Banca Popolare di Vicenza finisce sotto inchiesta

Un'altra banca fa tremare i risparmiatori. In questo caso si tratta della Banca Popolare di Vicenza. Di fatto, secondo quanto racconta Repubblica, la Banca popolare di Vicenza sarebbe nel mirino della procura con tre inchieste

Un'altra banca fa tremare i risparmiatori. In questo caso si tratta della Banca Popolare di Vicenza. Di fatto, secondo quanto racconta Repubblica, la Banca popolare di Vicenza sarebbe nel mirino della procura con tre inchieste. Tra le varie accuse ci sarebbe quella di truffa per estorsione ai danni di diversi risparmiatori che avrebbero subito pressioni per acquistare azioni dell'istituto di credito sotto la minaccia della revoca dei fidi o dei mutui. Di fatto i clienti che avevano esigenza di liquidità, ovvero di denaro, sarebbero stati spinti a comprare circa un miliardo di euro di azioni da Banca Popolare di Vicenza.

Un'operazione che secondo la procura sarebbe vietata e che sarebbe stata condotta "in assoluto spregio della buona amministrazione". I risparmiatori colpiti sarebbero friulani e pratesi. Fra loro ci sono artigiani, pensionati ma anche piccoli imprenditori. "Non vorremmo che queste indagini si fermassero all'esecutore materiale (ovvero i dipendenti delle filiali che hanno materialmente processato le sottoscrizioni, ndr) che così diventerebbe il capro espiatorio, lasciando impuniti coloro che realmente hanno implicazioni su scala nazionale", ha spiegato Barbara Puschiassis della Federconsumatori del Friuli.