Bari, distributore di benzina rapinato undici volte in due mesi

È record in una città stretta dall'emergenza rapine. I dipendenti dell'impianto si erano anche dotati di mazze per l'autodifesa


È stato rapinato per l'undicesima volta in due mesi il distributore di carburanti di viale Europa al quartiere San Paolo di Bari. Un uomo armato e incappucciato ha minacciato con una pistola i due dipendenti, facendosi consegnare parte dell'incasso. Il rapinatore è poi fuggito. Ora sono in corso le indagini per individuare il malfattore.
Pochi giorni fa era stato lo stesso sindaco Antonio Decaro ad incontrare il gestore e i dipendenti del distributore di viale Europa per rassicurarli e annunciare l'intervento del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Sì, perchè la cosa che più lascia perplessi è che appunto, non era la prima volta che quel distributore di benzina veniva preso d'assalto dai rapinatori.
Il titolare e i suoi dodici dipendenti ormai lavoravano nella paura. Avevano addirittura scritto una lettera inviata agli organi di stampa, al prefetto e alle altre istituzioni in cui chiedevano di non essere lasciati soli e di avere risposte certe sul fronte della sicurezza.
Nei giorni scorsi si temeva che il titolare del distributore fosse costretto a licenziare i suoi dipendenti per trasformare l'impianto in un self service. Dietro un problema, quello della criminalità organizzata, infatti, ne può sorgere un altro, quello della perdita di un posto di lavoro. Questione scottante, e viva soprattutto nel sud Italia.
Nel caso di Bari però, i dipendenti non si sono voluti arrendere e si erano addirittura armati di mazze e pale che tenevano accanto a sè per paura di un'altra rapina. Che però si è verificata comunque. E adesso un'intervento sulla sicurezza è doveroso e non più rinviabile.

Commenti

Luca B.

Mar, 10/10/2017 - 13:25

Sempre in Tirolo......

maxfan74

Mar, 10/10/2017 - 16:17

I distributori di benzina come le farmacie, dovrebbero accettare forme di pagamento solo attraverso le carte di credito. Più costi meno rischi, non si può avere tutto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 10/10/2017 - 16:56

Basterebbe poco, come??? NON DEPENALIZARE,NON INDULTARE, NON SCONTARE, ma anzi RADDOPPIARE le pene certe DETENTIVE dopo la prima volta. Comeee?? Costruendo CARCERI invece di spendere MILIARDI per mantenere FINTIPROFUGHI!!! AMEN.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 10/10/2017 - 17:00

45 e piu anni fa, quando a Bari andavo al San Paolo a riparare elettrodomestici, dovevo lasciare il ragazzo al quale stavo insegnando il mestiere, nel furgoncino officina ,altrimenti al ritorno, come minimo lo trovavo SVALIGIATO dei ricambi contenuti!! AMEN.