Bambina di 12 anni insegue e blocca il borseggiatore della nonna

A Genova, una bambina di nome Sara si è accorta che un uomo aveva portato via dei soldi dalla borsa della nonna. Non ci ha pensato due volte: ha inseguito il ladro ed è riuscita a bloccarlo

"Ho affrontato quell'uoomo con il cuore a mille. Volevo soltanto recuperare i soldi della nonna". Sono le parole di Marta, una bambina di 12 anni che a Genova è diventata eroe per un giorno. Mentre era seduta insieme alla sua famiglia nel dehors di un bar del centro, si è accorta che un ladro aveva appena messo le mani nella borsa della nonna, scappando via con 100 euro. Non ci ha pensato un attimo, inseguendo il borseggiatore - un sudamericano di mezza età - bloccandolo e recuperando la refurtiva.

Bar della Meridiana, ora di pranzo, centro di Genova. Una famiglia sta mangiando qualcosa dopo avere fatto visita in ospedale al papà. Improvvisamente, un uomo sospetto scappa via dal dehors. Sara, 12 anni, si accorge che qualcosa non va. La borsa della nonna, appoggiata a una sedia, è aperta. L'anziana capisce che qualcuno l'ha derubata. E scoppia a piangere, mentre il borseggiatore scappa via a tutta velocità. "Quando ho visto piangere la nonna perché le avevano rubato i soldi dalla borsa, non ho capito più niente. Sono corsa a cercare il ladro, lo ha visto prima mio fratello ma io l’ho fermato perché è più piccolo di me, ha solo 10 anni. Ho affrontato quell’uomo col cuore a mille, per riavere i soldi della nonna", ha detto la piccola al Secolo XIX.

Francesca C., la madre della bambina, ricostruisce così la vicenda. "Eravamo seduti al bar della Meridiana a mangiare qualcosa con mia madre e i bambini: tutti insieme perché mio padre è in ospedale ed eravamo stati a fargli visita. Mia madre ha lasciato la borsa appoggiata allo schienale della sedia. Vicino a lei era seduto un uomo sulla cinquantina, apparentemente sudamericano, con un cappello e un borsello. Non ordinava, ha detto che aspettava degli amici. Non lo abbiamo più considerato - racconta la donna - ed è arrivato il cibo ma a un certo punto abbiamo notato che la borsa di mia madre era per terra. L’abbiamo aperta e ci siamo resi conto del furto. A quel punto i bambini sono schizzati fuori dal bar e non abbiamo fatto in tempo a fermarli. Sono stati loro che hanno fermato il ladro". E conclude: "Grazie al cielo non si sono fatti male, ma ammetto di essere orgogliosa di loro".

Commenti
Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 30/06/2018 - 13:46

E la "risorsa boldriniana" è poi stata fermata?

Gianni11

Sab, 30/06/2018 - 14:24

Ecco come le frontiere aperte dei criminali dell'UE e sinistroidi hanno ridotto la vita degli italiani. Per fare piazza pulita e reprenderci il NOSTRO Paese ci dobbiamo liberare dall'UE. Non ci sono altre scelte.

polonio210

Sab, 30/06/2018 - 15:15

E' ora di finirla con questi giovani delinquenti che si accaniscono con violenza inumana contro un povero straniero,per di più anziano.Questi epigoni,della "gioventù Hitleriana",allevati a pane e razzismo,da genitori certamente fascisti o peggio ancora leghisti,non sanno che questo straniero è colui che ci pagherà le pensioni(Boeri docet)e che è una valente risorsa,verso la quale dobbiamo inchinarci riverenti,ringraziandolo di averci onorato con la Sua presenza permettendoci di apprenderne usi e costumi(Boldrini docet)che presto diventeranno i nostri.

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 30/06/2018 - 16:17

ora il giudice condannerà la minorenne per avere intralciato il lavoro della risorsa BOLDRINIANA

yulbrynner

Sab, 30/06/2018 - 16:20

chi era il ladro??? topo gigio?? ahahahah solo un ladro super imbranato poteva essere blocato da una 12enne ahahaha

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 30/06/2018 - 18:16

I soldi doveva versarsi all 'inps per pagarci le pensioni.