Badante finisce sotto la metro Il video della spinta sui binari

Le riprese della video sorveglianza della fermata all’Eur a Roma mostrano Trotta mentre spinge una passeggera

Igor Trotta, 47 anni, resta in carcere. È accusato di tentato omicidio dopo aver spinto una donna sotto un convoglio della metro a Roma. La vittima del gesto folle dell'uomo, Micaela Castro Pizarro, una badante peruviana di 47 anni, nel corso dell'incidente-aggressione ha perso una mano. Nelle immagini della polizia di fatto si vede l'uomo mentre spinge la donna.

Il gip Vilma Passamonti ha convalidato il fermo e di fatto Trotta nel corso dell'interrogatorio ha ammesso le sue responsabilità. Intanto il pm di Roma, Alberto Pioletti ha richeisto per l'uomo una perizia psichiatrica. Nel primo interrogatorio infatti l'uomo aveva affermato di aver "eseguito un ordine di Dio". Ora Trotta si trova nel centro clinico del carcere di Rebibbia a Roma. La perizia è stata affidata al professore Stefano Ferracuti che entro 45 giorni dovrà svolgere l'esame su Trotta per chiarire da dove è nato il gesto folle dell'uomo. (Clicca qui per guardare il video)

Commenti

vottorio

Mar, 30/01/2018 - 19:06

con una iniezione endovenosa si risolverebbe il problema senza troppe formalità.

Anonimo (non verificato)

Holmert

Mar, 30/01/2018 - 19:21

Essendo un alienato mentale non è imputabile, ergo ha carta bianca di spingere chi gli pare e piace, grazie alla legge Basaglia che ne decretò la libera uscita dai luoghi custodiali. Girava allora che loro nascevano sani, ma era la società che li faceva ammalare. Insomma la colpa era della società. I soliti deliri mentali dei compagneros italiani e dei loro utili idioti.

Tombolo

Mar, 30/01/2018 - 19:24

Amputazione immediata del braccio con il quale il Trotta ha spinto la Castro Pizarro.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 30/01/2018 - 19:38

C'è da chiedersi da dove è nato il gesto folle? Dal razzismo di un bastardo di Casa Pound!