Bollo auto, sistema in tilt: ​chi ha pagato di più

Caos sul pagamento del bollo auto. Di fatto il sistema Sogei è andato in tilt proprio il 31 gennaio: il giorno della scadenza

Caos sul pagamento del bollo auto. Di fatto il sistema Sogei è andato in tilt proprio il 31 gennaio, l'ultima data utile per versare la tassa. E così chi ha pagato, come ricorda ilSole24Ore, si è ritrovato un importo maggiorato del 30 per cento. Il problema è stato risolto in poche ore. Ma chi ha pagato di più adesso dovrà chiedere il rimborso. Il disguido tecnico si è verificato soprattutto in regioni come Friuli, Marche, Molise, Sardegna e Veneto.

E a far lievitare l'importo sono state alcune sanzioni applicate anche a chi aveva pagato in regola e tempestivamente. Le agenzie di pratiche auto sono state bloccate dagli operatori che avevano notato l'anomalia, ma chi ad esempio ha pagato il bollo negli uffici postali, tabaccherie, sportelli bancari e modalità di pagamento self service, anche sul web ha di fatto pagato un importo superiore. Per ottenere il rimborso bisogna presentare un'istanza con la copia della ricevuta del pagamento. Per quanto riguarda il Molise e il Veneto bisogna espletare la pratica con un reclamo rivolto alla regione. Nel caso di Friuli e Sardegna invece l'istanza va presentata all'Agenzia delle Entrate che gestisce il pagamento dei tributi.

Commenti

giusemau

Ven, 03/02/2017 - 17:09

e quando riavranno indietro ciò che è stato pagato in più...c'è da ridere... il solito caos made in italy

titina

Ven, 03/02/2017 - 17:12

Ci complicano sempre la vita, non se ne può più.

Martinico

Ven, 03/02/2017 - 17:32

Aspetta e spera per il rimborso... Poteva ancora andare bene se nel prossimo bollo da pagare, ciò che avevatete pagato in più, lo potevate compensare.

panzer@57

Ven, 03/02/2017 - 18:59

CI FANNO SEMPRE TRANELLI PER INCASSARE PIù TASSE A LORO VANTAGGIO.GRAZIE ITALIA

Epietro

Ven, 03/02/2017 - 19:25

La solita SOGEI, che compila e ricompila i programmi informatici come se lavorasse tanto al Kilo e noi paghiamo sempre.

Cesare46

Ven, 03/02/2017 - 21:51

Io per errore ho pagato il bollo doppio a settembre 2016, ho fatto le dovute richieste e mandato le relative fotocopie....ma ad oggi nessun accredito.

COSIMODEBARI

Ven, 03/02/2017 - 22:07

"nel caso in cui, invece, ritenga corrette le verifiche da noi effettuate, fino al giorno antecedente la notifica dell'atto di accertamento la cui predisposizione avverrà a partire dal 1 gennaio 2017, potrà definire la Sua posizione fiscale pagando l'importo sopra indicato". Poi ricordano che il tardivo pagamento comporterà una nuova notifica maggiorata del 30%. Ho pagato il 30 dicembre 2016 e già il 2 gennaio 2017 viene redatta e mi viene spedita la seconda richiesta maggiorata del 30%. Se pagata in tempo, cosa che è avvenuta, posso inviare ad una loro mail la copia del bollettino assieme ad un loro modulo da compilare. Fatto tutto. Ma scrivono che tutto questo comunque mi obbliga sempre ad inoltrare il ricorso/reclamo con A/R entro 60 giorni alla Commissione Tributaria provinciale di Bari. Insomma un mondo di pazzi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 03/02/2017 - 23:31

Chi ha avuto avuto avuto, chi ha dato ha dato ha dato, scurdammece o passato.... cantano a Napoli!!!!lol lol Io qui per una HUMMER pago 3 dollari all'anno di bollo.AMEN.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 04/02/2017 - 11:16

ma quando mai un ente pubblico ha reso il maltolto fare le dovute domande per il rimborso aumenta l'acredine verso questo sta canaglia che esige il pagamento delle tasse dai cittadini e spudoratamente non paga MAI il creditore cittadino VERGOGNA banda di ladri

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 04/02/2017 - 12:13

ho avuto una notizia da un amico , molto inserito , mi ha detto che stanno preparando un decreto legge per far si che gli automobilisti che hanno pagato di più la tassa di possesso , possono circolare per 5 chilometri al giono in più di quelli che fanno normalmente per tutto il 2017 ,in modo che possano pareggiare tra il dare e l'avere