Via al blocco delle auto al Nord Ecco chi non potrà più circolare

Dal primo di ottobre arriva la stretta sulla circolazione delle auto in diverse regioni del Nord. Ecco chi non potrà più usare l'auto

Dal primo di ottobre arriva la stretta sulla circolazione delle auto in diverse regioni del Nord. Da domani entrano in vigore nuove limitazioni al traffico legate al miglioramento della qualità dell'aria. Con un protocollo di intesa firmato da Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna, viene dichiarato lo stop agli euro 3 diesel da lunedì fino al 31 marzo 2019. Uno stop che verrà poi confermato nel corso del prossimo anno con il blocco anche per le Euro4. Ma attenzione: in Emilia Romagna il blocco vale già per le Euro 4 a partire dall'1 ottobre. Saranno almeno 1,1 milioni i veicoli che dovranno cambiare percorso per i blocchi del traffico.

In queste categorie di veicoli da "bollino nero" rientrano quelli immatricolati tra il 2001 e il 2005. "La qualità dell’aria va oltre i confini amministrativi e travalica ogni differenza di colore politico. La salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente sono delle priorità nella sfida delle Regioni del Bacino Padano per un’aria più pulita. Entro il 2020 l’obiettivo è armonizzare e rendere omogenee le norme e le misure applicate in un territorio che da solo produce il 50% del Pil nazionale e dove vivono 23 milioni di persone", hanno affermato gli assessori regionali all’Ambiente delle quattro regioni interessate: Raffaele Cattaneo (Lombardia), Gianpaolo Bottacin (Veneto), Paola Gazzolo (Emilia-Romagna) e Alberto Valmaggia (Piemonte). Il blocco in Lombardia andrà da lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30. In Veneto cambiano gli orari. A Verona blocco nei giorni feriali dalle 8.30 alle 18.30. In Emilia Romagna blocco di Euro 3 ed Euro 4 nei centri abitati con più di 30mila abitanti e in quelli sotto i 30mila che fanno parte però dell'agglomerato urbano di Bologna. In Piemonte, a Torino, stop ai diesel Euro 1,2 e 3 dalle 8 alle 19 e da ottobre a marzo.

Commenti

sparviero51

Dom, 30/09/2018 - 18:01

È TUTTA UNA PRESA PER IL CUXO . CI FOSSE UN CORNUTO CHE CALCOLI QUANTE TONNELLATE DI SMOG CI CADONO IN TESTA OGNI GIORNO PRODOTTE DAGLI AEROPLANI . A PURO TITOLO DI ESEMPIO : UN BOEING 747 CONSUMA MEDIAMENTE 12 ,DICASI DODICI , TONNELLATE DI COMBUSTIBILE OGNI ORA IN CROCIERA . QUANTE NE LASCIA NEI PRESSI DELLA PISTA IN DECOLLO ? E GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO ? E LE FABBRICHE ? BUFFONI POLITICAMENTE CORRETTI !!!

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 30/09/2018 - 18:02

come al solito ognuno per se ed i partiti pdioti e grullini per tutti..ma andate afc e rimaneteci!!!

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 30/09/2018 - 18:09

La mia bicicletta è una EURO 3, così non potrò più circolare? Inquina più DI MAIO ogni due per tre in ogni telegiornale, che un catorcio a quattro ruote!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Dom, 30/09/2018 - 18:28

Idiozia totale. Allora perché non bloccare anche gli autotrasporti?? Va bene impedire ai mezzi più inquinanti di entrare nei centri abitati, ma sulle strade principali e nelle campagne??

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 30/09/2018 - 18:58

Ignoranza pura. Ci sono auto a benzina che hanno un Co2 peggio di un diesel euro 3. Ma cosa vanno vaneggiando. Ed allora perchè alla revisione lepassano come buone? Poi a 5km ci sono i rom che bruciano i copertoni ed i cavi elettrici,sprigionando nubi di fumo tossico. E lì nessuno dice niente.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 30/09/2018 - 20:06

praticamente chi ha i soldi per comprarsi le auto piu' recenti va in auto e gli altri no...e ce lo possiamo permettere un provvedimento così sensato con le cifre da capogiro degli stipendi e delle pensioni che prendono gli italiani!!!

bremen600

Dom, 30/09/2018 - 21:03

ma la macchina nuova per poter girare ce la regalate voi politici scienziati..!!

seccatissimo

Dom, 30/09/2018 - 22:10

Certo che siamo un Paese di imbecilli ! Neanche sugli orari del blocco siamo capaci di metterci d'accordo per renderli uguali in tutte le regioni che aderiscono al blocco !!!!!

WSINGSING

Lun, 01/10/2018 - 00:23

Provvedimento demagogico scritto da ignoranti. Iniziassero a vietare la circolazione ai veicoli a due tempi che inevitabilmente bruciano benzina ed olio i cui fumi finiscono nella atmosfera. Iniziassero ad arrestare con le manette ai polsi tutti quegli automobilisti che per evitare costose manutenzioni e/o per avere migliori prestazioni sulle proprie auto diesel eliminano del tutto i congegni antinquinamento (FAP, DPF eccetera).

jenab

Lun, 01/10/2018 - 08:12

manovra assolutamente inutile, non mi risulta che in questi anni, abbia avuto un minimo di risultato. la prossima settimana ci diranno che abbiamo sforato i limiti come al solito. Sono manovre per cercare di convincereci a cambiare auto.

ryan1

Lun, 01/10/2018 - 09:47

Imbecilli mascalzoni e farabutti. Pensano che la gente fabbrichi i soldi per cambiare le auto quando lo decidono loro. La gente fa fatica a tirare a campare non come questi privilegiati politicanti. Quindi chi abita fuori città deve andare a piedi a lavorare. Deficienti!

Massimo Bernieri

Lun, 01/10/2018 - 10:12

E se lasciassimo tutte le auto ferme poi lo stato,dove troverà i soldi accise carburanti?

Zizzigo

Lun, 01/10/2018 - 10:45

Uno strozzinaggio commerciale, che cambia poco o nulla. Le fonti inquinanti non verranno eliminate, ma solamente camuffate e/o spostate e concentrate in altre aree. Gli ignoranti si lasciano plagiare facilmente.

paolo b

Lun, 01/10/2018 - 10:48

vorrei che regioni e comuni prima di vietare la circolazione di auto con la scusa di tutelare la salute dei cittadini provvedessero a far circolare gli autobus in loro possesso solo se hanno i requisiti imposti agli altri e tutti gli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici in regola con le leggi in vigore senza ogni anno avere deroghe per adeguamenti che ormai avrebbero dovuto fare da anni. solo allora potranno permettersi di vietare circolazione di mezzi e funzionamento di impianti di riscaldamento essendo loro i primi ad essere vituosi !!! UTOPIA !!!

Ritratto di llull

llull

Lun, 01/10/2018 - 11:00

Così com'è riportata la notizia (sentita anche nei TG in TV) sembra che nelle regioni citate tali auto non possano più circolare. Ma il divieto vale solo nelle città? Tutte? Ed anche in TUTTE le strade? Autostrade comprese?

Angelo664

Lun, 01/10/2018 - 11:02

Commento senza aver ancora letto i commenti degli altri per far considerazioni senza essere influenzato. Una cosa del genere o la fai ovunque uguale per tutti o non ha senso. Adesso devo andare in giro con una mappa per sapere quali idioti hanno messo il divieto euro 3 e quali quello euro 4 chi gli orari estesi chi ridotti .. insomma un rebelott all'italiana, inconcludenti e rimbambiti come al solito. Capaci solo di fare regole assurde. Poi nessuno parla dei camion e dei bus urbani che fanno 2km con un litro e tutto sono fuorché' euro qualche cosa. Poi chi fa i controlli ??? Le auto straniere ??? I riscaldamenti dei palazzi che tengono 25 gradi in casa ? Nessuno ha detto nulla a proposito. Siamo un paese di idioti e si vede da queste cose. Penso che me fregherò' bellamente e faccio quel cacchio che mi pare. Negli ultimi 25 anni non sono mai stato fermato una sola volta da nessuno.

Una-mattina-mi-...

Lun, 01/10/2018 - 11:10

PLACEBO DEL TUTTO STUPIDO E INUTILE: LE AUTO "PROIBITE" POSSONO CIRCOLARE A VOLONTA' TUTTO INTORNO, PER STRADE E PAESI, DALL'ALBA AL TRAMONTO, FATTE SALVE, PER FASCE ORARIE, ALCUNE VIE DI ALCUNE CITTA'. DA MORIRE DAL RIDERE...