Barcellona, 78enne in manette per abusi su ragazza di 15 anni

L'aveva ricattata per ottenere piacere sessuale dicendo alla 15enne che se non voleva avere rapporti sessuali con lui avrebbe pubblicato un video intimo della sorella

Una bruttissima vicenda avvenuta a Barcellona dove la polizia ha fatto irruzione all'interno di un appartamento trovando la ragazza di 15 anni segregata in un armadio

Manette intorno ai polsi per uno spagnolo di 78 anni che stava abusando sessualmente di una ragazzina di appena 15 anni dopo averla ricattata che, se non avesse fatto come diceva, avrebbe pubblicato un video integrale della sorella mentre aveva rapporti sessuali con lui. Infatti, l'uomo era un assiduo frequentatore di una casa d'appuntamenti gestita da due cinesi.

Il blitz è scattato in seguito alla pubblicazione di un annuncio su un sito, si promettevano massaggi hot da asiatiche senza libidine, come riferisce la stampa locale, tanto che i poliziotti insospettiti da quello strano annuncio hanno appuntato indirizzo della casa e sono arrivati sfondando la porta. Quando sono entrati hanno trovato ben due cinesi che schiavizzavano sei ragazze cinesi costrette a prostituirsi 24 ore su 24 e dormivano tutte all'interno di un grosso stanzone. Inoltre, stando a quanto dichiarato, la ragazza che aveva subito abusi dal 78enne al momento del blitz si trovava rinchiusa all'interno di un armadio. Il 78enne stesso aveva chiuso la 15enne dentro l'armadio quando aveva visto arrivare la polizia intimandole di rimanere in silenzio.

I due cinesi sono stati arrestati con l'accusa di sfruttamento della prostituzione mentre il 78enne è stato arrestato per aver avuto rapporti sessuali con una minore.