In Brasile la lotteria dei pedofili: "5 euro per vincere una bimba"

La denuncia di un'organizzazione umanitaria: "In palio anche ragazzini di 10 anni, pagano di più se il premio è vergine"

Svendute alla lotteria per 5 euro. È quello che succede in Brasile, nella città di Encruzilhada, nel nord-est del Brasile, dove chiunque può compare un biglietto per tentare di vincere il premio in palio: un bimbo o una bimba da abusare sessualmente.

Bimbi che in alcuni casi possono avere anche solo 10 o 11 anni, secondo quanto denuncia l'organizzazione umanitaria "Meninadanca". Del caso si sta occupando l’avvocato Michael Farias, secondo cui alla lotteria partecipano persone da tutta la regione. La riffa è organizzata da trafficanti senza scrupolo disposti a mettere in palio minori ancora vergini pur di alzare il prezzo del biglietto. Secondo la ong che aiuta le vittime dello sfruttamento sessuale, questo genere di concorsi avviene alla luce del sole, con il consenso tacito persino della polizia. La denuncia serve proprio - nelle speranze della onlus - a sollevare la questione in ambito internazionale per fare pressioni sul governo anche in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, per le quali sono attesi 6.5 milioni di visitatori stranieri.

Mappa

Commenti

Cheyenne

Mer, 16/09/2015 - 15:38

Ci meravigliamo? Il brasile è il paese che concede asilo politico a un criminale come battisti

i-taglianibravagente

Mer, 16/09/2015 - 16:36

L'inferno, e' un argomento fuori moda (leggere delle apparizioni di Fatima per rinfrescare la memoria). Una delle cose che vale la pena imparare finche' si e' vivi e' che l'inferno e' ETERNO.

mariolosi

Mer, 16/09/2015 - 18:15

Paese ricco il Brasile ma povero di umanità e di leggi appropriate. Arrestare chiunque compri un biglietto ma è solo un sogno. Il Brasile è talmente corrotto che per soldi concede asilo politico a delinquenti.