Belgio da bere, mangiare e imparare a conoscere: Mons si prepara a vivere un anno memorabile

Il Museo d'arti decorative François Duesberg, la collegiata gotica di Sainte-Waudru, la Grand-Place con i palazzi rinascimentali, i caffè e il beffroi, l'unica torre civica in stile barocco di tutto il Belgio. Ma per visitare Mons, in Vallonia, conviene aspettare il 2015, quando la città sarà nominata Capitale Europea della Cultura. Solo allora sarà possibile assistere al lungo calendario di eventi (circa un centinaio), dai festival alla musica, alla danza, che daranno vita a un viaggio a 360° nel mondo dell'arte. Assolutamente da non perdere la grande retrospettiva su Van Gogh (dal 24 gennaio), che qui ha vissuto due anni, scoprendo il suo talento di pittore. O quella dedicata alla leggenda di San Giorgio, L'homme, le dragon et la mort, in programma dall'autunno 2015 al Museo d'Arte Contemporana-Mac's. In una vecchia miniera di carbone protetta dall'Unesco. Info: www.belgioturismo.it; www.belgiumtheplaceto.be/mons.php; www.mons2015.eu.