Bari, droga sequestrata durante i concerti di Vasco Rossi

Tra il 16 e il 17 giugno la Guardia di Finanza ha denunciato 184 spacciatori e 49 venditori di capi d'abbigliamento contraffatti

Maxi operazione delle Fiamme Gialle condotta a Bari tra il 16 e il 17 giugno. In occasione dei due concerti di Vasco Rossi allo stadio San Nicola - ai quali hanno partecipato circa 100mila persone - 100 finanzieri del Comando provinciale, coadiuvati dalle unità cinofile, hanno sequestrato diversi quantitativi di sostanze stupefacenti.

In particolare sono stati requisiti un centinaio di spinelli e 500 grammi di droghe leggere. I militari hanno altresì denunciato 184 consumatori e al contempo spacciatori delle stesse. 49 venditori, invece, sono stati accusati di smercio di capi di abbigliamento contraffatti.

Ma le violazioni più gravi hanno visto protagonisti sette bagarini che vendevano biglietti non autorizzati ad un prezzo maggiorato anche del 100%. Tra questi ultimi, alcuni, venivano acquistati online su piattaforme telematiche fittizie create appositamente per l'evento per un giro di affari di centinaia di migliaia di euro.

I militari, in conformità alla legge di Stabilità 2017, hanno applicato una sanzione amministrativa compresa tra i 5.000 e i 180mila euro per le violazioni del caso. La multa, si ricordi, prevede un rincaro in caso di spettacoli differenti da quelli sportivi.