Il boom di Dacia e le novità griffate «Stepway»

FirenzeUn caso da record, di questi tempi, è quello di Dacia, marchio del Gruppo Renault che è esploso nel consenso del pubblico italiano. Dall'esordio come marchio di vetture ultra-economiche, Dacia ha saputo associare all'attrattiva del prezzo contenuto un costante incremento della qualità. Lo stile, inoltre, si è evoluto in modo lineare ma piacevole. E la sostanza tecnica, grazie alla tecnologia Renault, è di prima qualità. Per chi cerca un tocco di personalizzazione a prezzi interessanti, dopo la compatta Sandero, ora Lodgy (in foto) e Dokker sono proposte nell'esecuzione Stepway: un tocco al sapore di avventura in chiave outdoor costituito da una serie di interventi grafici e di dotazione alla carrozzeria, di assetto e di finizione degli interni. La gamma motori è ben calibrata sulla missione dei modelli Dacia, in particolare con il turbodiesel 1.5 Dci da 110 cv, motore esemplare per elasticità, coppia e resa chilometrica: solo 4,4 litri/100 km. I prezzi: da 11.900 eurio per Sandero Stepway a 14.800 e 14.900, rispettivamente, per Dokker e Lodgy Stepway.