Braccialetto elettronico per controllare la moglie: dopo il rifiuto, le minacce

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia: non era la prima volta che la moglie subiva vessazioni

Completamente accecato dalla gelosia, regala alla moglie un braccialetto elettronico per controllare i suoi spostamenti. Quando lei si rifiuta di indossarlo, l'uomo le punta un coltello alla gola.

Come racconta l'Huffington Post, un 55enne, residente a Lezzeno, un comune di 2mila abitanti in provincia di Como, ma originario di Ragusa, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. L'uomo ha infatti minacciato la coniuge, di 47 anni, con un coltello da cucina dopo che lei si è rifiutata di mettere al polso un braccialetto elettronico pensato per controllare gli spostamenti della donna quando si trovava lontano da lui.

La donna è stata salvata da un vigile urbano che, passando per caso sotto le finestre della loro abitazione, ha sentito urlare e allertato subito i carabinieri che hanno arrestato il 55enne. Ascoltata dalle forze dell'ordine, la donna ha raccontato che quello del braccialetto non è stato l'unico episodio dovuto alla gelosia. La loro era infatti una relazione fatta di litigi continui, vessazioni e maltrattamenti subiti dalla donna per anni e mai denunciati.

Commenti

Juniovalerio

Gio, 08/06/2017 - 14:01

io le avrei fatto indossare una cintura di castità... e anche una museruola!!!

ORCHIDEABLU

Gio, 08/06/2017 - 14:21

un folle.

titina

Gio, 08/06/2017 - 15:51

E ancora non ha chiesto il divorzio?

cecco61

Gio, 08/06/2017 - 17:16

La versione occidentale e tecnologica della segregazione femminile islamica. Se l'islam è tanto bello, per i nostri sinistrati, non vedo perché condannare l'assorbimento dei suoi antichi e superiori valori anche nella nostra cultura.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 08/06/2017 - 17:47

Patano?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 09/06/2017 - 01:23

abitante in provincia di Como ma nato a Ragusa.......ahahahahahaha. Nomen omen.