La mamma non ha soldi. Neonato attende d'essere sepolto da un mese

È nato prematuro a Bergamo dopo un incidente e morto dopo poche ore. Il Comune non può provvedere a tutte le spese

La madre era rimasta coinvolta in un piccolo incidente stradale e il bambino era nato prematuro, di 24 settimane e 3 giorni, lo scorso 7 novembre. Venuto al mondo all'ospedale di Calcinate, in provincia di Bergamo, già in gravissime condizioni, è morto dopo poche ore al Papa Giovanni XXIII.

Da un mese la salma del neonato attende di essere sepolta. La madre Maryam, 29enne di origine marocchina che vive a Cologne da quando era adolescente, non ha soldi per il funerale.

"Mi hanno detto che ci volevano 750 euro", ha raccontato. Una somma che, da quando è stata licenziata da una ditta pulizie e vive con il sussidio di disoccupazione, non poteva permettersi di spendere. Tantomeno poteva farlo il compagno, che ha un lavoro saltuario, o il fratello, che al momento non lavora.

In molti, scrive l'Eco di Bergamo, si stanno muovendo per aiutare Maryam a dare una giusta sepoltura al piccolo Yousef. E il Comune? La madre ha chiesto aiuto anche alle istituzioni, che però hanno risposto di non potere aiutare con più di 250 euro. Il calcolo avviene infatti in base al reddito Isee.

Commenti
Ritratto di semovente

semovente

Ven, 12/12/2014 - 17:10

E fatelo uno sforzo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 12/12/2014 - 17:22

Situazione decisamente toccante,come ce ne sono MILIONI....Cosa possiamo fare?Quanti Italiani,hanno altrettanto bisogno,e non finiscono sui giornali(decine di migliaia)? Lei,il compagno,il fratello,arriveranno altri parenti,accolti,bisognosi di cure,di assistenza,di aiuti,.... Se tornasse in Marocco,con il compagno ed il fratello?...Non ha parenti in Marocco che possono "aiutarla" nel pagare questo funerale,ed il resto?...Non è una facile "pietosa" scorciatoia???

Zizzigo

Ven, 12/12/2014 - 17:30

Chiedete, per cortesia, a l'Eco di Bergamo di comunicarmi un IBAN. Non tutti hanno, od usano, carte di credito. Grazie.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 12/12/2014 - 17:31

Il comune di Bergamo non ha settecentocinquanta euro per spese straordinarie? Commisariamento immediato e revisione dei conti da oggi alle guerre puniche.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 12/12/2014 - 18:10

Comune retto dai KOMUNISTI, evidentemente i danèe li hanno spesi per il partito.

canaletto

Ven, 12/12/2014 - 18:19

A COSA SERVONO LE ISTITUZIONI????? SOLO A MANGIARE LAUTI STIPENDI?????? MA LA CORTE DEI CONTI, COME LI CONTROLLA????? E POI NON HANNO SOLDI PER SEPPELLIRE UN POVERO BIMBO. VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

jack1997

Ven, 12/12/2014 - 18:46

certo che con tutto quello che rubano i politici nn avere 750 euro è veramente una vergogna

AndreaT50

Ven, 12/12/2014 - 18:56

Il Comune di Bergamo non ha settecentocinquanta euro per dare degna sepoltura ad una creatrura? Ma si vergognino, di qualunque colore siano!!! Prego il Giornale di mettere l'IBAN.Grazie.

Grundtvig

Ven, 12/12/2014 - 23:11

Se non erro Bergamo è retta da una giunta di Sx, e la "solidarietà"? Se fosse retta dal Cdx,a quest'ora si sarebbero "indignati" : papa Francesco,la Gabanelli,la Dandini,Sabina Guzzanti, Gard Lerner,Gino Strada,Franceschini, Gramellini,Kienge,Floris,Don Ciotti,i pres.ti della Camera e del Senato,il sindaco di Bari,Fassino e Chiamparino,Benigni,Celentano,Salvatores,Placido,Puppato e Sarracchiani, Formigli,Santoro e Giannini,Innocenzi,Vauro e Saviano,Furio Colombo e Corradino Mineo, ecc......

Raoul Pontalti

Sab, 13/12/2014 - 00:08

D'accordo con Mario Galaverna: il comune è tenuto a garantire la sepoltura dei deceduti nel proprio territorio oltre ai deceduti suoi residenti e in caso di indigenza del defunto o di sua appartenenza a famiglia bisognosa è tenuto alle spese funerarie. Le modalità del riconoscimento e dell'attuazione del cd "funerale di povertà" sono stabilite con apposito regolamento comunale i cui sono previste anche le modalità di recupero delle spese sostenute. La scusa della mancanza di soldi nelle casse del comune in ogni caso non regge.