Le barche fantasma pro-scafisti e il giallo della nave con arabi

L'inchiesta sulla ong Jugend Rettet si allarga e si compone anche di dettagli misteriosi

L'inchiesta sulla ong Jugend Rettet si allarga e si compone anche di dettagli misteriosi. Si tratta, come scrive Il Messaggero, di alcuni barchini in vetroresina che farebbero la scorta ai trafficanti di esseri umani e che provvederebbero a recuperare mezzi e motori.

"Quando navigavamo siamo stati affiancati da una barca in vetroresina di colore bianco e nero, con una persona a bordo che aveva i capelli rasta lunghi e indosso un cappello di paglia. Era un arabo e ci ha indicato la direzione da seguire per raggiungere l'imbarcazione che poi ci avrebbe soccorso. A un certo punto ci ha superato a forte velocità, ma è andato verso il largo, per poi tornare indietro e intercettarci quando ci siamo trovati in forte difficoltà. Sono barchini che effettuano un servizio di staffetta e scorta ai gommoni dei migranti. Stazionano nelle zone dove avvengono i soccorsi e dove sono presenti le navi delle ong", ha raccontato Jeuray Awale, soccorso il 10 giugno scorso da Sea Watch 2, al largo delle coste libiche e citato dal Messaggero.

Non ci sono certezze sull'identità di queste persone: pescatori o miliziani. Fatto sta che sono sicuramente legati agli scafisti e la loro presenza confermerebbe che più di un'organizzazione non governativa teneva rapporti con i trafficanti. Inoltre, c'è un altro mistero nell'inchiesta e nell'attività di Iuventa: si tratta di un incontro in mare nelle vicinanze di Lampedusa con la nave fantasma Shada (forse una petroliera francese). Secondo gli investigatori, si tratterebbe di una nave che prima batteva bandiera boliviana e che ora "è priva di bandiera, dopo essere stata radiata da quello Stato". Fermata e controllata dalla Marina militare, a bordo della nave Shada sono stati identificati i cinque membri dell'equipaggio, tutti provenienti da Paesi di lingua araba.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 04/08/2017 - 11:38

Ma quelli sul barchino sono fratelli arabi o fratelli mussulmani?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 04/08/2017 - 11:40

Quelli che gironzolano sul barchino si presume siano pescatori? E te credo, pescano li sordi sulla pelle della gente.

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 04/08/2017 - 12:42

A prescindere.... sono preziose risorse per le coop e onlus...

pagano2010

Ven, 04/08/2017 - 14:28

altro che tangentopoli....

agosvac

Ven, 04/08/2017 - 15:04

Se consideriamo che ad indagare su queste navi delle ong sono solo pochi magistrati coraggiosi e fuori dalle righe della normalità dei magistrati, pensate cosa si scoprirebbe se ci fosse un vero pool di magistrati ad indagare! Solo un sogno perché la maggior parte della magistratura è contraria a queste inchieste.

killkoms

Ven, 04/08/2017 - 15:26

i "buoni samaritani" del mare!

Ritratto di alichino

alichino

Ven, 04/08/2017 - 15:54

Il bubbone e' scoppiato tardi. Governo serio non attende le indagini della magistratura - inevitabilmente faticose e lunghe - in presenza di una questione di interesse nazionale come lo e' quella della immigrazione illegale di masse enormi di stranieri ignoti. Le anomalie delle ong erano note da subito e dovevano essere accertate dai servizi i quali avrebbero fornito loro le prove ai giudici in tempo reale. La magistratura ha fatto con i suoi limitati poteri quanto poteva e forse anche di più ( e speriamo che le prove faticosamente acquisite siano sufficienti) ma e'' incomprensibile ed angosciante l'assenza di tempestiva nostra attività di intelligence in questa (sporca) vicenda.

alkhuwarizmi

Ven, 04/08/2017 - 17:13

Solo un altro tassello, neppure così clamoroso, di quello che è un colossale piano di invasione attraverso l'immigrazione di massa, un piano che dall'Africa profonda al Mediterraneo si articola in mille attività illecite alimentate dal denaro facile che solo una rete di potenti finanziatori può mettere a disposizione.

bobots1

Ven, 04/08/2017 - 17:43

Tutto ora? È da anni che va avanti questa manfrina, denunciata più volte da molte persone...ed ora, ci avviciniamo alle elezioni, stranamente vengono pubblicate anche queste cose...che strano?

Marcello.508

Ven, 04/08/2017 - 17:53

Que pense donna Prassede?

giusto1910

Ven, 04/08/2017 - 18:03

Gli scafisti di oggi non sono altro che i pirati di ieri. La Storia si ripete sempre uguale nella sostanza, ma con situazioni adeguate al presente.