Blitz al campo rom nel Napoletano, raffica di denunce

Operazione di carabinieri e polizia locale a Qualiano di Napoli, denunce per invasione di terreno. Ritrovate alcune vetture di dubbia provenienza, scattano i controlli

Blitz dei carabinieri al campo rom abusivo, denunciate 24 persone. Nell’area rinvenute e sequestrate auto e carcasse di vetture di dubbia provenienza.

I controlli si sono registrati a Qualiano, in provincia di Napoli, ad opera dei militari della compagnia di Giugliano e della locale stazione, insieme agli agenti della polizia locale del centro dell’hinterland partenopeo. Qui le forze dell’ordine hanno scoperto che nelle prossimità di un campo regolare, un gruppo rom aveva allestito – ma su un terreno privato – un accampamento senza autorizzazioni.

Nel campo sono stati scoperti, quindi identificati e denunciati per l’ipotesi di reato di invasione di terreno, ventiquattro persone. Tra di loro, sedici maggiorenni e otto adolescenti d’età compresa tra i 14 e i 18 anni. Inoltre era presenti su quel terreno alche altri 25 minorenni, tutti al di sotto dei 14 anni di età.

Ma non è tutto. Perché all’interno del campo sono state ritrovate due autovetture che, formalmente risultavano cancellate dal Pra e un’altra su cui, invece, pendeva il decreto di sequestro emesso dai magistrati del tribunale di Salerno. L’ipotesi investigativa, come riporta Il Mattino, è che, probabilmente, quelle auto possano essere state utilizzate per commettere furti o altri tipi di reati e perciò adesso sono iniziati i controlli per verificare la fondatezza dei sospetti degli inquirenti. Infine, altre tre automobili – ridotte a rottame e prive di ogni segno di identificazione – sono state sottoposte a sequestro.

Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 10/10/2018 - 12:14

categorie protette dalla UE!! e non solo...una frangia politica italian li considera intoccabili!! perchè questi politici non vanno a vivere in questi campi rom,visto che tengono cosi' tanto alle loro culture e tradizioni??