Un bacio sul collo può essere considerato violenza sessuale

A dirlo la Cassazione, che ha emesso sentenza su un episodio avvenuto in un bar

Un bacio sul collo dato senza consenso può costare molto caro. È stata la Cassazione a stabilirlo, con una sentenza che conferma la condanna a un avventore di un bar, che dovrà scontare un anno e due mesi di reclusione, per avere abbracciato e baciato una delle dipendenti, nonostante i suoi tentativi di allontanarlo.

La condanna è arrivato non solo perché la donna era contraria alle effusioni, ma perché - secondo quanto commenta Studio Cataldi - i baci erano indirizzati "al collo e all'orecchio", considerate zone erogene.

La difesa puntava a dimostrare che i comportamenti dell'imputato, comunque eccessivi, erano "atteggiamenti confidenziali", e aggiungeva che la donna era "uscita con lui addirittura per una settimana". Ma i gradi del processo hanno deciso altrimenti.

La Cassazione ha confermato che i giudici hanno svolto correttamente il loro lavoro, interpretando la condotta dell'uomo come violenza sessuale. Che comprende "oltre ad ogni forma di congiunzione carnale, qualsiasi atto idoneo, secondo canoni scientifici e culturali, a soddisfare il piacere sessuale o a suscitarne lo stimolo, a prescindere dalle intenzioni dell'agente, purché questi sia consapevole della natura oggettivamente 'sessuale' dell'atto posto in essere con la propria condotta cosciente e volontaria".

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Gio, 11/08/2016 - 20:43

Perchè non ritenere "violenza" anche andare in giro con le tette al vento o le "chiappe scoperte"...... o meglio adottiamo il burqa.

marygio

Ven, 12/08/2016 - 10:33

un anno e due mesi....non era depresso.....ahhhhhhhhhhhhhh

orso bruno

Ven, 12/08/2016 - 11:10

Invece è stato assolto il violentatore della vittima che indossava i pantaloni......Con giudici siffatti non andremo molto lontano...