Blitz dei disoccupati napoletani nella sede del Pd

Una quarantina di persone sono state accompagnate al commissariato per accertamenti dopo i tafferugli avvenuti nella sede dei democratici

Momenti di forte tensione nella sede nazionale del Pd, dove un gruppo di disoccupati campani ha fatto irruzione. I manifestanti sono riusciti a entrare nell’androne e sono stati bloccati mentre tentavano di salire. I manifestanti hanno prima spintonato gli usceri che impedivano l’accesso agli ascensori, poi hanno scelto di entrare nella redazione di Youdem, la tv del partito che ha i suoi uffici al piano terra. Sul posto è subito intervenuta la polizia in assetto antisommossa. I manifestanti sono stati identificati. Oggi una delegazione avrebbe dovuto incontrare il ministero del Lavoro, ma l'appuntamento è saltato.

Un altro gruppetto di disoccupati napoletani, appartenenti a diversi gruppi organizzati come Edn (Euro Disoccupati Napoletani) e Gruppo Bros, hanno inscenato una protesta in piazza Fontana di Trevi, dove è stato esposto per qualche minuto uno striscione con la scritta "Euro disoccupatinapoletani". Subito dopo i manifestanti sono andati via, verso piazza Fornovo, dove si è spostata la protesta.

Quarantanove persone sono state accompagnate al commissariato Trevi per accertamenti dopo i tafferugliscoppiati nella sede del Pd. Gli investigatori cercano di identificare gli autori dell’aggressione ai danni di un poliziotto, che è stato preso a calci e pugni. Saranno vagliate anche le telecamere per fare chiarezza sull’episodio e verificare le singole responsabilità.

"Eravamo andati davanti alla sede del Pd a Roma perché loro rappresentano il governo, non a caso oggi era stato fissato un appuntamento con il sottosegretario D’Angiò, in quota Pd, per discutere della nostra situazione. Ma siamo stati aggrediti da alcuni militanti di partito. Tra noi ci sono anche cinque feriti tra cui un’anziana". Lo hanno detto i rappresentanti dei disoccupati Bros (Budget per il Reinserimento Occupazionale e Sociale), che oggi hanno fatto un blitz nella sede nazionale del Partito democratico a Roma. "Tra le persone fermate - proseguono i manifestanti - la maggior parte sono donne. Volevamo solo avere spiegazioni sul perché non eravamo stati ricevuti come previsto".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 03/12/2013 - 16:18

Il comunismo muore sempre di INDIGESTIONE. Lo dice la Storia.

antoniociotto

Mar, 03/12/2013 - 16:32

qualche kkk che rinsavisce?

Massimo Bocci

Mar, 03/12/2013 - 16:57

Finalmente il prodotto di 65 anni di REGIME di LADRI!!! -Euro, i Napoletani disperados, fame,corruzione,truffe,stufi di fare solo gli spacciatori di pacchi e paccotti (schede falsa per le primarie) entrano nel covo dei VERI TRUFFATORI ASNTI ITALIANI " DON COOP-CAMORRA" e questa volta non per una supplica,un posto da netturbino, per una falsa pensione o per riscuotere il PIZZO delle (FINTE??)primarie e secondarie, ma da VERI operatori ECOLOGICI NAPOLETANI sono stufi di questa MONNEZZA DEMOCRATICA???? (Della minchia) speriamo solo che facciano un po' di PULIZIA!!!

csciara

Mar, 03/12/2013 - 17:04

Era ora che i disoccupati uscissero allo scoperto!!! Dunque esistono sul serio i disoccupati. La Casta può iniziare a tremare... !!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 03/12/2013 - 17:05

ci rimettono sempre i Tutori dell'Ordine.

pinosan

Mar, 03/12/2013 - 17:28

Ma come?Non era il PDL che creava disoccupazione e miseria?Letta non li aveva d'acciaio?Forse questi lavoratori non sono stai indirizzati bene.Il PD e la consociaca CGIL non centrano nula.Ha.ha

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 03/12/2013 - 17:30

sta iniziando la morte di Satana e co.

Mobius

Mar, 03/12/2013 - 17:47

La gente comincia a capire che se siamo nella palta la colpa è soprattutto dei sinistri: non solo non sanno fare niente per lo sviluppo di un Paese, ma addirittura boicottano chi saprebbe fare, se ha la gravissima colpa di non appartenere alla loro parrocchia. Buoni a nulla, rompiballe, sabotatori e financo traditori. Vadano al diavolo, una buona volta.

Ritratto di scappato

scappato

Mar, 03/12/2013 - 18:03

Finalmente si rendono conto perche' sono disoccupati o sottopagati. Qui non c'e' un comunista (uno dico uno) e l'economia va bene.

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 03/12/2013 - 18:03

Gli operai cominciano a capire e si incazzano. Hanno capito che la sigla PD significa Poveri Derelitti.

Franco60 Ferrara

Mar, 03/12/2013 - 18:22

che la rivoluzione abbia inizio!!!!

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 03/12/2013 - 18:49

Toh! Qualcuno, comincia a incazzarsi....ma come mai? Ci sono i segnali della ripresa, i diritti dei froci sono tutelati, si vuole punire l'omofobia, gli extracomunitari vengono accolti a braccia aperte......ma di cosa si lamentano questi bifolchi

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 03/12/2013 - 18:51

ma saranno denunciati? perchè se sono di sinistra, non saranno denunciati :-)

acam

Mar, 03/12/2013 - 19:00

per forza loro anno votato de magistris per stare meglio

viento2

Mar, 03/12/2013 - 19:02

i sinistrati sono spariti come mai non commentano questo fatto hanno la coda di paglia

viento2

Mar, 03/12/2013 - 19:02

i sinistrati sono spariti come mai non commentano questo fatto hanno la coda di paglia

marco-70

Mar, 03/12/2013 - 19:34

son quelli che hanno offerto voti al pd in cambio di lavoro

FRANCO1

Mar, 03/12/2013 - 20:06

Era ora, speriamo che abbiano capito dove sta il malaffare.

Giorgio5819

Mar, 03/12/2013 - 20:12

C'erano anche i finti invalidi,i finti ciechi,i finti sindaci, tutti.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 03/12/2013 - 20:41

INDOVNATE LA CONDANNA A CUI SARANNO SOTTOPOSTI ? OBBLIGATI A VOTARE ALLE PROSSIME PRIMARIE DEL PD eheheheh

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 04/12/2013 - 00:47

La cosa da approvare è la protesta dei pensionati rivolta finalmente ai responsabili di questo governo di sole tasse. QUELLA CHE FA RIDERE E' IL PROVINCIALISMO DI QUESTI TRINARICIUTI CHE CHIAMANO LA LORO TV YOUDEM. Si sentono più intelligenti se chiamano le cose con nomi inglesi. Poveri illusi.