Bologna, attacca operatore e passanti, preso clandestino pregiudicato

L’uomo, in evidente stato di alterazione, non permetteva agli agenti di avvicinarsi: necessario ricorrere all’uso dello spray al peperoncino per avere la meglio su di lui

Notte decisamente agitata quella di ieri in via Indipendenza, a Bologna.

A rendersi protagonista di disordini un marocchino di 25 anni, personaggio già noto alle forze dell’ordine, oltre che irregolare sul territorio nazionale. Il clandestino, completamente ubriaco, ha preso di mira un netturbino che opera per conto di Hera, un 44enne dello Sri Lanka.

Senza maglietta ed in un evidentemente stato di alterazione, il 25enne si è scagliato contro il furgoncino dell’operatore ecologico. Dopo aver danneggiato con calci e pugni entrambi gli specchietti retrovisori, fino ad arrivare a sradicare quello posto sul lato del guidatore, il marocchino ha sfogato la sua rabbia contro alcuni passanti.

Raccolti dei sacchi dell’immondizia da terra ha infatti iniziato a scagliarli contro i presenti, inveendo contro di loro.

Il netturbino 44enne, rimasto illeso, è riuscito ad intercettare una volante della polizia di Stato che passava nelle vicinanze per segnalare quanto stava accadendo in via Indipendenza. Neppure la vista degli uomini in divisa, tuttavia, è riuscita a placare la furia del nordafricano il quale ha anzi iniziato ad agitarsi ancora di più. I poliziotti si sono visti costretti a ricorrere all’uso dello spray urticante per rendere inoffensivo il facinoroso 25enne, infine bloccato e ridotto in manette.

Il magrebino, con precedenti per spaccio di droga, è stato pertanto arrestato con l’accusa di danneggiamento, lancio pericoloso di oggetti ed interruzione di pubblico servizio. Per lui anche una segnalazione per ubriachezza molesta.