Il bando è riservato agli italiani? Per il giudice è discriminatorio

Il Tribunale di Torino ha bocciato un bando del Comune di Genova per riservato a cittadini italiani. Accolto il ricorso dell'associazione per gli studi giuridici sull'immigrazione. E per il Comune pure la beffa delle spese legali da pagare

Il Tribunale di Torino ha dichiarato discriminatorio il bando pubblicato dal Comune di Genova - per la precisione dalla sua municipalizzata Aster - riservato a cittadini italiani. A rendere nota la condanna della società comunale per le manutenzioni è stata l'Associazione studi giuridici sull'immigrazione, che aveva presentato ricorso presso la magistratura ordinaria. Per Aster, oltre al danno la beffa. Infatti, oltre a non avere a disposizione 10 nuove risorse per la cura del verde pubblico, dovrà pagare anche le spese legali e riaprire i termini del bando includendovi la possibilità di inserimento in graduatoria anche per individui stranieri.

La notizia è di quelle destinate a far discutere. Nell'ottobre 2017, Aster aveva pubblicato un bando rivolto solo a cittadini italiani per l'assunzione di 10 persone con la qualifica di apprendisti operai. Poco tempo dopo la pubblicazione del bando, l'Asgi (Associazione studi giuridici sull'immigrazione) aveva notificato ad Aster una segnalazione sull'illeggittimità del documento, ma la società aveva deciso di andare avanti per la propria strada, fino all'ordinanza emessa dai giudici del Tribunale di Torino.

Il Comune ha espresso tutto il suo disappunto per bocca dell'assessore ai lavori pubblici Paolo Fanghella. "Grazie a queste persone, dovremo dire a dieci persone che non le possiamo assumere e Aster dovrà fare a meno di addetti che sarebbero stati preziosi, perché sarebbero stati inseriti in un settore critico come quello della manutenzione del verde", ha commentato.

Il Tribunale ha motivato l'ordinanza spiegando che le società a partecipazione pubblica - come Aster - non rientrano nella pubblica amministrazione e quindi le assunzioni alle loro dipendenze non sono soggette ai limiti del Testo unico sul pubblico impiego. Infine, per l'Asgi "l'ordinanza rappresenta un importante punto fermo sia per dissipare i dubbi che qualche azienda pubblica ancora nutre sulla materia, sia perché richiama tutte le amministrazioni a una corretta redazione dei bandi".

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 22/05/2018 - 20:04

cià raggione 'o giudice!Perché non si fanno anche bandi per toghe non autoctone??Oltretutto bisognerebbe che i giudice venissero votati dal Popolo a scadenza quinquennale e chi sbaglia...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 22/05/2018 - 20:10

ma i giudici sono protetti da chi? dalla sinistra! e voi votate la sinistra! tutto quadra. e vi lamentate pure? :-)

MOSTARDELLIS

Mar, 22/05/2018 - 20:20

Tra giudici anti italiani e associazioni pro immigranti stanno rovinando l'Italia. Ormai è diventato lo sport nazionale.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 22/05/2018 - 20:42

Bene!Auguriamoci che il "nuovo governo",voglia prendere in mano questa situazione,consentendo questa "discriminazione",rivedendo eventualmente qualche articolo della "più bella costituzione del mondo",perchè quando fu dettata(70 anni fa),NESSUNO avrebbe pensato che dopo 40 anni,la stragrande maggioranza degli italiani,con un "hara-kiri" epocale(che avrebbe coinvolto il resto che non praticava tale suicidio...),si sarebbe messa nella posizione,di rinunciare al lavoro,per "non discriminare",qualche milionata di "accolti",che ora accampa diritti,sulla base di nostre leggi,scritte quando il PROBLEMA non esisteva!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 22/05/2018 - 20:47

Certe cose vanno fatte con astuzia,in Itaglia,per evitare gli strali dei magistrati rossi: si indice un bando aperto a tutti,salvo poi scegliere solo gli italiani. In caso di obiezione si addice la scusa (che tanto scusa non e') che l'italiano è stato ritenuto più idoneo. Fine delle trasmissioni.

Aristide56

Mar, 22/05/2018 - 20:48

le 10 persone non assunte si presentino con famiglia al seguito in casa del giudice recamando colazione e pasti ,insomma vitto ma anche alloggio.dobbiamo demolire la casta dei magistrati politicizzati ed inutili

carpa1

Mar, 22/05/2018 - 20:54

Aspettate a fare i bandi, tanto prima o poi avremo comunque solo cittadini italiani sul suolo italiano; la pacchia per i clandstini ha i giorni contati.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 22/05/2018 - 21:39

Qualche centinaio di migliaia di «preziose risorse» in più, che si riverseranno in Italia; e qualche decina di giovani italiani, magari laureati, che chiederanno l’ingresso in Inghilterra e altre nazioni, magari per fare i lavapiatti. Con il novo governo rosso Salvini-5 stelle, non c’è più nemmeno la speranza che si arrivi alla responsabilità civile, per le loro malefatte, dei magistrati.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 22/05/2018 - 22:06

ma lo hanno capito pure i sorci che la magistratura é dalla parte dei clandestini e demusulmani africani, antiitaliana. quando fate un bando o siete alla ricerca di dipendenti Italiani non lo dite e sceglietevi solo gli Italiani.

cgf

Mar, 22/05/2018 - 22:54

per essere ammessi una bella prova scritta. Solo la mattina della prova verranno comunicati i titoli dei temi, a scelta tra un'analisi di testi di Ungaretti o Verga o D'annunzio o Svevo, in alternativa riflessione sull'uso del congiuntivo nella lingua italiana. Cosa c'entrano queste tracce? A parte che la prova scritta di italiano mica può essere un saggio su come tagliare il prato, c'entrano eccome e... non sono nuove.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 22/05/2018 - 22:56

provate a partecipar ad un bando africano....vediamo quanti europei possono avere l'accesso....COME AL SOLITO VIA A SENSO UNICO...POVERA ITALIA!

Sceitan

Mar, 22/05/2018 - 23:40

Questa associazione di avvocati pagati da Soros, assieme al giudice dovrebbero essere spediti in Africa a calci nel deretano, a constatare se li non ci sono professioni interdette ai non cittadini dello Stato in cui si recano.

giosafat

Mar, 22/05/2018 - 23:43

Non riaprite niente, chiudete il bando e non assumete nessuno. Se qualcuno chiederà lumi rispondete, sillabando bene le lettere, Asgi.

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 23/05/2018 - 00:01

Anche gli itagliani vogliono i giudìci stranieri invece dei babbei nostrani. E' possibile?

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mer, 23/05/2018 - 00:30

Perfetto! Licenziamo quel giudice e mettiamo al suo posto un magistrato albanese, sono certo che farebbe meglio!

apostrofo

Mer, 23/05/2018 - 01:26

I posti pubblici erano da sempre rigorosamente riservati a cittadini italiani, requisito che figurava per primo nella lista delle qualifiche indispensabili. Che facciamo ora, ci vergogniamo ? O si vergogna la magistratura a mantenere il requisito ?

pier1960

Mer, 23/05/2018 - 06:14

una nazione allo sbando senza una linea di comportamento univoca...tutti contro tutti e gli invasori continuano ad arrivare e a sottrarre risorse agli italiani

angelo1951

Mer, 23/05/2018 - 07:45

Solo una legislazione demente può permettere che qualunque strapagato della casta insediatasi nei tribunali limiti la libertà d'impresa.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 23/05/2018 - 07:51

Se dovessi fare un bando, come ditta privata, sarebbe la prima cosa che imporrei, "Cittadino di origine italiana"

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 23/05/2018 - 07:52

Con la nota abilità del sindaco Bucci, può rifarlo, mischiando bene le carte

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 23/05/2018 - 08:01

ma si deve fare un esame? Beh, basta passare sottobanco le risposte giuste agli italiani da ricopiare sul test.

Scirocco

Mer, 23/05/2018 - 08:10

Il lavoro in Italia DEVE ESSERE dato agli Italiani!! Gli stranieri vengono dopo se c'è ancora disponibilità. Personalmente quando la ditta che si occupava delle pulizie nella mia azienda mandò in sostituzione delle due solite signore Italiane due straniere chiamai il responsabile avvisandolo che se non fossero tornate le signore Italiane avrei immediatamente chiuso il contratto per le pulizie e, guarda caso, da me straniere non ne sono più venute.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 23/05/2018 - 08:16

Vogliamo parlare del concorso per infermiera a Torino, che arrivano da tutta Italia? Così i torinesi che hanno partecipato potrebbero rimanere ancora disoccupati, mentre un meridionale dopo un po' ha già pronto una domanda di trasferimento. Mai visto i settentrionale in massa andare al sud a partecipare ad un concorso, a meno che non sia in un ministero.

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Mer, 23/05/2018 - 08:21

Se le Società a partecipazione pubblica non vanno assimilate a pubbliche amministrazioni allora è lecito assumere per chiamata diretta senza alcun concorso. Ovviamente la chiamata diretta implica grande discrezionalità nella valutazione dei CV e perché no anche l'esclusione degli stranieri tanto cari al Tribunale di Torino.

steacanessa

Mer, 23/05/2018 - 08:55

Magistratura da rottamare.

routier

Mer, 23/05/2018 - 10:43

Hanno ragione quelli che suggeriscono di aprire il bando a tutti ma poi dichiarare idonei solo gli italiani ed i "politicamente corretti" lo prendono in saccoccia. (come è giusto che sia)