Berlino, 300 poliziotti organizzano un festino a base di sesso e alcol

Avrebbero dovuto svolgere servizio di prevenzione durante il G20 e invece 300 poliziotti di Berlino inviati ad Amburgo hanno organizzato un party fuori dalle righe

Trecento poliziotti di Berlino inviati ad Amburgo per svolgere servizio di prevenzione durante il G20 hanno dato vita a un party fatto di sesso, alcol e comportamenti non proprio consoni a quelli richiesti agli agenti.

A darne notizia è Eunews. Il sito spiega nei minimi dettagli cosa hanno combinato 300 poliziotti. "I poliziotti, arrivati ad Amburgo domenica, festeggiavano il compleanno di due colleghi. Festeggiamenti che si sono rivelati un po’ eccessivi almeno secondo quanto emerge dal racconto di altri colleghi. Le testimonianze, infatti, parlano di agenti che consumavano rapporti sessuali davanti ad altri colleghi, uomini e donne che si improvvisavano lap-dancer e spogliarellisti con le pistole di ordinanza in mano, devastazione dell’ambiente, balli folli sopra i tetti dei container, pipì sulle recinzioni e una colluttazione con gli agenti del dipartimento di Wuppertal che chiedevano rispetto", scrive Eunews.

Dopo questo divertimento non giustificato e fuori dalle righe, è arrivata la reazione di Thomas Neuendorf, il portavoce della polizia, che ha richiamato i suoi colleghi parlando al quotidiano Die Welt e sottolineando che "non si può fare sesso in pubblico, non ci si può comportare come gli studenti in gita scolastica".

Per giustificarsi i poliziotti hanno lamentato la mancanza di intrattenimenti e in particolare della televisione. Dall’account Facebook del dipartimento di Berlino, poi, sono arrivate le scuse ufficiali che hanno teso a minimizzare il comportamento dei 300 agenti. Ora 220 poliziotti sono stati rimandati a casa e rischiano severe misure disciplinari.