Bonus bebè 2019 più leggero: 960 euro a neonato solo fino al primo anno di età

La misura contenuta nel Dl Fisco sarà più light rispetto al passato: 960 euro anziché 2.880

Il bonus bebè torna, ma sarà più leggero. L'assegno mensile, infatti, sarà tagliato di un terzo rispetto al passato e verrà riconosciuto per ogni nuovo nato nel 2019, ma solo fino al primo anno di età e non più per 36 mesi. Insomma, 960 euro anziché 2880.

Il provvedimento è contenuto nel Dl Fisco che il governo e il relatore Emiliano Fenu (del Movimento 5 Stelle) si preparano a presentare in commissione Finanze al Senato.

Come scrive Public Policy, che ha preso visione del testo, la misura prevede comunque un bonus supplementare per il secondo figlio successivo al primo, nato nel 2019. In questo caso, infatti, verrà corrisposto un unico assegno di 12 mesi ma incrementato del 20%. Più o meno 190 euro in aggiunta ai 960.

Il tutto, però, potrebbe essere ricalcolato in base all'Isee familiare qualora il numero di richieste superasse la stima calcolata dall'esecutivo, che ha messo a disposizione per il biennio 2019-2020 risorse per 440 milioni di euro.

Commenti
Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 23/11/2018 - 08:54

80 euro al mese? Si! Quindi pari agli 80 euro di "Renzi" che nel caso fossero ricevuti da entrambi i genitori diventerebbero 160, quindi 1920 euro all'anno e a tempo indeterminato dovrebbero/potrebbero/lo stanno facendo contribuire alla natalità, che rimane comunque bassa, perché? Innumerevoli sono i motivi...che fare? Reintroduzione o rafforzamento rispetto all'attuale legislazione dell'art. 18, legislazione/cultura/servizi tesi a favorirla anche per i nuovi italiani venuti da altre parti del mondo, cioè Ius Soli...magari con qualche paletto in più rispetto a quello presentato nella scorsa legislazione.