Banca Generali dribbla i tassi a zero e punta all'utile con gli «alternative»

Banca Generali lancia la sfida alla valorizzazione del risparmio amministrato aprendo a una nuova gamma di soluzioni finora prerogativa solo dei grandi investitori istituzionali. Obiettivo è valorizzare e proteggere i risparmi costruendo su misura tutta una serie di interventi utili per superare le pressioni ai rendimenti dalla discesa dei tassi. «Stiamo rendendo accessibili ai nostri clienti opportunità finora a loro precluse con una rosa di soluzioni alternative inedite nel nostro segmento», spiega il condirettore generale Gian Maria Mossa che aggiunge: «Stiamo aprendo a una famiglia di strumenti che, dalle gestioni attive long-short , al mondo del Forex passando per le possibilità di personalizzazioni direzionali dall'utilizzo di derivati e certificate , si distinguono come un unicum in grado di creare nuove prospettive alla pianificazione finanziaria per i clienti».

Un primo intervento in questa direzione è stato compiuto aprendo alla clientela qualificata i vantaggi di una gestione patrimoniale capace di diversificare il portafoglio selezionando esperienze e professionalità legate a molteplici strumenti di investimento, anche quelli caratterizzati da un minore grado di liquidità, come a esempio nell'ambito del credito collegato agli immobili, o nelle strategie sul debito subordinato. A tale gestione si sono poi aggiunti in questi giorni una nuova famiglia di fondi alternative come il comparto specializzato nelle strategie in valute di Amundi, o le gestioni attive e senza limiti di Vontobel, Eurizon e Controlfida, quest'ultima realizzata su tre classi (azioni, obbligazioni e valute) e al 100% tramite opzioni. Il passo successivo nell'innovativo disegno tracciato dal management riflette un rivoluzionario focus strategico.

«Stiamo per definire accordi importanti con partner di standing internazionale per consentire ai nostri professionisti di operare su piattaforme di ultima generazione; in sostanza ai nostri clienti private , e ai risparmiatori dai profili adeguati, sarà accessibile un universo di strumenti illiquidi resi ora invece liquidi, e quindi selezionabili con facilità, da queste piattaforme», precisa Mossa.

In pratica, si alzerà il sipario su quella gamma di investimenti alternative finora prerogativa di hedge fund o istituzionali e che ora sono disponibili sotto forma di prodotti «ucitis», quindi scambiabili anche tra i risparmiatori, grazie alle gestioni replica di queste strutture. A completamento del ventaglio di personalizzazioni dei portafogli, la società sta preparando anche il lancio di un ulteriore programma dedicato al mondo dei certificate , ovvero strumenti finanziari derivati che consentono di investire su qualsiasi mercato. L'operazione riguarda i clienti con esigenze più complesse nelle dinamiche di investimento, che coinvolgono magari tematiche finora poco accessibili come per esempio nel mondo delle commodities e della volatilità. Un ulteriore tratto distintivo nella strategia di Banca Generali è di costruire percorsi su misura alle esigenze dei clienti e diventare sempre più un punto di riferimento nel settore del risparmio in Italia.