Botte e insulti razzisti ai bimbi dell'asilo: arrestata una maestra

Un'insegnante di un asilo di Imola è finita agli arresti domiciliari per maltrattamenti e minacce ai danni dei piccoli, specialmente i figli di immigrati

Violenze fisiche e verbali, vessazioni e insulti: per tre anni, dal 2015 al 2018, una maestra di un asilo avrebbe maltrattato i bimbi, specialmente quelli di origini straniera. La donna, una 55enne di Imola, è stata messa agli arresti domiciliari con un'ordinanza del Tribunale di Bologna su richiesta della Procura: è accusata di maltrattamenti aggravati, insulti e minacce.

L'insegnante, come riporta IlMessaggero, se la prendeva soprattutto con i piccoli stranieri, discriminandoli con epiteti razzisti e dispregiativi. Riferendosi a una bambina nordafricana, per esempio, la maestra esclamò: "Perché lei non sta ferma, lei butta giù tutto. Anche quando mangia, fa il ballo dell'Africa, dell'Africa nera! Il ballo del qua qua!".

Dalle registrazioni audio raccolte dagli inquirenti, si sente ancora: "Dal Marocco, dalla Tunisia, dall'Algeria, venite qui a fare delle idiozie! Se i tuoi genitori facevano un po’di scuola erano molto più intelligenti invece di trattarti così. Ti riducono come una larva, che non hai voglia di fare niente! Solo disturbare la quiete pubblica, fortuna che c'è la polizia! Al loro Paese!".

Commenti

titina

Mar, 18/12/2018 - 10:44

Se è una donna mettete l'apostrofo a "un'insegnante"

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 18/12/2018 - 11:19

schifezze patane!

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 18/12/2018 - 12:37

L' insegnante non sapeva che in euRoBBa c'è lo psicoreato.