Bergamo, taglia la gola alla figlia e poi si uccide

Ha ucciso la figlia di un anno e mezzo accoltellandola e poi si è tolta la vita. La tragedia è successa ieri sera in un appartamento di via Giulio Cesare a Bergamo

Ha ucciso la figlia di un anno e mezzo accoltellandola e poi si è tolta la vita, tagliandosi la gola. La tragedia è successa ieri sera in un appartamento di via Giulio Cesare a Bergamo.

Alessia Olimpo, dentista di 36 anni, e la figlia sono state trovate senza vita dal marito Alberto Calderoli nella camera da letto della piccola. L'uomo era rientrato in tutta fretta da un congresso dentistico a Riva del Garda (Trento) dopo che il padre gli aveva riferito di non aver ottenuto risposta dalla moglie in casa.

Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un omicidio-suicidio. Sul posto il magistrato di turno, Franco Bettini, gli uomini della Squadra mobile della questura e la polizia scientifica.

Commenti
Ritratto di Riky65

Riky65

Dom, 21/04/2013 - 10:11

Troppi psicofarmaci prescritti da migliaia di dilettanti della psichiatria!!!producono mostri!( mio personale pensiero)

mar75

Dom, 21/04/2013 - 12:10

Nessun commento? È successo al nord quindi è meglio stare zitti. Non vorrei fare polemiche ma trovo un po' anomalo come i lettori di questo giornale trattano in maniera diversa i fatti di cronaca in base alla provenienza geografica o alle origini o nazionalità dei protagonisti.

Ritratto di Adriano Attinà

Adriano Attinà

Dom, 21/04/2013 - 14:03

Mar75, ti sorprendi? se fosse successo al Sud ora ci sarebbero centinai di commenti indignati di persone del Nord del tipo: "Questo è il Sud""Da quelle parti è normale""Secessione" ma naturalmente è successo al Nord è la gente non commenta. Ti aggiungo che probabilmente quest'articolo resterà poco online.

pgbassan

Dom, 21/04/2013 - 14:17

mar75: commento proprio fuori luogo, per stare leggeri. Tragedie simili meritano profondo silenzio, meditazione, considerazione. La lacerazione è troppo forte per sproloquiare. Per tua "consolazione" i suicidi più numerosi (a parte i recenti dovuti alla crisi che ha coinvolto tanti imprenditori) riguardano la regione della valle d'Aosta, regione di grandi risorse ed elargizioni dello stato (11 milioni di lire pro capite). Ma è il malessere la causa principale, non certo il benessere economico. Di fronte a queste tragedie ci vuole profondo silenzio e considerazione.

mar75

Dom, 21/04/2013 - 14:43

@pgbassan: perché è fuori luogo? È solo una mia considerazione. Il fatto che per tragedie simili è meglio stare zitti mi trova d'accordo, solo che bisognerebbe ricordarlo anche quando accadono sotto il Po, senza sprecare fiumi di parole in luoghi comuni come è pratica molto diffusa tra gli utenti di questo giornale. In un altro commento che non mi hanno pubblicato ho scritto che la stragrande maggioranza dei suicidi legati a dolore interiore psichico, quella che chiamano mal di vivere e che è la definizione che rende meglio l'idea della sua gravità, si suicidano tra l'indifferenza delle persone che gli stanno attorno. Alcune rare volte si decide di portare con se anche persone che non c'entrano niente e in quel caso la cronaca se ne occupa.

blues188

Dom, 21/04/2013 - 14:47

mar75, ciò che scrive pgbassan è esatto. Ci vuole silenzio che esprima il dolore per questo atto estremo che pare più la spia di una disperazione estrema. Difatti difficilmente una donna uccide un bambino soprattutto se il proprio.

gi.lit

Dom, 21/04/2013 - 14:59

pgbassan. In linea di principio sono d'accordo con lei. Ma i commenti ai quali si riferisce riguardano alcune persone del Nord che commentano su questo forum. Uno dei quali, Blues188 fa del vero e proprio sciacallaggio andando a spulciare fra le notizie di cronaca nera provenienti dal Sud per fare della greve ironia sulla presunta indolenza dei Meridionali. Pensi che ha commentato un recente nubifragio abbattutosi recentemente su Catania con una battutina scema dicendo che altrove le gocce d'acqua non cadono certo col paracadute. L'ho invitato pertanto a commentare in tal guisa la tragica alluvione di Genova di qualche anno fa(sei morti). Niente da fare. Silenzio. Cordiali saluti a lei.

mar75

Dom, 21/04/2013 - 15:51

@blues188: ho scritto quelle cose pensando proprio a lei. La prossima volta che succede qualcosa sotto il Po non faccia le sue solite battute piene di luoghi comuni.

blues188

Dom, 21/04/2013 - 16:06

A differenza di voi che mi volete insegnare l'educazione, non è il posto giusto per fare certe dichiarazioni. Ci saranno altri momenti.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 20/05/2013 - 17:18

A chi vi riferite, al povero Kabobo? Per i fatti di Brescia c'è materiale per una discussione (madre in cura psichiatrica) ma qui, che elementi ci sono se non la pietà?

gibbivu

Dom, 30/06/2013 - 23:34

ADRIANO ATTINA'. al nord hanno avuto forse l'unica domenica di sole, nessuno è stato in casa a leggere il giornale al computer (che utilizza principalmente in ufficio, in orario di lavoro). Detto questo, pero' sappi che Olimpo e' cognome campano.