna meglio grattarsela da dosso in silenzio

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 13/03/2014 - 09:13

Questo articolo di cronaca lo si trova solo cercandolo con il lanternino e nulla viene riportato sul coinvolgimento del marito della Musso. Caro Sallusti non è che nascondendo la notizia il fatto non sia avvenuto. Ora, dopo qualche giorno di cautela, ne parlano anche le TV, mentre il Gionale censura.