Benzina, nuovi rincari. Sciopero il primo weekend di agosto

I prezzi dei carburanti continuano a salire. I distributori di benzina in sciopero dal 3 al 5 agosto contro l'industria petrolifera e il governo Monti

Da un lato i rincari, dall'altro lo sciopero. Dopo un weekend di maxi-sconti, arriva una raffica di aumenti e i prezzi della pompa continuano a salire, anche per via degli aumenti delle quotazioni internazionali.

Stando alla rilevazione della Staffetta Quotidiana e di quotidianoenergia.it, questa mattina hanno ritoccato al rialzo Eni, che sale sulla benzina di 1,2 cent euro/litro e sul diesel di 1,3; Esso (+1 e +0,5); Q8 (+0,5 e +1); TotalErg (rispettivamente +0,4 e +1 cent) e IP (+2 cent solo sul diesel).

Aumentano così i prezzi consigliati alla pompa, con le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito che salgono per la benzina a 1,837 euro/litro (+0,6 centesimi) e per il diesel a 1,734 euro/litro (+1 centesimo). Ieri si è registrato il sesto aumento consecutivo per la quotazione internazionale del diesel, mentre la benzina è al secondo rialzo, dopo il balzo di venerdì scorso.

Il prezzo internazionale della benzina si è attestato ieri a 601 euro per mille litri (+4), quello del diesel a 650 euro per mille litri (+9, valore massimo dall’inizio di maggio).

Intanto i distributori di benzina sono sul piede di guerra e annunciano la chiusura, self service compresi, da venerdì 3 a domenica 5 agosto. A deciderlo sono state le organizzazioni dei gestori Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, che accusano l’industria petrolifera di spingere al fallimento i gestori e il governo Monti di "assistere muto alla violazione delle leggi". La risposta del Garante per gli scioperi non si è fatta però attendere: " I benzinai non possono scioperare il 3 agosto in quanto tale data rientra nel periodo di franchigia".

Commenti

bobsg

Mar, 17/07/2012 - 13:30

Ma perchè non gliela diamo noi automobilisti una bella lezione agli schifosi che ci fanno pagare benzina e bollo più cari del mondo? Teniamo fermi per un mese auto, camion, moto e quant'altro vada a carburante, poi vediamo come va finire.

giottin

Mar, 17/07/2012 - 13:55

E' da paese incivile abbassare i prezzi al sabato e alla domenica costringendo i cittadini a lunghissime file nei distributori dove viene praticata questa barbarie. Se per le compagnie è possibile abbassare i prezzi nel week end dovrebbe essere possibile anche gli altri giorni. Sono stato in Francia qualche giorno fa e colà il prezo della benzina e del gasolio è meno caro che da noi quando è scontato: già ma noi abbiamo la casta !!!!

Ritratto di thewall

thewall

Mar, 17/07/2012 - 16:31

3 giorni di sciopero non servono a nulla. facciano un mese di sciopero, allora la questione cambia. io dovrò fare 20km al giorno in bici semmai, ma d'estate lo posso anche fare. solo allora il governo si renderà conto dei mancati introiti. Il gasolio, prima della crisi (nel 2008) costava come adesso. Ma il prezzo del petrolio al barile era nettamente superiore. Qualcuno quindi ci sta fregando.... e indovinate chi è?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 17/07/2012 - 16:32

bobsg, parole sante ma, mi porti tu al lavoro?

Ritratto di albino.orioli

albino.orioli

Mar, 17/07/2012 - 16:49

Gli automobilisti dovrebbero protestare e fare sciopero, ma non di tre giorni ma di tre mesi per mettere al palo i benzinai mai contenti. Hanno l'oro in mano e ne aproffittano. A cosa sono valse le liberalizzazioni di Bersani e Monti ? Al nulla

Ritratto di emarco54

emarco54

Mar, 17/07/2012 - 16:55

Benzina e Gasolio sempre piu' cari da Lunedi' a Sabato. Poi per incanto nel week end ENI & Altri abbassano i prezzi al self service con una operazione di marketing a costo zero ( gli aumenti settimanali e il minor aggio ai rivenditori azzerano quella perdita). Politica commerciale maldestra che non puo' che far incavolare gli altri esercizi le cui compagnie non aderiscono alle promozioni. Sarebbe piu' corretto un prezzo , meno scontato, ma uguale tutti i giorni. Per principio, qualsiasi vendita sottocosto e' contraria a qualsiasi regola di correttezza commerciale quindi condivido la protesta dei benzinai, ormai ridotti a fare da cassieri per lo stato.

arkangel72

Mar, 17/07/2012 - 19:36

Ma qual è il ruolo del Garante? Garante di che???

bobsg

Mar, 17/07/2012 - 19:50

Caro gzorzi, se non sei troppo lontano al lavoro ci puoi andare in bici, ma questa non ti servirebbe poiché se ci fermassimo tutti anche le aziende si fermerebbero per mancanza di materiali e lo farei anch'io con la mia attività, pur di far capire a quella gente che c'è un limite alla pazienza della gente. O forse siamo ancora troppo lontani da quel limite e possiamo sopportare altre mazzate? Ricorda che la rapina nei nostri conti correnti l'hanno già sperimentata con successo e questi non si fermeranno prima di averci portato via tutto!

vicsanfi

Mer, 18/07/2012 - 09:46

@giottin Gli sconti sono applicati solo nel week end per una ragione più che valida: così a beneficiarne sono solo gli automobilisti e non i camionisti che altrimenti, intaserebbero le pompe e esaurirebbero il gasolio in 2 ore.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 18/07/2012 - 11:28

Devono recuperare gli sconti, che vi credete che fanno beneficenza

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 18/07/2012 - 11:29

hanno ragione i benzinai non c'è altro da dire. gli italiani che vanno in macchina si mettano nell'ordine dell'idea che loro ci rimettono sia quando alzano i prezzi e quando si abbassa. lasciamo che si tengano i tank pieni nei nelle raffinerie, che le petroliere gonfie stiano in rada, non si meritano i nostri soldi quei petrolieri là, ci prendono sempre in giro.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 18/07/2012 - 15:03

La promozione ENI, in un mercato sano, avrebbe dovuto portare ad analoghe promozioni da parte dei concorrenti. Ciò non è avvenuto. C'è vermanete da riflettere...

giottin

Mer, 18/07/2012 - 16:19

@ vicsanfi Può essere senz'altro vero quello che dice, ma dal mio commento si poteva intuire che il mio ragionamento voleva essere un altro.