Bari, donna incinta era un corriere internazionale della droga

Nascondeva eorina nella panciera premaman. Insieme a lei anche un figlio di 3 anni

Incinta e con un figlio di tre anni insieme a lei che ha "esibito" ai finanzieri mentre la perquisivano. Così, è sbarcata al porto di Bari, ieri, una giovane donna napoletana, poi arrestata perché scoperta con indosso l'eroina.

È stato il cane antidroga a fiutarla e ad accorgersi delle tracce di droga sul corpo della donna. Dov'era? Nella panciera premaman. Due gli involucri di cellophane che la donna portava con sè, contenenti circa 700 grammi di eroina. A metterle le manette ai polsi la guardia di finanza di Bari e i funzionari del Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane di Monopoli. La giovane donna era appena sbarcata da un traghetto proveniente dall'Albania.

E' stata accusata di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e ora è agli arresti domiciliari. In corso, adesso, le indagini per capire il giro di approvvigionamento e la vendita di eroina, presumibilmente nella zona di Napoli.