Blue whale, la denuncia dei deputati: "Allarme anche in Svizzera"

Il "gioco" dell'orrore pare essere arrivato anche in Svizzera, nel Canton Vaud. I deputati Giorgio Fonio e Claudio Franscella hanno denunciato il caso di una ragazza

Dopo il caso del 15enne di Livorno, pare che il folle "gioco" della Blue whale sia arrivato anche nel Canton Vaud, secondo quanto scrivono i deputati PPD Giorgio Fonio e Claudio Franscella in un'interrogazione presentata oggi al Consiglio di Stato, ad essere finita in questo incubo è una ragazza.

Come scrive il Ticino News, del "gioco" dell'orrore si sta anche interessando il Parlamento europeo grazie ad un'interrogazione presentata dall'europarlamentare Nuno Melo. Giorgio Fonio e Claudio Franscella spiegano che "nel suo atto Melo scrive che 'morti sono stati registrati in Brasile e in Russia. Ci sono sospetti che il gioco sia già in corso in Ucraina, Romania, Spagna, Portogallo e Francia'. Preoccupato dal propagarsi del fenomeno Blue Whale, Melo ha chiesto nel suo atto quali 'informazioni possiede la Commissione europea sull'argomento e cosa può fare l'Unione Europea per proteggere i giovani europei dato il rischio che questo gioco rappresenta'".

E ancora: "In Svizzera, per il momento, si registra un solo caso confermato nel Canton Vaud come riportato da Le Nouvelliste. Gli inquirenti stanno indagando anche su un altro caso riguardante un'adolescente di Fully, in Vallese. La ragazza presenterebbe le ferite tipiche del gioco mortale. Per quanto riguarda il Ticino, invece, ci è stato segnalato un presunto caso riguardante una giovane. Numerosi cittadini hanno segnalato prontamente alla Polizia cantonale il profilo Facebook dell'adolescente allo scopo di verificare e nel caso aiutare la ragazza".

I due deputati concludono il loro intervento spiegando che "considerata la delicatezza del tema e la sua pericolosità riteniamo urgente e prioritario aprire una discussione sul tema affinché le Istituzioni possano predisporre tutte le misure per tutelare la salute e la vita dei nostri giovani".

Commenti

cabass

Mer, 17/05/2017 - 15:54

I paesanotti ticinesi sono cascati nell'ennesima bufala... :-)))))))

simone64

Mer, 17/05/2017 - 18:24

I paesanotti svizzeri in generale direi piuttosto

cecco61

Mer, 17/05/2017 - 18:56

Bene, bene: discussione sul tema, commissioni d'inchiesta, procedure urgenti con lauti compensi per i soliti noti, tanto sono soldi pubblici. Se anche ci fosse un briciolo di verità, probabilmente si sarebbero suicidate lo stesso per problemi familiari o altro, non certo perché è arrivato un pirla a dirle di farlo.