Bollette, ora è caccia a chi non paga il conto

Li chiameranno "cacciatori" e avranno il compito di rintracciare tutti coloro che in questi ultimi anni non hanno pagato bollette di luce e gas

Li chiameranno "cacciatori" e avranno il compito di rintracciare tutti coloro che in questi ultimi anni non hanno pagato bollette di luce e gas. E all'appello mancano circa 259 milioni di euro dovuti da 375 mila debitori. E così ad esmpio l'Eni ha deciso di affidare la ricerca dei creditori a una società specialista nella riscossione, la Davis & Morgan. Gli operatori, ovvero i "cacciatori" si occuperanno di di sollecitare chi tarda nei pagamenti. Il tutto avverà con una raccomandata.

Come sottolinea il Corriere, la Davis & Morgan può contare su una decina di banker. Al comando c'è Hugh Malim, poi c'è il fondatore, Andrea Bertone. L'obiettivo primario è quello di far rientrare tutte le bollette che non vanno in prescrizione: ogni anno viene rinnovato il sollecito di pagamento nella speranza che la cifra rientri o che si vada ad un accordo col creditore. Di fatto i fornitori di energia possono ridurre l'erogazione di questi servizi per le famiglie oppure, nel caso delle imprese, bloccare del tutto la fornitura. Diversi intermediari a questo punto entrano in gioco. Come sottolinea sempre ilCorriere, il costo di una bolletta da "recuperare" va dal 2 al 10 per cento del suo valore nominale. Infine, come nel caso di Eni, la Davis & Morgan avvierà una cartolarizzazione dei crediti.

Commenti
Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 30/01/2017 - 14:14

Le faranno pagare anche ai vari rom e zingari che si allacciano abusivamente alla rete pubblica?

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 30/01/2017 - 14:18

Per me non ce la fanno..e il maggior ostacolo saranno proprio le nostre leggi garantiste..provare per credere..

epc

Lun, 30/01/2017 - 14:54

Ah ah ah, voglio proprio vederli ad andare dagli Zingari a dire pagatemi la bolletta!!! Aha ah ah ah ah!!!

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 30/01/2017 - 15:09

Era ORA.

accanove

Lun, 30/01/2017 - 15:12

aziende fallite, presta nome, immigrati rientrati, cinesi, rom , per la stragrande maggioranza saranno crediti inesigibili perchè chi aveva qualcosa da difendere in qualche modo ha pagato. Costava loro meno cedere a recupero crediti con svalutazione del 80% e così faranno dopo 12 mesi di attività inutile e costosa. Questo è il terreno commerciale che hanno creato.

54Walter

Lun, 30/01/2017 - 15:21

i nostri fratelli zingari saranno i primi a ricevere le raccomandate.... io le manderei tutte alla nostra amica Boldrini..... ho riniziato a credere a Babbo natale. poveri noi.....

Scirocco

Lun, 30/01/2017 - 15:31

E con gli zingari come faranno ?? Entreranno nei campi in assetto di guerra?

Finalmente

Lun, 30/01/2017 - 15:39

ma come si manda una raccomandata ai rom? Se hanno una casella delle lettere è perché l'hanno rubata e quindi non ci sarà il loro nome sulla targehtta. Io ho a cuore la salute del postino... chi lo dice a quei poveracci che devono entrare in un campo rom e chiedere se c'è il grande sciamano o l'uomo della pioggia...

lento

Lun, 30/01/2017 - 15:59

Prendi questa cartella zingara dimmi pure chi l'ha paghera' dimmi se si paga dagli una speranza solo questo vogliono da te lalalalalalalalalala

flip

Lun, 30/01/2017 - 16:03

oltre agli zingari quanto deve tutta l' amministrazione pubblica? dalla presidenza della repubblica all' ultima ruota del carro statale e parastatale? il cittadino che non paga spessissime volte è perché non può.

VittorioMar

Lun, 30/01/2017 - 16:06

...SOLO PER ITALIANI??..,.TUTTI GLI ALTRI SONO:ESENTI ??

settemillo

Lun, 30/01/2017 - 16:49

Ne vedremo delle belle! Aspetto con ansia i risultati dell'iniziativa! Non facciamoci illusioni, sarà tutto tempo sprecato!

Giampaolo Ferrari

Lun, 30/01/2017 - 17:17

Cominciate a Napoli che non serve molto impegno per trovare chi non paga.

Trifus

Lun, 30/01/2017 - 17:26

Sei anni fa cambiai casa e segnalai la nuova utenza alle varie società fornitrici dei servizi, attivai il reed e non ci pensai più. Dopo circa due o tre mesi mi trovai senza corrente. Qualsiasi elettrodomestico azionassi saltava la corrente. Telefonai al gestore della corrente elettrica e mi disse che ero moroso. Mandava bollette e raccomandate ad un indirizzo fasullo senza ricevere ovviamente risposta. Dovetti pagare anche una penale che poi mi fu restituita in quanto l’errore non l’avevo commesso io. Domanda, ma come fanno i 375 mila utenti a non pagare e a ricevere ugualmente il servizio? Mi sorge un dubbio, vuoi vedere che in Italia io sono l’unico fesso a cui tolgono la corrente se non paga le bollette?

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 30/01/2017 - 17:28

Sempre che i debitori non siano immigrati, zingari, o furbetti che si attaccano coi fili ai pali della luce! Per quelli non c'è alcuna pena, ovviamente.

flip

Lun, 30/01/2017 - 17:57

LA Società (regolarmente con intestazione inglese. chissà perché)a cui affideranno l' incarico per il recupero dei crediti fà una cosa sola. acquista l' intero pacchetto dei crediti ad valore arci scontato e poi si dà da fare per recuperare tutto il vero valore. E' anche cos' che si rubano i soldi. anche questa volta illegalmente.

Anonimo (non verificato)

elio2

Lun, 30/01/2017 - 18:06

Solite pagliacciate, vorrei proprio vedere se chi non paga sono zingari o immigrati, cosa fanno, ovviamente, come al solito pagherà pantalone.

riccioliscio

Lun, 30/01/2017 - 18:09

Per preservare l'incolumità del povero postino, si provvederà a recapitare tali raccomandate nei campi rom tramite canadair.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 30/01/2017 - 18:14

Provino nei campi nomadi e in via Padova a Milano, vanno a colpo sicuro.

leo_polemico

Lun, 30/01/2017 - 19:19

Finchè si parla di far pagare bollette di consumi reali NON pagate, posso essere d'accordo. Se si tratta di pagare invece consumi "presunti" o addirittura inesistenti perchè riferiti a un contatore sostituito due anni prima, come mi è capitato, non sono proprio d'accordo e lo considero, a scelta, una truffa o un furto nei confronti dell'utente.

Linucs

Lun, 30/01/2017 - 19:36

Se la prenderanno con qualche cassintegrato e qualcuno prima o poi andrà fuori di testa, finendo sul telegiornale delle 20.

laura bianchi

Lun, 30/01/2017 - 19:58

Chiedetevi solo: chi è che non la paga.

bremen600

Lun, 30/01/2017 - 20:54

Ci sono anche italiani onesti che non possono assolutamente pagare cifre assurde e inventate !!!!!!!!!!!

killkoms

Lun, 30/01/2017 - 23:32

l'eni?grazie ad un'inchiesta giudiziaria italica,il governo nigeriano si è ripreso una concessione petrolifera pagata oltre un miliardo di €..!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 31/01/2017 - 09:03

speriamo che gli riservano lo stesso trattamento che è stato fatto al riscossore del pizzo di equitalia