Blitz della polizia nella metropolitana di Sesto San Giovanni

Maxi sequestro di merce abusiva e contraffatta

Un blitz della polizia ha portato a un maxi sequestro di merce abusiva e contraffatta. La merce era venduta nei mezzanini della metropolitana. La polizia locale è riuscita a portare a termine l’operazione dopo aver controllato tutte le tre fermate del paese alle porte di Milano, Fs, Rondò e Marelli. Il comandante Pietro Curcio ha spiegato che “le emergenze di questi giorni non impediscono di mantenere alta l’attenzione verso abusivismo e illegalità. Anche questo sequestro ha interessato prodotti con marchi contraffatti”. Tra le mani degli agenti sono finiti portafogli, scarpe, cinture, borse con loghi fasulli di case di moda tra le più quotate sul mercato. Complice il periodo spesso piovoso, gli ambulanti vendevano anche ombrelli, giacche a vento, cappelli, piumini, guanti, tutti rigorosamente copiati dai brand più famosi.

La polizia locale di Sesto ha dovuto fronteggiare una settimana tutt’altro che facile. Le situazioni di emergenza a cui gli agenti hanno partecipato sono state di diversa natura. Sono passati dall’emergenza maltempo, con tanto di allagamenti, cadute di alberi, intere famiglie evacuate e problemi alla circolazione a causa delle forti precipitazioni. Vi sono stati anche crolli nella galleria in costruzione per il prolungamento della metropolitana. Il comandante ha inoltre ringraziato pubblicamente tutto il personale della polizia locale che ha reso servizio in questo difficile momento. Sottolineando la disponibilità e la dedizione con cui hanno affrontato il duro lavoro. Non è la prima volta che nella metropolitana di Sesto San Giovanni viene scoperto una specie di mercato illegale di prodotti contraffatti. A gennaio era stato arrestato un marocchino 54enne che vendeva oggetti molto simili agli originali, giubbotti e altri prodotti con finti loghi di note griffe.