Branco tenta di violentare 15enne in un bagno della discoteca

Un gruppo di ragazzi, probabilmente tutti di origini straniere, ha tentato di violentare una 15enne all'interno di un bagno della discoteca

Seguita fin dentro i bagni della discoteca, molestata ed infine derubata dello smartphone. Una notte di paura quella che ha vissuto una quindicenne di Riccione lo scorso venerdì.

"Vado un attimo in bagno", avrebbe detto alle amiche della compagnia con cui aveva deciso di andare a ballare. Così, si era allontanata dalla comitiva per qualche minuto. Giusto il tempo di dare un ritocco rapido al make-up e sistemare l'acconciatura, nulla di più. Mai si sarebbe immaginata di essere finita nel mirino di un gruppo di malintenzionati, pronti a pedinarla con il proponimento di abusarne meschinamente.

Ignara di cosa le stesse per accadere, la quindicenne è entrata nei bagni della discoteca in tutta tranquillità. Ma, dietro la porta scorrevole della toilette, si nascondeva un branco di farabutti armati delle più squallide intenzioni. In men che non si dica, infatti, la ragazza è stata accerchiata e avvicinata dai bruti. Dapprima l'hanno palpeggiata viscidamente poi, hanno provato a violarla strappandole dalle mani lo smartphone. Fortuna ha voluto che, proprio in quel momento, delle persone si fossero approssimate all'ingresso dei bagni. A quel punto, il branco si è dileguato rapidamente intascando il cellulare.

A dare l'allarme sarebbero state le amiche della quindicenne che, non vendendola ritornare al tavolo, si sono messe sulle sue tracce. Dunque, l'hanno ritrovata accovaciata sul pavimento della toilette in preda al panico. Date le circostanze, sono state immediatamente allertate le forze dell'ordine.

"Sono stata aggredita, erano in tre" avrebbe riferito ai militari la giovane che hanno subito informato dell'accaduto i familiari della vittima e provveduto ad accompagnare l'adolescente in ospedale.

Stando a quanto riferisce Il Resto del Carlino, gli aggressori sarebbero stati tutti di origini straniere ma, al momento, non sarebbero ancora stati identificati.

Intanto, sabato mattina, i genitori della 15enne hanno sporto denuncia contro ignoti per tentata violenza sessuale e furto.

Le indagini sono affidate alla compagnia dei carabinieri di Riccione che, già in queste ore, sta passando al vaglio le registrazioni delle telecamere di sorveglianza all'interno del locale.