Bari, picchiata a morte dal compagno: "Non aveva lavato i piatti"

Una donna di 30 anni è stata picchiata a morte dal compagno perché non aveva lavato i piatti. La morte è avvenuta dopo l'ennesima lite in casa

Un uomo ha ucciso a Bari la compagna di 30 anni, Anita Betata Rzepecka (di nazionalità polacca) dopo averla picchiata violentemente a seguito di una lite.

La donna è morta in seguito a un grave trauma cranico provocato da una caduta dopo l'ennesima lite. L'episodio è accaduto lo scorso 6 luglio ma la notizia è stata diffusa oggi dopo l'arresto dell'uomo, Marian Sima, un 44enne romeno.

L'avrebbe schiaffeggiata violentemente facendola cadere a terra e li sarebbe rimasta per ore svenuta senza alcun soccorso. Quando la madre della vittima è arrivata a casa della figlia lui si è giustificato dicendo: "Tua figlia merita tutto questo perché non aveva lavato i piatti così come le avevo detto".

La madre di Anita ha anche riferito che le violenze andavano avanti da almeno due anni ma non aveva mai denunciato il compagna per paura: "Bastava un ritardo nell'esecuzione delle faccende domestiche per farlo andare su tutte le furie. Mia figlia non ha mai inteso sporgere alcuna denuncia nei confronti del suo compagno, che frequenta da quando è uscito dalla galera, perché lui anche in mia presenza la minacciava col coltello di morte, qualora lo avesse denunciato".

Commenti

maurizio50

Lun, 10/07/2017 - 16:19

In ogni caso i più gran farabutti di tutta l'Europa li abbiamo in casa noi! Chissà perchè, vero Compagni???

titina

Lun, 10/07/2017 - 16:22

E si va a mettere con uno uscito da galera? Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

manfredog

Lun, 10/07/2017 - 16:45

..anche questo italiano..eh ziobeppe..!? mg.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 10/07/2017 - 17:10

Povera donna! Per quanto riguarda quel farabutto rumeno i miei pensieri me li autocensuro...non verrebbero pubblicati.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 10/07/2017 - 17:22

Romeno? Strano....

ziobeppe1951

Lun, 10/07/2017 - 17:28

manfredog... 16.45...vedo spesso "itagliani" colorati e non, che parlano lingue sconosciute ai più, che iindossano una maglietta azzurra con su scritto a chiare lettere ITALIA...ecco, questi sono gli itagliani..saluti

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 10/07/2017 - 18:42

Romeno, si fa per dire? Grazie kompagni sxxxxxxxxxi, grazie di cuore, anche da parte dei familiari della povera vittima.

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 10/07/2017 - 18:43

Certo che non lavare i piatti è inqualificabile. X favore rispettiamo le culture diverse dalla nostra, suvvia!

Ritratto di rebecca

rebecca

Lun, 10/07/2017 - 18:50

la colpa di questi omicidi ricade sullo stato italiano che non vuole varare leggi adeguate per questi orrendi crimini. Ergastolo con lavori forzati, certezza della pena. Queste persone sono irrecuperabili. Purtroppo dopo pochi anni sono fuori dal carcere a sbeffeggiare i parenti della vittima che sono, loro si, condannati a vita!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 10/07/2017 - 18:54

Quando si farà la statistica annuale sui feminicidi in Italia,sarebbe carino dividerli per nazionalità!!!Ne vedremo delle belle!!!

Tergestinus.

Lun, 10/07/2017 - 19:26

Oltre le Alpi la barbarie. Così da 2000 anni.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 10/07/2017 - 20:16

per me c'è un errore. secondo me è giapponese

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 10/07/2017 - 23:09

Che coppia un romeno e una polacca...ecco la brava gente che ospitiamo.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 10/07/2017 - 23:09

Che coppia un romeno e una polacca...ecco la brava gente che ospitiamo.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 11/07/2017 - 10:40

Fra due settimane sarà già fuori di galera. La magistratura italiana, da buona comunista, è dalla parte dei delinquenti e considera importante solamente indagare su Berlusconi e su chi non è di sinistra.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 11/07/2017 - 11:13

Fateci nei fatti di cronaca nera nazionale sette su dieci vedono come protagonisti stranieri di varie nazionalità. E quasi sempre si fatica a conoscerne la nazionalità per reticenza di chi dà la notizia.