"Birra? Vendetela calda": Bologna, comune choc contro la movida pazza

Palazzo d'Accursio vuole contrastare le devastazioni da "botellon" vietando la vendita di birra fredda o ghiacciata

Con l'avanzare dell'estate, torna la voglia di fare festa, magari all'aperto, magari con una birra fresca.

Nulla di male, per carità. A patto che il festeggiamento non si trasformi in un gigantesco raduno in cui consumare alcol e fumo a più non posso, il cosiddetto "botellon". Proprio per contrastare questi appuntamenti, divenuti ormai un classico dell'estate, il comune di Bologna, guidato dal piddino Merola, ha lanciato una singolare ordinanza. Che prevede, tra l'altro, l'obbligo per gli ambulanti di vendere birra calda, o almeno a temperatura ambiente.

Avete letto bene. Per scoraggiare il consumo indiscriminato di alcol, Palazzo d'Accursio ha pensato bene di rendere impossibile l'acquisto di birra, che nessuno, per nessuna ragione al mondo, consumerebbe mai a temperatura ambiente. Quantomeno non nella calura dell'afa emiliana.

Dal comune felsineo si difendono sostenendo che la misura è volta al contrasto del racket degli alcolici, in mano a venditori abusivi spesso di origine straniera. Ma Bologna non è un caso isolato: a Torino il comune ha già preso contromisure per gestire al meglio li Botellon in programma per la fine degli esami universitari; a Roma è stato proibito il consumo di alcolici dalle 24 alle 7 in diverse zone del centro storico. Misure analoghe sono state adottate anche a Firenze, Venezia e Gallipoli. Insomma, la morale è: divertitevi sì, ma con juicio.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 15/07/2015 - 11:48

basta solo applicare la legge vigente. Invece no, I comunisti continuano a farsi seghe al cervello.

lupo1963

Mer, 15/07/2015 - 12:37

Idioti totali , non sono in grado di fare rispettare le leggi in quel bordello cui hanno ridotto l'Italia e poi vengono fuori con le c.azzate.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 15/07/2015 - 12:58

Ma invece controllare rigidamente il territorio applicando leggi, norme e regolamenti no????

Marcolux

Mer, 15/07/2015 - 13:48

Evviva la movida comunista! Tutti nelle strade a far casino e a spaccare tutto, in nome della sinistra tollerante. Di che matrice sono i rave party? Dove si organizzano le movide più violente e chiassose? Solo nei Comuni di sinistra.

luigi.muzzi

Mer, 15/07/2015 - 13:55

proporre subito il genio al premio nobel !

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 15/07/2015 - 14:03

No, veramente i comunisti sono dei geni. Diamogli atto. Piuttosto che far rispettare una legge si inventano l'impossibile.

Beaufou

Mer, 15/07/2015 - 17:25

Ahahah. E naturalmente, i vigili si porteranno appresso il termometro per misurare la temperatura della birra: e se sgarra di qualche decimo di grado, per i venditori saranno guai grossi, nevvero? Il piddino Merola dovrebbe imparare che per fare certe "esternazioni" sarebbe opportuno usare gli appositi luoghi di decenza. Ahahah.