Banche, Giorgetti attacca "Con regole fissate da altri, i nostri istituti falliscono"

Durante il discorso agli Stati generali del Coni a Roma, Giorgetti si sofferma sul discorso banche

"Avevamo uno dei sistemi bancari migliori del mondo. E ora, vediamo che con delle regole fissate da qualche altra parte, i nostri istituti falliscono uno dopo l'altro". A dirlo è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti. Durante il discorso agli Stati generali del Coni a Roma, Giorgetti oltre a parlare del sistema sportivo che "non può rimanere ancorato al passato", si sofferma anche sul discorso banche.

Giorgetti ha così commentato la direttiva Bce sui crediti deteriorati delle banche che già ieri avevano provocato una dura reazione del vicepremier, Matteo Salvini. "La Bce fa il suo mestiere - continua -. Quando si danno dei poteri sovranazionali a degli enti devi aspettarti che ragionino in base sovranazionale. Il problema è più complessivo, è la globalizzazione. Ogni economia ha le sue specificità e se le regole sono uguali per tutti ognuno le paga poi in modo diverso". Inevitabile una domanda su Carige, visto ciò che è successo e sta succedendo da due settimane a questa parte.

"No, non ci sono sviluppi oltre la norma - replica Giancarlo Giorgetti -. Gli amministratori stanno lavorando, buon lavoro agli amministratori".

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 16/01/2019 - 13:09

Giorgetti,diciamola tutta!Occorre "ridisegnare" il Sistema Bancario.Lo sanno tutti,che le "immobilizzazioni" non sono reali,che le "sofferenze",in Bilancio al 27%,se va bene sono al 45%!....,che il potere decisionale,è in poche mani "sicure",con decisioni "politiche non attualizzate" su affidamenti vari,allegra "finanza VIRTUALE","derivati",etc....,che i "controlli" sono effettuati da Società di certificazione,scelte da loro!(dovrebbero essere scelte a "sorteggio palese",quindi in modo casuale,anno per anno,non scelte da chi deve essere "certificato"!)..Diciamolo apertamente:occorre una "VERA" riforma del sistema Bancario Italiano!Ad iniziare dagli "STATUTI",che dovrebbero consentire decisioni dei suoi organi,prese con "peso" 50 in base al capitale,e "peso" 50 in base al "NUMERO DEGLI AZIONISTI",....Sono UNO che ha votato Lega!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 16/01/2019 - 13:32

Meno male che fra i deliri di Berlusconi e quelli dei sostenitori di battisti trovate anche il tempo di pubblicare una notizia vera. Ma come al solito passerà inosservata, perché ormai i nostri padroni economici sono troppo ammanicati con la finanza euroepa.

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Mer, 16/01/2019 - 13:46

Mi sembra che ci sia un po' di confusione. La BCE ha semplicemente chiesto di mettere da parte delle risorse per garantire che le perdite dovute agli NPE non portino al default della banca. E' una delle regole che sono date dopo la crisi finanziaria del 2011, servono per evitare che il disastro che abbiamo già vissuto si ripeta.

carlottacharlie

Mer, 16/01/2019 - 14:02

Certo che si! Già che questi "altri" non brillano per onestà e correttezza. Prenderei a sberle anche gli idioti nostrani che dettero facoltà agli sciacalli di banchettare coi nostri denari. Ripulire un poco il paese dai farabutti che hanno svenduto la Nazione e brigano per dare più potere ai criminali finanziari sarebbe auspicabile anche se sappiamo che l'uomo, essendo tale, è la bestia più famelica sul globo terrestre, mangia mangia e mai è sazio. Si spera in una colossale indigestione con seguito mortale.

schiacciarayban

Mer, 16/01/2019 - 15:25

Scusate, l'Europa sta dettando le regole per tutti per fare buone banche. Sono regole di base per una gestione virtuosa di una banca, ma evidentemente, visto i vari fallimenti (non ultima Carige) queste regole di base l'Italia non le ha mai rispettate, e pretende di non rispettarle. Sono regole di buona gestione, prima ancora che Europee.