La banda dell'Audi gialla, ricercato in questura a Torino: "Non sono io"

Uno dei ricercati per la vicenda dell’Audi gialla si è presentato spontaneamente in questura a Torino per chiarire quello che ha definito "un errore. Io sono innocente", ha detto agli investigatori l’uomo, un albanese di 32 anni, nella notte fra sabato e domenica. L’uomo ha affermato che anche le altre due persone raffigurate nelle fotografie diffuse sono estranee ai fatti

Uno dei ricercati per la vicenda dell’Audi gialla si è presentato spontaneamente in questura a Torino per chiarire quello che ha definito "un errore. Io sono innocente", ha detto agli investigatori l’uomo, un albanese di 32 anni, nella notte fra sabato e domenica. L’uomo ha affermato che anche le altre due persone raffigurate nelle fotografie diffuse sono estranee ai fatti. L’uomo, arrivato da Forlì, si è fatto accompagnare in questura da un avvocato torinese. Agli investigatori, facendo riferimento alle fotografie che in questi giorni sono circolate sugli organi di informazione e sui social network, ha spiegato che conosce anche le altre due persone: due albanesi che, ha assicurato, oggi si trovano nel loro Paese; uno sarebbe anche detenuto.

A Torino intanto il giudice ha convalidato l’espulsione per l'albanese: la polizia ha accertato che l’uomo non può avere responsabilità nelle rapine compiute in Veneto, è sempre stato a Torino, ma è risultato privo di permesso di soggiorno. L’albanese, A.P., 32 anni, ha potuto provare che in questo periodo è sempre stato ospite di un cugino che ha un’officina meccanica e che è in regola con il permesso di soggiorno.

L'Audi gialla intanto dal Veneto si sposta in Friuli. Almeno quattro segnalazioni e una conferma dalle videocamere di sorveglianza: l’Audi Rs4 gialla che da quasi una settimana sta terrorizzando il Nord Est era in provincia di Belluno giovedì scorso. La segnalazione decisiva è arrivata da una persona, che ha visto l’appariscente auto con targa del Canton Ticino (Svizzera) imboccare via Roma, a Longarone, in contromano.

"Giovedì mi stavo immettendo in via Roma dall’area del supermercato", racconta il testimone al Corriere delle Alpi, "quando ho visto un’Audi gialla arrivare dalla stazione a velocità sostenuta e imboccare il senso unico al contrario". La macchina, cioè, avrebbe dovuto svoltare a destra verso il supermercato e fare il giro largo del centro per poi tornare sulla strada principale dopo la chiesa. L’Rs4, invece, è andata dritta, percorrendo la via centrale di Longarone in senso contrario. Il testimone, vedendo la targa straniera, ha pensato che si trattasse di un turista confuso, poi però l’Audi gialla è diventata un caso nazionale: "Io l’ho saputo solo sabato guardando il telegiornale", racconta ancora il testimone, "e a quel punto ho chiamato i carabinieri".

I militari del comando di Belluno hanno subito chiesto alla polizia locale di Longarone di visionare le registrazioni delle videocamere di sorveglianza ed è arrivata la conferma. Le telecamere del paese sono dotate di lettore di targhe, capace anche di evidenziare in automatico le auto contenute nella black list delle forze dell’ordine. È stato semplice, a quel punto, verificare che l’Audi gialla con targa del Canton Ticino è transitata per il centro di Longarone giovedì in tarda serata, attorno alle 23.30 in direzione nord. Le telecamere hanno ripreso la stessa auto tornare indietro un’ora dopo, quando si è diretta verso sud e ha seminato il panico lungo il passante di Mestre dove, viaggiando in contromano a velocità folle, ha causato un incidente mortale nella notte tra giovedì e venerdì.

Sempre dai carabinieri di Belluno arriva la conferma che giovedì ci sono stati almeno altri tre avvistamenti degni di attenzione e stanno acquisendo i filmati di tutte le videocamere di sorveglianza disponibili in provincia, ma è chiaro che la priorità rimane catturare i malviventi perché la ricostruzione dei loro spostamenti servirà a posteriori.

Annunci
Commenti

Holmert

Lun, 25/01/2016 - 12:29

Se fossi il responsabile corse della Ferrari, inviterei il conducente l'Audi gialla, a presentarsi a Maranello per una prova su pista con una Ferrari. Non è da tutti procedere a 240Km /ora in autostrada,dando polvere e biada alle pantere della polizia ed agli elicotteri. Nemmeno Vettel ne sarebbe capace.

Guerrin

Lun, 25/01/2016 - 13:01

La forma delle orecchie a "coppetta", visibile nei soggetti delle foto è una caratteristica peculiare.

27Adriano

Lun, 25/01/2016 - 13:05

Lasciateli andare, tanto il magistratume italiano farà lo stesso. C'è solo da sperare che si guasti la macchina, che finiscano fuori strada o che qualche proiettile "vagante" faccia il suo lavoro.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 25/01/2016 - 13:08

@Holmert... con tutto il rispetto ma penso che non ci sia nulla di eccezionale, soltanto solo tanta tanta incoscienza e una buona dosa di fortuna. Un buon pilota emerge in condizioni critiche, sotto stress da cronometro (o perchè inseguito a ruota), ma lanciarsi in corsia di emergenza contromano a 240 all'ora, magari sotto effetto di sostanze eccitanti, sottolinea soltanto la grave situazione in cui versa la sicurezza in Italia. Il discorso è sempre lo stesso... e se anche li prendessero, a cosa andrebbero incontro?

Trifus

Lun, 25/01/2016 - 13:08

Sono geniali, non c'è nulla da dire. adesso vedremo l'Audi gialla R6, R7, R8, ecchennesoio quella lì insomma, la vedremo sfrecciare, mentre i gentili ospiti albanesi o rumeni sempre ecchenesoio, a dimostrazione che non sono loro i ladri saranno sotto sorveglianza della polizia. Però stavolta non si vedrà chi è alla guida. Spero per l'evasore fiscale, propietario della macchina, come l'ha definito qualcuno, perché solo un evasore fiscale si può permettere quella macchina, questa è la testa di tanti italiani, l'abbia assicurata contro furto e incendio. Ritroveranno l’Audi completamente bruciata. Oppure prenderà la via dei balcani e non se ne saprà più nulla. Poscia per cui niente DNA e impronte digitali. Nostradamus confronto me era un principiante, vedrete.

Libero1

Lun, 25/01/2016 - 13:09

Il giallo dell'audi gialla dimostra che la tanta osannata polizia italian non e' capace da tirar un ragno da un buco.

antonmessina

Lun, 25/01/2016 - 13:13

perche nascondere la targa dell'auto?? e ora cominciate a dire che sono innocenti solo perche sono albanesi?? poverini

antonioball73

Lun, 25/01/2016 - 13:28

ma mica crederai davvero che me ne sono accorto solo io? guarda,caro censore,che sono in molti a pensare che questa fantomatica audi gialla non sia altro che l'ennesima arma di distrazione di massa del circo mediatico renzu-sconiano. chissa' che stanno combinando quei 2 mentre noi ci sorbiamo questo fumetto

AleGro66

Lun, 25/01/2016 - 13:54

La nostra polizia è efficientissima quando si tratta di menare dei poveracci, disoccupati, no Tav, ecc.. Quando invece hanno davanti una banda di albanesi, se ne guardano bene ... chiamali stupidi. L'importante è essere consapevoli che i nostri poliziotti non valgono una mazza e che ognuno di noi deve preoccuparsi della propria sicurezza.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 25/01/2016 - 14:07

Per fortuna che non sono terroristi, perchè altrimenti saremmo già fritti. Alla faccia della sicurezza ostentata in tutte le salse da alf-ano e pidioti vari.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 25/01/2016 - 14:19

@antonmessina - Infatti, quello che "IN ITALIA" non si riesce a capire perchè:"assassini presi (in alcuni casi anche evasi) con le pistole in mano sono per la stampa sono: PRESUNTI ASSASSINI(?) e non vengono pubblicate le foto. Adesso cercano l'auto indicandone "TUTTO" ma la targa no. MA ALLORA GLI INQUIRENTI COSA VOGLIONO FARE???? Mah!!! Saluti.

jeanlage

Lun, 25/01/2016 - 14:20

I miei complimenti al ministro dell'interno. Le forze dell'ordine non riusciranno a prendere i criminali, ma almeno sanno far ridere!

antonmessina

Lun, 25/01/2016 - 14:38

un albanese con il dono dell ubiquita..in galera in albania e sulle autostrade italiane :D

veromario

Lun, 25/01/2016 - 14:52

ma siamo sicuri che non sia un grosso spot pubblicitario dell'uadi visto le beghe che ha avuto con la storia dei falsi dati sui gas di scarico?

pagu

Lun, 25/01/2016 - 15:13

lasciateli girare, tanto quando li beccano il solerte giudice di turno, NON SE NE SALVA UNO, li lascerà andare, al massimo decreto di espulsione, 5 minuti e sono di qua... tempo perso ignorateli...

eloi

Lun, 25/01/2016 - 15:59

Non so! Però penso. E se penso lasciatemi dire. Si penso che i poliziotti non sparino perchè verrà addebitato loro il costo delle cartucce con trattenuta dallo stipendio.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 25/01/2016 - 16:16

Decreto di espulsione ????? Barzellette ....................non se ne salva uno,cari kompagni.

Rossana Rossi

Lun, 25/01/2016 - 16:40

E il governicchio usurpatore non è capace nemmeno di prendere 3 delinquenti..........ma per favore!!!......

tzilighelta

Lun, 25/01/2016 - 16:55

Insomma non solo non hanno ancora fermato la macchina ma forse hanno pure sbagliato banditi, forse si tratta di un'auto telecomandata da un bambino che sta provando i regali di natale, così si spiega anche il contromano!

Giorgio Rubiu

Lun, 25/01/2016 - 17:23

@ - Gigliese - Perché fino a processo e condanna avvenuta se chiami un assassino "assassino" (anche se colto nell'atto di uccidere) rischi una condanna civile che ti costerà moltissimo.Alcuni giornalisti e giornali hanno pagato caro l'errore di non avere scritto "presunto assassino". Ricordo un caso inglese di un pluriomicida seriale (mi pare che si chiamasse Christie) che fu condannato all'impiccagione o all'ergastolo ma vinse,prima dell'esecuzione,una causa civile milionaria che intentò contro un giornale che lo aveva definito "assassino" prima della fine del processo e dell'avvenuta condanna.

mariobaffo

Lun, 25/01/2016 - 17:44

Erano li per caso !!!! la fanno ancora franca e c'è di mezzo una vittima.

Ritratto di franco.brezzi

Anonimo (non verificato)

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Lun, 25/01/2016 - 18:39

Omicidio stradale....non passato grazie a FI.

Ritratto di El Presidente

Anonimo (non verificato)

CARLOBERGAMO50

Lun, 25/01/2016 - 19:01

PERCHE' IL CARO MINISTRO DEGLI INTERNI E LA MINISTRA DELLA DIFESA NON PENSINO A FAR DECOLLARE UNO DEI NOSTRI SUPER CACCIA PAGATI MILIONI DI MILIONIE FAR INTERCETTARE IN SOLI 5 MINUTI LA FAMIGERATA AUDI GIALLA CON I CRIMINALI A BORDO E FAR PARTIRE UN BEL MISSILE ARIA TERRA E IN SOLI 10 SECONDI FAR SPARIRE I BALORDI ALBANESI

Marc666

Lun, 25/01/2016 - 23:03

Mandateci Mazinga Z e vedrai che li prende quelli del l'audi e li mette in prigione, co sto freddo poi... Almeno la stanno al caldo mangiano e le guardie gli portano le cicche e le donne

Paperinobis

Mar, 26/01/2016 - 05:06

A MIO AVVISO QUESTA E' UNA FALSE FLAG! SI HA INTERESSE AD AVVIARE RESTRIZIONI AL POPOLO ITALIANO, E PERCIO' QUALCUNO HA CREATO QUESTA STORIA DELL'AUDI GIALLA! DOPO LA FALSE FLAG DI PARIGI... COSA VUOI CHE SIA UN'AUDI GIALLA? DIFFONDERE IL TERRORE E' UN'OPERAZIONE SEMPRE PIU' DIFFUSA PER TRASFORMARE UNO STATO IN UNO STATO A STAMPO ORWELLIANO! CHI VUOL CAPIRE CAPISCA!