Bologna, clandestino tunisino pregiudicato attacca e ferisce agente

Lo straniero, accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, si trova in attesa di giudizio direttissimo: lunga la lista di precedenti di polizia del 42enne, irregolare sul territorio nazionale

Agente di polizia pestato a Bologna da un clandestino durante una normale operazione di controllo.

L’episodio si è verificato nella serata di ieri verso le 20:30 in zona San Vitale, per la precisione in via Begatto. Il poliziotto ha avvicinato due extracomunitari seduti a bordo strada, uno dei quali, più defilato, si trovava nascosto nascosto dietro un’autovettura.

Entrambi gli stranieri, di nazionalità tunisina, hanno inizialmente collaborato, almeno fino a quando non è arrivato il momento di fornire i documenti di identificazione. A questo punto quello che dei due era apparso fin da subito più sospetto si è innervosito e, dopo aver fornito un’identità falsa all’uomo in divisa, ha iniziato a correre per evitare un controllo più approfondito sul suo conto.

L’agente si è immediatamente lanciato al suo inseguimento, fino a raggiungerlo in via dell’Unione. Inutile il tentativo del magrebino di rintanarsi sotto un furgone, dato che il poliziotto lo nota subito e riesce a trascinarlo nuovamente in strada. Parte quindi la violenta aggressione ai suoi danni, col tunisino che lo tempesta di calci, pugni e schiaffi per cercare di guadagnarsi una via di fuga.

Il proprietario del furgone, un egiziano, esce di casa attirato dal trambusto e, compresa la situazione, tenta di impedire la fuga all’aggressore.

Il poliziotto approfitta della distrazione del tunisino e riesce a bloccarlo a terra ed a far scattare le manette ai suoi polsi. Si tratta di un clandestino con una lunga lista di precedenti alle spalle, esattamente come il connazionale che insieme a lui era stato fermato per il controllo in via Begatto. Il 42enne, con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, si trova in attesa di giudizio direttissimo.

Per quanto riguarda l’agente ferito, all’ospedale Maggiore di Bologna gli è stata refertata una distorsione del rachide cervicale, con una prognosi di 7 giorni.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Lun, 15/04/2019 - 09:04

C’è ferocia e cattiveria. Snaturato dna degli italiani - citazione sacrosanta della sboldrina