Belluno, "Così ho salvato Valentina dall'aggressione dei marocchini"

Sono stati attimi di terrore per Milan Ilin, 18 anni, di Sedico, componente di "Glamour Nights Belluno". Anche lui, come tutti gli altri ragazzi dello staff, ha tentato di fare il possibile per proteggere i ragazzi della comitiva dall'aggressione di 15 nordafricani

Sono stati attimi di terrore per Milan Ilin, 18 anni, di Sedico, componente di "Glamour Nights Belluno". Anche lui, come tutti gli altri ragazzi dello staff, ha tentato di fare il possibile per proteggere i ragazzi della comitiva. Così, quando ha visto che uno degli aggressori aveva iniziato a picchiare Valentina, 23enne di Mel, non ci ha pensato due volte e ha cercato di difenderla mettendosi in messo. È a quel punto che è arrivato un altro nordafricano che gli ha tirato un pugno. L’altro magrebino nel frattempo ha tirato fuori un coltello e ha urlato: "Ti ammazzo". «Mi sono messo a correre come una lepre - racconta Milan al Corriere Adriatico - e mi hanno inseguito per un chilometro e mezzo, fino a quando finalmente sono arrivati i carabinieri e sono fuggiti".

Il 18enne di Sedico non è ricorso alle cure dei sanitari, ma ieri mattina aveva ancora il mento un po’ gonfio. "Sto bene ora - racconta - Non potevamo fare altro che tentare di proteggere la comitiva. I nordafricani stavano cercando si salire in corriera per picchiare chi era seduto: sono intervenuto. I ragazzi hanno pagato un servizio ed era nostro dovere proteggerli. Poi la massa, erano una trentina di marocchini, mi si sono scagliati contro".