Bloccata la corrispondenza alla madre del piccolo Loris

Il padre fa visita a Verinca in carcere. E lancia un appello al marito: "Non condannarla prima che si sappia la verità"

Niente lettere, sia in entrata sia in uscita. A Veronica Panarello, madre del piccolo Loris Stival, è stata bloccata la corrispondenza. La giovane donna si è lamentata con il padre, Francesco, che ieri le ha fatto visita al carcere di Agrigento. "Mi facevano compagnia - ha confessato al padre - e mi davano la forza di continuare a lottare per la mia innocenza. Perchè non mi fanno arrivare la posta?". Una domanda al quale il padre non ha saputo rispondere. "Voglio vedere l’avvocato, dobbiamo finire di studiare le carte", ha detto al genitore che, ieri pomeriggio, ha visto il legale, Francesco Villardita. "Stiamo lavorando con rigore e serietà - dichiara Villardita - per garantire alla mia assistita la migliore difesa possibile".

Francesco Panarello è stato al carcere di Agrigento ieri mattina. Ha visto la figlia. L'ha trovata "distrutta dal dolore e dalla vita del carcere", ma "sempre pronta a lottare per la verità". "Papà, com’è bello vederti - ha detto Veronica al padre - mi sento sola, maledettamente sola. È stato il Natale più brutto della mia vita". All'uscita dalla casa circondariale Panarello racconta: "C’è un magazzino pieno per Veronica di pacchi, di indumenti. La solidarietà è stata ed è tantissima. Adesso stiamo facendo una colletta per l’avvocato perché sta lavorando tantissimo". Poi, ai microfoni dell'Agi, torna sul rapporto fra la figlia Veronica e il nipote Loris. Da quando sono iniziate le indagini, è stato detto davvero di tutto. Ma Francesco Panarello nega qualsiasi lite: "Loris aveva un rapporto meraviglioso con Veronica, erano come il secchio e la corda. Veronica aveva comprato il bimby e Loris chiedeva alla mamma di fare tante cose da mangiare, e lo facevano insieme". E continua: "Mi manca Loris quando mi chiamava nonno Ciccio. Lo amavo tantissimo".

Il padre di Veronica lancia poi un invito a Davide Stival, il padre del piccolo Loris che da quando Veronica è stata trasferita nel carcere di Agrigento non è mai andata a trovarla. "Davide, vai a trovare Veronica, lei ti ama - dice - non condannarla prima che si sappia la verità".

Commenti

atlantide23

Dom, 28/12/2014 - 15:12

ma questa donna parole di dolore, di disperazione per l'orrore che ha provato il figlio ucciso...mai ? Solo parole per dichiarare la sua innocenza ? E la sua noia in carcere ? Forse non e' lei l'assassina ma certamente non e' una donna che mi piace.

polonio210

Dom, 28/12/2014 - 15:14

Perché bloccarle la posta sia in uscita che in entrata?Si teme,forse,che tramite la posta possa organizzare altri delitti?Che si metta d'accordo con gli innumerevoli complici esterni?Che induca,con minacce epistolari,qualche debole mente a confessare il delitto?O che nella posta,in uscita o in entrata,si nasconda un micidiale messaggio crittografato traducibile solo agli adepti di una setta esoterica e segretissima?Ma forse,il blocco della posta,è solo una raffinata tortura,per prenderla per sfinimento al fine di farle confessare qualunque cosa pur di essere lasciata tranquilla,che le viene imposta da una magistratura,incapace di trovare il colpevole,che ha imboccato la strada della colpevolezza,a prescindere,della Signora Veronica Panarello che NON dimentichiamo mai è innocente fino al terzo grado di giudizio.

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 28/12/2014 - 15:43

calma non facciamo i forcaioli, noi silvioti siamo garantisti e solo dopo 3gradi di giudizio prendiamo atto della sentenza.....anzi forse ripensandoci nemmeno dopo i 3 gradi come il nostro grande silvio ci ha insegnato.

m.nanni

Dom, 28/12/2014 - 17:10

a sentirli, in tutti questi anni, ci hanno fatto perfino venire l'orticaria con la sacralità della costituzione, magistrati compresi e poi se la sbattono sui coglioni quando c'è da trittare qualcuno. ma è sacro anche il principio della presunzione d'innocenza? e allora perchè applicare la tortura oltre al carcere preventivo che è esso stesso una tortura? perchè non passare alla garrotta che fa confessare il malcapitato più rapidamente?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 28/12/2014 - 17:55

La magistratura è nello strame, ma in questo caso non creda abbia particolari intenti persecutori, punitivi nei confronti dell'imputata, se la posta è stata bloccata qualche motivo che noi ignoriamo ci sarà pure.Da una parte si vuole un'indagine rigorosa, dall'altra si reclamano diritti e agi per chi è in carcere.Se la signora sopravvive benissimo alla morte di un figlio, tutta protesa a rivendicare solo la sua innocenza, potrà stare anche senza contatti epistolari.

polonio210

Dom, 28/12/2014 - 18:32

Caro,caro Ersola la ringrazio dal profondo del cuore di esistere.Lei è la conferma vivente che la madre degli imbecilli è sempre incinta e che,nei casi come il Suo,la sterilizzazione non è solo un atto di pietà ma un dovere civico.Mi spiace che Lei viva un conflitto interiore che la porta ad una forma di paranoia nella quale,sentendosi inadeguato e fondamentalmente ignorato dall'umanità intera,scarica le Sue turbe su una persona che Lei vede come Suo nemico e concentrato di ogni nefandezza,ma al quale vorrebbe assomigliare.Un consiglio:la Sua situazione è alquanto grave,si faccia vedere da uno specialista in malattie mentali.Con qualche cura adeguata e dopo anni di analisi,sono sicuro che migliorerà.

eloi

Dom, 28/12/2014 - 18:52

Le prove a volte si costroiscono. Tortora docet.

exbiondo

Dom, 28/12/2014 - 19:30

nel caso Bossetti hanno sputtanato, madre, moglie, figli e parenti tutti. Nel caso di questa, dove di informazioni "pruriginose" ce ne sarebbero a volontà, non c'è il sospetto di amanti complici....boh

Armandoestebanquito

Dom, 28/12/2014 - 23:07

eloi, infatti il magistrato accusatore di Tortora e; stato promosso. Questi qua hanno capito che facendo lo stesso verrano promossi pure.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 09:07

@Polonio210 - Interessante e probabilmente veritiera la sua analisi del personaggio.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 29/12/2014 - 09:31

atlantide23 ma se le hanno impedito di presenziare ai funerali del figlioletto, come fai a guardare solo l'orrore? La tua delicatezza è pari a quella di un elefante in un negozio di porcellane! Ti sei chiesto, piuttosto, e se la mamma fosse innocente, viste le ciofeche terribili che abbiamo in Italia, sia come magistrati e sia come inquirenti? Dico: e se fosse innocente? chi le ridarebbe più la dignità di madre che non ha potuto neanche piangere sulla bara del figlio morto?

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 29/12/2014 - 09:31

Ricorderei il povero ingegnere al quale era stata affibbiata con prove false l'identità di "unabomber"!

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 29/12/2014 - 09:48

Euterpe, valgano per te le stesse cose che ho scritto per atlantide23. La tua delicatezza nel caso in questione è appunto pari a quella di un elefante in un negozio di porcellane. Hai mai sentito parlare di pietà? Forse a te questo sostantivo non dirà nulla visto lo slancio che hai verso la palude ove risiedono i forcaioli per partito preso!

Marco-G

Lun, 29/12/2014 - 10:01

@ersola è in crisi di asteninenza .... mi auguro che i compagnucci psicosinistri si sbrighino a trovargli qualche altro personaggio su cui scaricare le sue angoscie esistenziali altrimenti ci continuerà ad ammorbare con i suoi deliri nauseabondi per tutto il 2015.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 10:27

@dbell - Evidentemente la delicatezza che manca a me e ad altri si è concentrata tutta in lei, cosicché lei non entra nella cristalleria,ma in un forum, per lanciare 'delicate' accuse a chi ha opnione non totalmente coincidenti con le sue.Io non mi sono mai pronunciata né sull'innocenza né sulla colpevolezza, perché non sono un giudice, ma aborro il manierato pietismo di cui alcuni commenti grondano, che gridano all'innocenza senza averne le prove e che vorrebbero un carcere simile ad un hotel a 5 stelle.Il mio ricordo e la pietà vanno a quel bimbo ricoperto dalla terra, ad un senz'altro innocente, alla vittima. Gli adulti se la caveranno, non dubiti, quindi riservi più opportunamente la sua sensibilità e i suoi alti lai per altre occasioni. Insensibili saluti.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 29/12/2014 - 11:07

Le parole scritte sono indelebili! I pensieri si possono falsare a piacimento, senza regole, e che che tu ne dica, hai già stilato la tua condanna senza chiederti: e se mi sbagliassi? E se la mia voglia di vendetta, scambiata per giustizia, fosse errata? Ricambio algidamente i tuoi poco edificanti saluti.

niklaus

Lun, 29/12/2014 - 13:01

Questa donna sprizza egocentrismo da tutte le parti. In un frangente tragico e senza possibilita' di paragone, si lamenta dicendo "È stato il Natale più brutto della mia vita". Ma cosa s'aspettava? Babbo Natale con i regali? Infantilismo o cinismo? Sara' estremamente difficile per i pm scoprire cosa si nasconda dietro questo comportamento abnorme.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 15:49

@dbell56- Non mi faccia ripetere 'Non c'è peggiore sordo..." Lei non vuole proprio recedere dalla sua opinione nei miei confronti. Mi citi per favore le parole che indicherebbero l'aver io stilata una condanna e mostrato desiderio di vendetta...Vendetta per cosa,poi? Il bambino mica era mio figlio.Il desiderio di giustizia credo che dovrebbe essere in tutti noi, perché vorrebbe sottrarlo proprio a me? Qui da noi è previsto l'arrivo della neve, con temperature rigide, quindi non mi saluti 'algidamente',ma con calore, le sarei grata se lo facesse. Cordialità.

Nerone2

Lun, 29/12/2014 - 16:37

dbell56 (Lun, 29/12/2014 - 09:31) una parte del suo commento non corrisponde alla realta dei fatti. Mi puo' dire quale?

Nerone2

Lun, 29/12/2014 - 18:10

dbell56... in genere e' facile deturrere commenti "astratti" che vengono scritti da persone che non seguono gli eventi da vicino. Lei, rispondendo a - atlantide23 - scrive nel suo commento: "ma se le hanno impedito di presenziare ai funerali del figlioletto" - Falso e' quel che lei scrive. Non e' stata avanzata richiesta da parte della difesa per tale circostanza.

Nerone2

Lun, 29/12/2014 - 19:01

Euterpe... e' su questo caso che volevo discutere in privato con lei e non di cani, gatti e Colosseo :-). A tempo debito le faro' pervenire una mia email. - Saluti.