Getta rifiuti in un'aiuola, clandestino aggredisce anziano dopo rimprovero

La vittima, un pensionato di 76 anni, aveva visto il transessuale gettare una bottiglia di vetro vuota in un'aiuola e, per questa ragione, lo aveva invitato a raccoglierla. Il suo rimprovero ha tuttavia scatenato la furia del brasiliano che, reso ancor più violento dai fumi dell'alcol, lo ha aggredito

Gravissimo episodio d'aggressione commesso a Brescia da un transessuale di 51 anni che, in preda alla furia, si è rivoltato contro un anziano, picchiandolo e gettandolo a terra. Non solo. Oramai fuori controllo, il soggetto non ha esitato ad attaccare anche i rappresentanti delle forze dell'ordine intervenuti sul posto per riportare la calma.

Il fatto martedì mattina, intorno alle 10:30. L'aggressore, un trans brasiliano, si aggirava lungo via Milano completamente ubriaco quando, senza alcun rispetto per le basilari norme civiche, ha gettato una bottiglia di birra vuota in un'aiuola. Il gesto è stato visto da un 76enne, che ha raggiunto lo straniero per invitarlo a raccogliere ciò di cui si era appena liberato.

Immediata e violenta la reazione del 51enne che, irritato dal rimprovero, ha usato la stessa bottiglia di vetro per intimidire il suo interlocutore. Dopo essersi avvicinato con fare minacciaso all'anziano, lo ha colpito e quindi spinto con forza, facendolo cadere a terra. Il 76enne è stato fortunatamente soccorso subito da alcuni passanti e residenti della zona, i quali hanno anche provveduto ad allertare le autorità locali. All'arrivo degli agenti della questura di Brescia, tuttavia, il trans brasiliano era già riuscito ad allontanarsi.

Sono state dunque avviate le richerche. Grazie anche alla descrizione fornita dalla vittima e dai testimoni, il 51enne è stato in breve individuato e catturato nei pressi del fiume Mella, a poca distanza dal luogo dell'aggressione. Deciso ad evitare l'arresto, il soggetto si è rivoltato anche contro gli stessi agenti, i quali sono riusciti ad immobilizzarlo soltanto grazie all'aiuto di una seconda pattuglia inviata dalla centrale.

Condotto in questura per le pratiche di identificazione, lo straniero è stato denunciato per lesioni. Durante i controlli, è inoltre emerso che il 51enne si trova clandestinamente nel nostro Paese. Nei suoi confronti, dunque, potrebbe anche scattare un provvedimento di espulsione.

Accompagnato al pronto soccorso, il 76enne ha invece ricevuto una prognosi di 7 giorni per le ferite riportate.