Brambilla: "Mangiare carnefa male anche al pianeta"

Gli allevamenti intensivi producono troppa C02. Ecco le proposte della Lav per introdurre un modello alimentare sostenibile

"Tutti dobbiamo impegnarci a favore del pianeta. E possiamo farlo cominciando dalle piccole cose, dalla nostra vita quotidiana. Purtroppo, é ancora troppo scarsa nel paese la consapevolezza di quale ferita creino all'ambiente gli allevamenti intensivi." Michela Vittoria Brambilla invita  riflettere sui costi reali del ciclo di produzione della carne, alla vigilia dell'apertura dei lavori del summit sull'ambiente Rio+20. "Un lavoro importante per informare correttamente l'opinione pubblica: non mangiare carne fa bene a tutti, fa bene al pianeta".

"Non tutti infatti - prosegue l'ex ministro - sono consapevoli di quanto sia crudele la sorte di bovini, polli, maiali, agnelli e i tanti animali, costretti negli allevamenti intensivi ad una vita che non è vita, per produrre migliaia di tonnellate di alimenti di cui possiamo benissimo fare a meno, creando una grave ferita all'ambiente per la quantità di emissioni che questi lager producono e per come dissipano le risorse di acqua e di produzione agricola del pianeta". E non solo. Questo tipo di allevamenti, dopo l'attività industriale e il settore dei trasporti, sono i maggiori responsabili delle emissioni di gas serra nell'atmosfera, uno dei principlali problemi all'ordine del giorno del summit sull'ambiente di Rio".

La Brambilla fa notare come l'allarme venga lanciato anche dalle Nazioni unite: "Nell’ultimo ventennio è andato perduto il 30 per cento della biodiversità del pianeta", sottolinea citando l'ultimo rapporto, "le emissioni di anidride carbonica sono aumentate del 40 per cento e che solo per 4 dei 90 principali obiettivi ambientali fissati in precedenza sono stati compiuti progressi significativi. Poco o nulla si è fatto per combattere i mutamenti climatici, la desertificazione, la siccità. Se non cambiamo il nostro stile di vita, se non scegliamo tecnologie pulite e fonti rinnovabili, rischiamo di dover affrontare irreversibili alterazioni delle funzioni vitali del pianeta."

Oggli la Lav ha presentato il primo rapporto in Europa che analizza i veri e complessivi costi del ciclo di produzione della carne. Sulla base di tale analisi, la Lav avanza una serie di proposte per una nuova politica alimentare “sostenibile”, attuabile subito sia dai governi che dalle singole famiglie. L’Unione Europea è il più grande importatore ed esportatore mondiale di prodotti zootecnici e il primo importatore mondiale di prodotti zootecnici dai paesi in via di sviluppo, è il terzo produttore mondiale di emissioni di C02 dopo Cina e USA e, dunque, si conferma indiscusso leader politico globale per la lotta al cambiamento climatico.

Tra le principali raccomandazioni che il legislatore nazionale e comunitario dovrebbero fare propri in una prospettiva collettiva di modello alimentare sostenibile c'è quella di riconvertire gli allevamenti intensivi, abolire i sussidi che incentivano la produzione di carne, incentivare la produzione di proteine vegetali per il consumo umano anziché per mangimi, abolire l’esportazione e importazione di animali vivi da paesi non-EU e i sussidi che li sostengono, promuovere la produzione e il consumo di proteine vegetali anziché la carne come alternativa responsabile e sostenibile da un punto di vista ambientale, economico ed etico. Lo Stato, inoltre, dovrebbe dedicare alle proteine vegetali una linea di finanziamento, effettuare studi tecnici internazionali indipendenti sulle emissioni di gas serra associate al ciclo di produzione della carne, includere le emissioni di CO2 del ciclo di produzione della carne nel sistema europeo di scambio dei diritti d’emissione e nei negoziati internazionali, fissare chiari obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 dal ciclo di produzione della carne, introdurre una tassa sulle emissioni di CO2 provenienti dalla zootecnia, introdurre una normativa di etichettatura e tracciabilità della carne e prodotti carnei
Commenti

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 17:58

Dopo questa vado a letto preoccupato!!!! Ma va la va la va la

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 17:58

Dopo questa vado a letto preoccupato!!!! Ma va la va la va la

zagor

Mar, 19/06/2012 - 18:11

Anche la gente che la pensa come lei fa male al pianeta e spero che tutte le persone e le famiglie che lavorano nel mercato della carne una volta che "obbediscono" a questo suo comandamento vengano da lei mantenute

zagor

Mar, 19/06/2012 - 18:11

Anche la gente che la pensa come lei fa male al pianeta e spero che tutte le persone e le famiglie che lavorano nel mercato della carne una volta che "obbediscono" a questo suo comandamento vengano da lei mantenute

Nadia Vouch

Mar, 19/06/2012 - 18:25

Sono assolutamente d'accordo sulla abolizione del trasporto di animali vivi. Chiunque abbia un minimo di cuore, come può resistere difronte a quei convogli carichi di creature che senz'altro soffrono terribilmente? In quanto agli allevamenti intensivi, essi sono dannosi sia per l'atmosfera, che per il palato. Un animale stressato non darà mai un prodotto ottimale. Personalmente, preferisco, senza demonizzare nessuno, consumare frutta, vegetali e cereali, possibilmente da coltivazioni biologiche o biodinamiche. Meglio poco, magari pagato un po' di più, ma di ottima qualità. Ognuno è libero di scegliere, ma nessuno mi può obbligare a mangiar carne, così come io non obbligo nessuno a non farlo. Ma se guardo la foto, l'espressione di questi maiali, se penso che il loro organismo è molto simile al nostro...

shark

Mar, 19/06/2012 - 18:29

E pensare che l'hanno fatta ministra. È proprio come un'anguria: verde fuori, rossa dentro e piena di acqua.

Nadia Vouch

Mar, 19/06/2012 - 18:25

Sono assolutamente d'accordo sulla abolizione del trasporto di animali vivi. Chiunque abbia un minimo di cuore, come può resistere difronte a quei convogli carichi di creature che senz'altro soffrono terribilmente? In quanto agli allevamenti intensivi, essi sono dannosi sia per l'atmosfera, che per il palato. Un animale stressato non darà mai un prodotto ottimale. Personalmente, preferisco, senza demonizzare nessuno, consumare frutta, vegetali e cereali, possibilmente da coltivazioni biologiche o biodinamiche. Meglio poco, magari pagato un po' di più, ma di ottima qualità. Ognuno è libero di scegliere, ma nessuno mi può obbligare a mangiar carne, così come io non obbligo nessuno a non farlo. Ma se guardo la foto, l'espressione di questi maiali, se penso che il loro organismo è molto simile al nostro...

Raoul Pontalti

Mar, 19/06/2012 - 18:41

Maria Vittoria Brambilla, io il consiglio Te lo torno a dare: occupaTi di quello che conosci e gli animali non sai cosa siano e a cosa servano nell'economia della natura. L'unica nota positiva è che Ti accorgi che tra i domestici non ci sono solo cani e gatti e che gli animali da reddito troppo spesso sono allevati in modi eticamente inaccettabili. Dopo di che prendi una rivista femminile che Ti spieghi in modo adatto al Tuo palato culturale che le proteine animali sono indispensabili per la specie umana a motivo della necessità di ricavarne taluni aminoacidi essenziali carenti nelle proteine vegetali. Possiamo ridurci al latte e alle uova, non uccidendo animali, ma in ogni caso dovremmo allevare animali. E anche latte e uova non basterebbero, dovremmo almeno mangiare insetti e vermi come facevano i nostri antenati zoologici (prima dell'Homo sapiens) e anche storici (vedi ad es. nella Bibbia). Non se ne sorte: dobbiamo allevare animali e cibarcene, alleviamoli almeno correttamente.

shark

Mar, 19/06/2012 - 18:29

E pensare che l'hanno fatta ministra. È proprio come un'anguria: verde fuori, rossa dentro e piena di acqua.

Raoul Pontalti

Mar, 19/06/2012 - 18:41

Maria Vittoria Brambilla, io il consiglio Te lo torno a dare: occupaTi di quello che conosci e gli animali non sai cosa siano e a cosa servano nell'economia della natura. L'unica nota positiva è che Ti accorgi che tra i domestici non ci sono solo cani e gatti e che gli animali da reddito troppo spesso sono allevati in modi eticamente inaccettabili. Dopo di che prendi una rivista femminile che Ti spieghi in modo adatto al Tuo palato culturale che le proteine animali sono indispensabili per la specie umana a motivo della necessità di ricavarne taluni aminoacidi essenziali carenti nelle proteine vegetali. Possiamo ridurci al latte e alle uova, non uccidendo animali, ma in ogni caso dovremmo allevare animali. E anche latte e uova non basterebbero, dovremmo almeno mangiare insetti e vermi come facevano i nostri antenati zoologici (prima dell'Homo sapiens) e anche storici (vedi ad es. nella Bibbia). Non se ne sorte: dobbiamo allevare animali e cibarcene, alleviamoli almeno correttamente.

Porrzuz1492

Mar, 19/06/2012 - 19:48

Ma perché non chiamare il 118

Porrzuz1492

Mar, 19/06/2012 - 19:48

Ma perché non chiamare il 118

simplicio

Mar, 19/06/2012 - 20:21

Bisognerebbe suggerire alla ex ministra altri cambiamenti, oltre a quelli che ha suggerito. L’uomo (inteso come specie) è onnivoro, cioè si nutre sia di cibi di origine vegetale che di cibi di origine animale. Inoltre, soprattutto per certe fasce d’età (neonati, bambini)e per determinati periodi dell’esistenza (donna gestante, allattamento, atleti), vi è un maggiore bisogno di ferro, di altre sostanze. Per esempio la vitamina B12, non risulta sia reperibile se non da alimenti di origine animale (fegato, rognone, carne, pesce, crostacei, frutti di mare, pollame, latte, uova,) Per riuscire in quello che suggerisce, tramite la Brambilla, la LAV, è necessario, tramite l’ingegneria genetica, cambiare radicalmente l’architettura umana per riuscire a non aver bisogno della carne. Un poco difficile o no?. Se non è possibile questa strada, le idee propugnate dalla Brambilla sono autentiche pazzie, oltre che demagogiche

simplicio

Mar, 19/06/2012 - 20:21

Bisognerebbe suggerire alla ex ministra altri cambiamenti, oltre a quelli che ha suggerito. L’uomo (inteso come specie) è onnivoro, cioè si nutre sia di cibi di origine vegetale che di cibi di origine animale. Inoltre, soprattutto per certe fasce d’età (neonati, bambini)e per determinati periodi dell’esistenza (donna gestante, allattamento, atleti), vi è un maggiore bisogno di ferro, di altre sostanze. Per esempio la vitamina B12, non risulta sia reperibile se non da alimenti di origine animale (fegato, rognone, carne, pesce, crostacei, frutti di mare, pollame, latte, uova,) Per riuscire in quello che suggerisce, tramite la Brambilla, la LAV, è necessario, tramite l’ingegneria genetica, cambiare radicalmente l’architettura umana per riuscire a non aver bisogno della carne. Un poco difficile o no?. Se non è possibile questa strada, le idee propugnate dalla Brambilla sono autentiche pazzie, oltre che demagogiche

albertohis

Mar, 19/06/2012 - 20:25

Non servono certo le parole di MVB per illuminarci sull'inferno in terra degli allevamenti intensivi, ormai industrie de facto. Luoghi molto difficilmente accessibili al pubblico vista la drammaticità delle condizioni di allevamento e macellazione che farebbero inorridire il più irriducibile dei carnivori. Ognuno ha la sua etica e la sua sensibilità per il rapporto con gli altri esseri del creato, ma è provato che i costi energetici/ambientali/sanitari/economici della dieta primariamente carnivora sono di un ordine di grandezza maggiore rispetto a quelli di una dieta essenzialmente vegetariana. Si può decidere di non mangiare prodotti animali in toto, evitare carne/pesce o ridurne il consumo: i benefici sarebbero notevoli per il pianeta e chi lo abita. Basti pensare alla follia di sostituire coltivazioni di sussistenza per impiantarne di intensive (magari OGM) per produrre vegetali destinati al consumo animale, con spostamenti di derrate (vegetali e carne) in giro per il pianeta.

albertohis

Mar, 19/06/2012 - 20:25

Non servono certo le parole di MVB per illuminarci sull'inferno in terra degli allevamenti intensivi, ormai industrie de facto. Luoghi molto difficilmente accessibili al pubblico vista la drammaticità delle condizioni di allevamento e macellazione che farebbero inorridire il più irriducibile dei carnivori. Ognuno ha la sua etica e la sua sensibilità per il rapporto con gli altri esseri del creato, ma è provato che i costi energetici/ambientali/sanitari/economici della dieta primariamente carnivora sono di un ordine di grandezza maggiore rispetto a quelli di una dieta essenzialmente vegetariana. Si può decidere di non mangiare prodotti animali in toto, evitare carne/pesce o ridurne il consumo: i benefici sarebbero notevoli per il pianeta e chi lo abita. Basti pensare alla follia di sostituire coltivazioni di sussistenza per impiantarne di intensive (magari OGM) per produrre vegetali destinati al consumo animale, con spostamenti di derrate (vegetali e carne) in giro per il pianeta.

Fellas16

Mar, 19/06/2012 - 21:01

La Brambilla che vuole rinunciare ai piaceri della carne!!?? Allora il pianeta sta cambiando veramente!?? Scherzi a parte le do un pò di ragione, ci sono gran "porcherie" sulle povere bestie.

Fellas16

Mar, 19/06/2012 - 21:01

La Brambilla che vuole rinunciare ai piaceri della carne!!?? Allora il pianeta sta cambiando veramente!?? Scherzi a parte le do un pò di ragione, ci sono gran "porcherie" sulle povere bestie.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 19/06/2012 - 21:11

Il vegetarismo è la scelta più umana. Grandi uomini come Leonardo, Shelley, Tolstoy ecc... ne hanno indicato il valore meglio di come potrei fare io

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 19/06/2012 - 21:11

Il vegetarismo è la scelta più umana. Grandi uomini come Leonardo, Shelley, Tolstoy ecc... ne hanno indicato il valore meglio di come potrei fare io

Il_Presidente

Mar, 19/06/2012 - 21:41

questa deve farsi visitare da uno molto bravo

Il_Presidente

Mar, 19/06/2012 - 21:41

questa deve farsi visitare da uno molto bravo

nigher

Mar, 19/06/2012 - 23:04

un'altra sparata della brambilla la paladina degli animali....comunque domani ho organizzato una cena a base di porchetta...

nigher

Mar, 19/06/2012 - 23:04

un'altra sparata della brambilla la paladina degli animali....comunque domani ho organizzato una cena a base di porchetta...

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mar, 19/06/2012 - 23:20

Siamo alla follia pura, per un onnivoro smettere di mangiare carne è deleterio, con gravi rischi per la salute,la Sig.ra Brambilla sta esagerando...

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mar, 19/06/2012 - 23:20

Siamo alla follia pura, per un onnivoro smettere di mangiare carne è deleterio, con gravi rischi per la salute,la Sig.ra Brambilla sta esagerando...

MaiRuss

Mer, 20/06/2012 - 00:45

Cara brambilla, le tue scarpe, borse, bottoni, pettini, cinture, cosmetici (e usi parecchio cerone!), sedili auto e poltrone in pelle, credi che siano prodotti con la carta igienica? Oppure parecchie cose provengono dal mondo animale? Signori "animalisti" avete rotto..... fate quello che vi pare ma non potete IMPORRE la vostra volontà al mondo intero. Siete cresciuti anche voi a pappe e omogeneizzati di vitello, non potete imporre ai lattanti di oggi di crescere a insalata! Ho letto poi di una "vegana" che alla domanda: ma cosa mangi? ha definito "malcapitato" chi glie l'ha formulata. Ma come si permette di dare del malcapitato al 90% della popolazione italiana e mondiale che mangia, e continuerà a mangiare carne. Si nutra di quello che più le aggrada, camperà 100 anni. Non perchè vegana, ma perchè si farà i fatti suoi! Roba da matti, signore impellicciate da sempre che dopo una "folgorazione" pretendono che TUTTI non portino più pellicce! Da non credere!

MaiRuss

Mer, 20/06/2012 - 00:45

Cara brambilla, le tue scarpe, borse, bottoni, pettini, cinture, cosmetici (e usi parecchio cerone!), sedili auto e poltrone in pelle, credi che siano prodotti con la carta igienica? Oppure parecchie cose provengono dal mondo animale? Signori "animalisti" avete rotto..... fate quello che vi pare ma non potete IMPORRE la vostra volontà al mondo intero. Siete cresciuti anche voi a pappe e omogeneizzati di vitello, non potete imporre ai lattanti di oggi di crescere a insalata! Ho letto poi di una "vegana" che alla domanda: ma cosa mangi? ha definito "malcapitato" chi glie l'ha formulata. Ma come si permette di dare del malcapitato al 90% della popolazione italiana e mondiale che mangia, e continuerà a mangiare carne. Si nutra di quello che più le aggrada, camperà 100 anni. Non perchè vegana, ma perchè si farà i fatti suoi! Roba da matti, signore impellicciate da sempre che dopo una "folgorazione" pretendono che TUTTI non portino più pellicce! Da non credere!

Raoul Pontalti

Mer, 20/06/2012 - 01:31

Non diciamo sciocchezze sulle diete degli antichi per favore.Cosa realmente mangiassero non lo sappiamo soltanto dalle cronache e dai racconti agiografici ma anche e soprattutto dall'archeologia che ha saputo rinvenire dai resti delle antiche cucine, degli antichi magazzini, dalle tombe e dai resti cadaverici oltre che dal altri siti le tracce delle effettive diete seguite nel passato E le sorprese non mancano, come l'uso del maiale presso gli Ebrei fino ad epoca molto più tarda della supposta età mosaica (quando fu stabilito che il maiale ed altri animali erano immondi e pertanto i fedeli ebrei non se ne sarebbero potuti cibare) Leonardo aveva il SNC perfettamente funzionante, ciò che significa che cobalamina (vit. B12), e altre vitamine del gruppo B non gli difettavano, così come il triptofano (aminoacido essenziale di origine essenzialmente animale), quindi consumava alimenti di origine animale, magari sotto forma di latticini e uova, ma consumava proteine animali, non solo verdure.

Raoul Pontalti

Mer, 20/06/2012 - 01:31

Non diciamo sciocchezze sulle diete degli antichi per favore.Cosa realmente mangiassero non lo sappiamo soltanto dalle cronache e dai racconti agiografici ma anche e soprattutto dall'archeologia che ha saputo rinvenire dai resti delle antiche cucine, degli antichi magazzini, dalle tombe e dai resti cadaverici oltre che dal altri siti le tracce delle effettive diete seguite nel passato E le sorprese non mancano, come l'uso del maiale presso gli Ebrei fino ad epoca molto più tarda della supposta età mosaica (quando fu stabilito che il maiale ed altri animali erano immondi e pertanto i fedeli ebrei non se ne sarebbero potuti cibare) Leonardo aveva il SNC perfettamente funzionante, ciò che significa che cobalamina (vit. B12), e altre vitamine del gruppo B non gli difettavano, così come il triptofano (aminoacido essenziale di origine essenzialmente animale), quindi consumava alimenti di origine animale, magari sotto forma di latticini e uova, ma consumava proteine animali, non solo verdure.

Elcondor

Mer, 20/06/2012 - 06:47

Allora che diano a tutti la possibilita` di poter usare una buona vanga e una zappa con un pezzo di terra con galline, anatre e conigli.

Elcondor

Mer, 20/06/2012 - 06:47

Allora che diano a tutti la possibilita` di poter usare una buona vanga e una zappa con un pezzo di terra con galline, anatre e conigli.

danilo - terni

Mer, 20/06/2012 - 08:13

Per favore spegnete per un pò la Brambilla, formattatela e rimettetele nel ri-circolo fra qualche tempo. Nel frattempo, ogni essere umano e animale, continuerà a cibarsi di quel che diavolo le pare e piace, visto che la natura di questo pianeta è da miliardi di anni che ci fa andare avanti a questo modo (mi riferisco ai mammiferi bipedi di razza umana, onnivori non per passione ma per necessità. PER FORTUNA!).

danilo - terni

Mer, 20/06/2012 - 08:13

Per favore spegnete per un pò la Brambilla, formattatela e rimettetele nel ri-circolo fra qualche tempo. Nel frattempo, ogni essere umano e animale, continuerà a cibarsi di quel che diavolo le pare e piace, visto che la natura di questo pianeta è da miliardi di anni che ci fa andare avanti a questo modo (mi riferisco ai mammiferi bipedi di razza umana, onnivori non per passione ma per necessità. PER FORTUNA!).

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 20/06/2012 - 08:38

Ci fregano i soldi, ci costringono a sopportare qualunque macaco decida di venire da noi e fare come a casa sua, ci distruggono i pilastri della convivenza civile a forza di relativizzare tutto e ora vogliono fregarci la bistecca? Ma vogliono la terza guerra mondiale in casa? Pensassero a cose serie lasciando i cittadini liberi di scegliere! Di certo noi faremmo meno scemate di quelli che comandano e sproloquiano!!!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 20/06/2012 - 08:38

Ci fregano i soldi, ci costringono a sopportare qualunque macaco decida di venire da noi e fare come a casa sua, ci distruggono i pilastri della convivenza civile a forza di relativizzare tutto e ora vogliono fregarci la bistecca? Ma vogliono la terza guerra mondiale in casa? Pensassero a cose serie lasciando i cittadini liberi di scegliere! Di certo noi faremmo meno scemate di quelli che comandano e sproloquiano!!!

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 20/06/2012 - 08:52

Mangiare o meno bistecche è un problema che ciascuno deve risolvere in base alla propria sensibilità, occuparsi degli animali è giusto ma non è certo un impegno primario, le condizioni di milioni di umani dovrebbero destare maggiori preoccupazioni. Se proprio vuole fare qualcosa, veda di risolvere il problema dei cammelli australiani che stanno per essere sterminati, le loro flautolenze infatti fanno uscire il paese che li ospita dai limiti imposti dal protocollo di Kioto.

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 20/06/2012 - 08:52

Mangiare o meno bistecche è un problema che ciascuno deve risolvere in base alla propria sensibilità, occuparsi degli animali è giusto ma non è certo un impegno primario, le condizioni di milioni di umani dovrebbero destare maggiori preoccupazioni. Se proprio vuole fare qualcosa, veda di risolvere il problema dei cammelli australiani che stanno per essere sterminati, le loro flautolenze infatti fanno uscire il paese che li ospita dai limiti imposti dal protocollo di Kioto.

Lorenzo Cafaro

Mer, 20/06/2012 - 09:14

Brambilla? Ecco un altro motivo per non votare più PdL.

Lorenzo Cafaro

Mer, 20/06/2012 - 09:14

Brambilla? Ecco un altro motivo per non votare più PdL.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 20/06/2012 - 09:07

#8 albertohis - Sapendo per certo che sei una persona assennata e intelligente, ti consiglio la visione del documentario "Il mondo secondo Monsanto". Lo trovi ovunque, anche youtube... così hai modo di capire cosa sta dietro l' industria OGM

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 20/06/2012 - 09:07

#8 albertohis - Sapendo per certo che sei una persona assennata e intelligente, ti consiglio la visione del documentario "Il mondo secondo Monsanto". Lo trovi ovunque, anche youtube... così hai modo di capire cosa sta dietro l' industria OGM

xenon

Mer, 20/06/2012 - 09:55

Grazie MVP! Fai una lista civica di vera destra con contenuti prosessisti, altro che PDL. Basta leggere i commenti per capire l' astio con coi affrontate qualsiasi opinione altrui , gente retrograda che ragiona in bianco e nero (o meglio dire in rosso e blu). Per i nutrizionisti qui presenti , provate a chiedere a chi ha malattie circolatorie tipo colesterolo od ossoporosi quali alimenti il medico specialista gli prescrive di NON assumere (carne , latte , uova , formaggio). Altro video che potrebbe farvi evolvere un pochino: "il miglior discorso che potrai mai sentire". Ma dubito possa fare effetto sui talebani mentali ancorati alle nozioni di 50anni fà.

xenon

Mer, 20/06/2012 - 09:55

Grazie MVP! Fai una lista civica di vera destra con contenuti prosessisti, altro che PDL. Basta leggere i commenti per capire l' astio con coi affrontate qualsiasi opinione altrui , gente retrograda che ragiona in bianco e nero (o meglio dire in rosso e blu). Per i nutrizionisti qui presenti , provate a chiedere a chi ha malattie circolatorie tipo colesterolo od ossoporosi quali alimenti il medico specialista gli prescrive di NON assumere (carne , latte , uova , formaggio). Altro video che potrebbe farvi evolvere un pochino: "il miglior discorso che potrai mai sentire". Ma dubito possa fare effetto sui talebani mentali ancorati alle nozioni di 50anni fà.

xawdoo

Mer, 20/06/2012 - 10:18

oddio capisco di non trattare in maniera infame le povere bestiole... ma sulla carne io non transigo... per me e' un MUST. Brambilla se non vuoi mangiare la carne fai pure... io non ci penso neanche.

xawdoo

Mer, 20/06/2012 - 10:18

oddio capisco di non trattare in maniera infame le povere bestiole... ma sulla carne io non transigo... per me e' un MUST. Brambilla se non vuoi mangiare la carne fai pure... io non ci penso neanche.

Raoul Pontalti

Mer, 20/06/2012 - 10:34

per xenon il Tuo pseudonimo più che richiamare il gas nobile sembra evocare il Tuo essere estraneo, straniero appunto, alla cultura medica. Sintomatica al riguardo la Tua "ossoporosi" (imparala giusta almeno qui: osteoporosi). Ma se non sai riportare senza sfondoni nemmeno il nome di una comune patologia dismetabolica del tessuto osseo, come puoi pretendere di interpretare le prescrizioni dietetiche? Nel caso dell'osteoporosi poi è vero il contrario di quanto Tu affermi: in molti casi, accanto a carenze ormonali (specie nelle femmine anziane), si hanno carenze di vitamine che si rinvengono proprio nei tessuti animali come la vit. B12 a motivo della dieta carenziata delle donne anziane ad es. Per quanto riguarda certe prescrizioni dietetiche queste sono legate a problemi epatici o vascolari dipendenti o meno da eccessi alimentari (Ti ricordo che gli zuccheri si convertono in grassi nel nostro organismo) ivi compresi gli eccessi carnei: le proteine è bene non superino il 30% della dieta

Raoul Pontalti

Mer, 20/06/2012 - 10:34

per xenon il Tuo pseudonimo più che richiamare il gas nobile sembra evocare il Tuo essere estraneo, straniero appunto, alla cultura medica. Sintomatica al riguardo la Tua "ossoporosi" (imparala giusta almeno qui: osteoporosi). Ma se non sai riportare senza sfondoni nemmeno il nome di una comune patologia dismetabolica del tessuto osseo, come puoi pretendere di interpretare le prescrizioni dietetiche? Nel caso dell'osteoporosi poi è vero il contrario di quanto Tu affermi: in molti casi, accanto a carenze ormonali (specie nelle femmine anziane), si hanno carenze di vitamine che si rinvengono proprio nei tessuti animali come la vit. B12 a motivo della dieta carenziata delle donne anziane ad es. Per quanto riguarda certe prescrizioni dietetiche queste sono legate a problemi epatici o vascolari dipendenti o meno da eccessi alimentari (Ti ricordo che gli zuccheri si convertono in grassi nel nostro organismo) ivi compresi gli eccessi carnei: le proteine è bene non superino il 30% della dieta

Bruno Burinato

Mer, 20/06/2012 - 10:46

Se la Brambilla si occupasse un po' di più delle persone e un po' di meno degli animali darebbe un bene per tutti

Raoul Pontalti

Mer, 20/06/2012 - 10:47

ancora per xenon straniero nelle diete. Di seguito Ti fornisco due concetti in croce espressi in termini piani e non tecnico-scientifici. Le proteine che assumiamo con la dieta (sieno esse di origine animale o vegetale) svolgono essenzialmente due funzioni: plastica ed energetica (tralasciamo le funzioni regolatrice, di trasporto, immunitaria, etc.). La prima è per l'accrescimento (giovane), produzione (essenzialmente il feto e il latte), ricambio (sostituzione di cellule danneggiate, morte, etc). La seconda è bene ridurla al minimo essendo uno spreco usare come combustibile gli aminoacidi (i mattoni delle proteine) quando si possono usare zuccheri e grassi che costano (anche in termini metabolici non solo economici) molto meno. L'utilizzo delle proteine in eccesso come combustibile comporta tra l'altro sovraccarico del metabolismo epatico con tutte le conseguenze negative. Superare il 30% di costituenti proteici nella dieta significa eccedere ed è un male, ma fino a quella quota no.

albertohis

Mer, 20/06/2012 - 10:56

#21 Ausonio: già fatto, anche se per avversare gli OGM basta il semplice buon senso.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 20/06/2012 - 11:27

Quello che fa male al pianeta sono le tavanate a briglia sciolta che quotidianamente ci ammannisce "Pel di carota". Senza voler entrare in disquisizioni di indole medica che probabilmente tedierebbero un pubblico non abituato ad un certo lessico specialistico tipo: gruppi prostetici (eme) e ferro emico, si può tranquillamente affermare che diete vegetariane o, peggio, vegane inducono gravi carenze marziali e vitaminiche. Fermo restando il concetto che lo scrivente è, del pari, allarmato da certe diete parimente squilibrate come quelle iperproteiche, penso che sarebbe ora di porre fine alla divulgazione a mezzo stampa di farneticazioni animaliste-dietologiche che possono indurre i soggetti più suggestionabili a comportamenti alimentari aberranti. Prima o poi, inevitabilmente, oggetto di interesse dell'ambulatorio di ematologia.

Raoul Pontalti

Mer, 20/06/2012 - 11:40

per Albertohis e Ausonio. Non mescoliamo il sacro con il profano per favore. La battaglia contro gli OGM (giusta e sacrosanta) così come quella a difesa della biodiversità anche nelle specie e razze degli animali di allevamento è un conto, la propaganda per diete vegetariane e vegane è un altro. Vorrei sommessamente far notare che a spingere per le diete vegetariane sono coloro i quali detengono il potere agroalimentare anche mediante determinate società della chimica agraria (ad es. la Monsanto non produce galline faraone o maiali ma sementi OGM, ormoni per la crescita, etc.). L'ultima cosa che possiamo augurarci in Italia sono i talebani della lotta antialcoolica che ci vorrebbero distruggere l'industria enologica nazionale (la terza per qualità nel mondo e la prima per quantità) e quella dei prodotti caseari e carnei d'eccellenza (grana, prosciutti, etc.) in nome della salute: imparate a mangiare meno e meglio crapuloni da suburbio, incontinenti della trippa.VIVA LA CARNE E IL VINO!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 20/06/2012 - 11:54

# 29 Nabir al Bar al Akhbar. Piena condivisione corticale e protopatica (talamica). A volte, sai, mi sorge il dubbio che Tu appartenga alla schiera dei mancati colleghi. Salam aleicon.

albertohis

Mer, 20/06/2012 - 13:18

#29 Raoul Pontalti: la battaglia anti-OGM e a favore delle produzioni locali vanno a braccetto, così come allevamento intensivo e agricoltura industriale sono due facce della stessa medaglia e provengono dalla medesima cultura finalizzata al solo profitto. Lungi da me l'idea di fare proselitismo: ognuno fa le proprie scelte e se ne assume la responsabilità. Le multinazionali della chimica agraria hanno un doppio interesse nel promuovere allevamenti intensivi: vendere prodotti derivati dai brevetti come alimentazione e fornire ormoni e bombe varie per la sopravvivenza/crescita del bestiame in condizioni inadatte alla vita. Non ricordo di aver mai letto o sentito vegetariani/vegani (stretti o meno) che non avversino anche OGM e cultura sottostante.

TRIDENTINA AVANTI

Gio, 21/06/2012 - 14:28

Gent. ma Sig. ra “3 Nadia Vouch” si ricordi che io proprio non la obbligo a mangiare CARNE, anzi se lei vuole andare avanti a erba faccia pure, rimane più CICCIA per noi, ma invece noto che siete voi integralisti delle fogli di platano a volerci imporre il vs. bislacco tipo di alimentazione!

TRIDENTINA AVANTI

Gio, 21/06/2012 - 14:47

Cara Brambilla da piccola senza dubbio qualche bistecca la mamma te la avrà data per pranzo, ed il risultato è che sei cresciuta, male, ma sei cresciuta, ora che sei maggiorenne hai deciso di fare la guerra alla carne sei diventata uno stecchino, sei trasparente, peggio di Fassino, per radiografarti ti mettono alla finestra, sei secca inacidita ed ipocrita. Non ti voglio paragonare al “boiler” Clerici, ma guarda come sono in salute la sorelle Parodi, guarda che florida è Tessa Gelisio (pianeta mare), impara Michela e non esagerare con il colore ai capelli, perché il medesimo penetra nel cervello e ti fa lo stesso effetto che è capitato al Cav. COERENZA Tinto di Tintura. E, per tua informazione sabato si griglia: costine, braciole, pancetta, salcicce ecc.

TRIDENTINA AVANTI

Gio, 21/06/2012 - 14:59

A proposito Miss Brambilla il suo cane e il suo gatto cosa mangiano? Cavolfiore bollito, carote alla julienne, pinzimonio e alla domenica caprese?