Barack Obama decide di chiudere le carceri private

A Wall Street intanto è subito tonfo per Corrections Corp of America (-51%) e GEO Group (-41%), i due gruppi che possiedono o gestiscono le strutture penitenziarie private

Il ministero della Giustizia americano ha annunciato l'intenzione di ridurre e quindi mettere fine all'utilizzo di carceri private per i detenuti federali. Il viceprocuratore generale Sally Yates ha annunciato la decisione con un documento in cui si dà istruzione ai funzionari responsabili perché non vengano rinnovati i contratti per i gestori delle carceri private nel momento in cui scadranno o venga "ridotto sostanzialmente l'ambito del contratto".

L'obiettivo, scrive, è quello di "ridurre, e in ultimo mettere fine, al nostro uso di carceri gestite privatamente". Queste strutture, aggiunge, "non assicurano servizi carcerari dello stesso livello, o programmi e risorse; non fanno risparmiare in modo sostanziale sui costi e come notato in un recente rapporto dell'Ufficio dell'Ispettore generale del Dipartimento non offrono lo stesso livello di sicurezza".

Il rapporto rivelava che nelle prigioni private era stato registrato un tasso più elevato di casi di violenza e di infrazioni delle regole rispetto agli istituti gestiti dallo stato. Durante la campagna per le primarie democratiche il senatore Bernie Sanders aveva promesso di mettere fine al "racket a scopo di lucro delle prigioni private" promuovendo nel settembre 2015 una proposta di legge per cercare di mettere fine al ricorso ai servizi di questi istituti affermando che "non si può correggere il nostro sistema di giustizia penale se alle corporation viene consentito di trarre profitto dalle detenzioni di massa".

E il sito web di Hillary Clinton promette di mettere fine "all'era delle incarcerazioni di massa" e "alle carceri private". A dicembre erano 22.660 i detenuti federali rinchiusi in istituti di detenzione privati.

A Wall Street intanto è subito tonfo per Corrections Corp of America (-51%) e GEO Group (-41%). A dare indirettamente la mazzata ai due titoli - arrivati ad essere sospesi dalle contrattazioni - sono state proprio le notizie secondo cui il dipartimento americano di Giustizia vuole mettere fine all'uso di prigioni private, che i due gruppi o possiedono o gestiscono.

Commenti

cgf

Dom, 21/08/2016 - 15:44

se negli USA esistono le carceri private ci sarà pur qualche motivo? non è politicamente corretto chiedersi quale? probabilmente no.